Dal comunismo al politically correct: perché la Sinistra non ha fallito

Chi pensa che la Sinistra (cioè il marxismo) abbia fallito perché non si occupa più del proletariato operaio sbaglia. Ha semplicemente cambiato cavalcatura in perfetta coerenza con la sua filosofia, la c.d. sinistra hegeliana in cui il marxismo si autocollocava. Il suo metodo è la dialettizzazione dei contrasti per far trionfare la rivoluzione. E qual è lo scopo della rivoluzione? La rivoluzione stessa. Semplicemente, la lotta di classe non è più economica, ma è qualcos’altro: neri contro bianchi, donne contro uomini (femminismo), gay contro etero e via così. L’ultima mutazione della Sinistra è la Politically Correctness. Il Saggio di Cammilleri nel nuovo libro edito da Solfanelli.

Continua a leggere “Dal comunismo al politically correct: perché la Sinistra non ha fallito”

Sodomia: la Gerarchia non censuri San Paolo

Un testo del compianto cardinal Biffi ricorda che il cristiano deve sempre distinguere il rispetto dovuto alle persone dal rigetto di ogni “ideologia dell’omosessualità”. La Lettera ai Romani (1,21-32) insegna che i rapporti contro natura e la loro approvazione sono figli dell’esclusione di Dio dalla società e del rifiuto di dargli gloria. Ma oggi quei passi sono censurati anche da tanti biblisti. Eppure, la loro attualità è evidente. La Chiesa dovrebbe avvisare che coloro che compiono quegli atti, in piena avvertenza, camminano verso l’Inferno. E indicare loro che possono ancora giungere alla gioia eterna, accogliendo la grazia di Gesù Cristo.

Continua a leggere “Sodomia: la Gerarchia non censuri San Paolo”

Guai a chi tocca l’aborto: Polonia a ferro e fuoco

La feroce violenza di piazza dopo la sentenza della Corte Costituzionale polacca che ha abolito l’aborto eugenetico: chiese profanate in tutto il Paese e scontri provocati da pseudo difensori della donna: ecco il vero volto dei promotori dell’aborto in tutta Europa. Il coraggio dei vescovi, con la chiesa presa d’assalto: «La Chiesa non può cessare di difendere la vita».

Continua a leggere “Guai a chi tocca l’aborto: Polonia a ferro e fuoco”

Unioni civili, il Magistero ha già chiarito: sono sbagliate

La dichiarazione di Bergoglio sulle coppie omosessuali presenta contenuti gravemente erronei. Mentre i diritti fondamentali (vita, salute, libertà, etc.) vanno riconosciuti a tutti, e in certi casi si può tollerare l’abuso dei diritti comuni, vi sono diritti specifici che riguardano determinate classi di soggetti o situazioni. Il preteso riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali rientra in questa terza categoria, ma non è moralmente lecito, perché è un male. A ribadirlo un documento della Congregazione per la Dottrina della Fede del 2003, in cui risulta evidente l’inconciliabilità tra il Magistero e le parole di papa Francesco.

Continua a leggere “Unioni civili, il Magistero ha già chiarito: sono sbagliate”

Un popolo si riappropria della Dottrina sociale

La Terza Giornata nazionale della Dottrina Sociale della Chiesa, tenutasi sabato scorso a Lonigo (VI), è stata molto più che un convegno: è stato un popolo che si riappropria di un insegnamento sociale che la Chiesa di oggi ha abbandonato per seguire le ideologie mondane. È stato l’inizio di un cammino per ricostruire una presenza nella società che metta al centro Cristo creatore e redentore.

Continua a leggere “Un popolo si riappropria della Dottrina sociale”

Cosa vuol dire contemplare i Misteri del Rosario?

San Luigi Grignion de Monfort diceva che «non c’è segno migliore per conoscere se un’anima brucia di amore per Iddio di quello di osservare se essa dice volentieri le Ave Maria e il santo Rosario».

Continua a leggere “Cosa vuol dire contemplare i Misteri del Rosario?”