Il giudice: “Staccate il ventilatore ad Alfie alle 22”

Alle 21.30 Thomas ha comunicato che il giudice ha ordinato l’avvio della procedura per mettere a morte Alfie alle 22 (21 ora locale). La decisione arriva dopo un colloquio del giudice Hayden con l’ambasciatore italiano, successivo alla concessione della cittadinanza italiana da parte del nostro governo. Ora si apre un contenzioso diplomatico. Il sacerdote italiano don Gabriele Brusco è entrato nella stanza di Alfie per impartirgli i Sacramenti. La CEDU rifiuta di intervenire per Alfie. In mattinata Thomas ha ricevuto la presidente del Bambin Gesù e si è indignato perché la Enoc non può vedere il bambino. Poi mostra le condizioni nelle quali hanno dovuto dormire per terra stanotte. Fuori dall’Alder Hey centinaia di persone manifestano.

SEGUI LE NOTIZIE IN TEMPO REALE


Alfie “scartato”, la radice del male sta in Inghilterra (di Riccardo Cascioli)

Annunci

“Ecco perchè la battaglia di Alfie è anche la nostra”

Manuela è la mamma di Anna e Giulia, due giovani gemelle entrambe nate con la sindrome di Rett e colpite da severi handicap fisici e mentali. A La Nuova BQ racconta la storia della sua famiglia, tanto diversa e tanto simile a quella degli Evans: «Dietro al volto di Alfie c’è quello delle mie figlie e di tutti i bambini nati con gravi patologie. Gli Evans gridano al mondo il valore immenso di queste creature. Per questo noi lottiamo al loro fianco!».

Continua a leggere ““Ecco perchè la battaglia di Alfie è anche la nostra””

Il boia di Stato si ferma per Vincent, ma ringhia per Alfie

Sentenze opposte quelle di ieri sul fronte della vita dei più deboli: la Francia riconosce il diritto a vivere di Vincent Lambert. Merito di una pressione di molti medici a difesa del 40enne tetraplegico. Non così per Alfie. La decisione della Corte Suprema di respingere il ricorso dei genitori viola la convenzione dei diritti umani. E la sfida lanciata dalle toghe inglesi alla CEDU, che deciderà lunedì, è solo l’ultima tappa di un potere totalitario che vuole fare presto a uccidere i suoi figli.

Alfie per la Corte Suprema deve morire lunedì

La Corte Suprema ha respinto oggi il ricorso per evitare che l’Alder Hey Hospital stacchi la ventilazione ad Alfie Evans e permettere il trasporto di Alfie in un altro ospedale.

Ricorso d’urgenza alla CEDU per evitare che già lunedì venga tolta la ventilazione ad Alfie.

Mezzo secolo di conformismo alla rivoluzione sessuale

Una mostra a Milano e una a Reggio per celebrare il Sessantotto. E soprattutto il suo lascito principale, cioè la “rivoluzione”, parola ormai abusata che di rivoluzionario non ha più nulla. Resta soprattutto la rivoluzione sessuale: la pillola, l’aborto, la separazione fra sesso e gender. E cosa resta? Tutto ormai è abituale, burocratizzato.

Continua a leggere “Mezzo secolo di conformismo alla rivoluzione sessuale”

Zuckerberg costretto ad ammettere: “La Silicon Valley appartiene alla Sinistra”

«Mr. Zuckerberg, Facebook si considera un foro pubblico neutrale?» ha chiesto il repubblicano Ted Cruz all’inventore del social network. Inizia così il più appassionante duello contemporaneo sullo strapotere dei social network e su quella loro strana tendenza a chiudere pagine e profili solo se appartengono a conservatori.

Continua a leggere “Zuckerberg costretto ad ammettere: “La Silicon Valley appartiene alla Sinistra””

In viaggio con Thomas Evans tra notti in bianco e aerei persi: “Lottiamo perché lotta Alfie”

Quelle di Thomas Evans non sono solo battaglie, ma lotte spirituali piene di inciampi. Il nostro viaggio con lui inizia dopo la sentenza di Appello. “Voglio incontrare il Papa”. Martedì, dopo la nostra richiesta, il vescovo Cavina ci annuncia: “Domani da Francesco alle 9”. Una corsa all’ultimo respiro, la paura di lasciare Alfie in balia dei medici, un “dirottamento” ad Atene e un forza misteriosa che non sente ragione di stanchezza, notti in bianco e pressioni disumane. Poi di corsa a Santa Marta dove il Papa lo ascolta dire che “se lotta Alfie, lottiamo anche noi”. Il reportage della Nuova BQ sull’odissea che ha portato il papà all’appuntamento che potrebbe dare una svolta sul caso di Alfie.

Continua a leggere “In viaggio con Thomas Evans tra notti in bianco e aerei persi: “Lottiamo perché lotta Alfie””

Crimini dei partigiani rossi, addio al “padre” dell’operazione verità

La morte a 92 anni di Otello Montanari. Nel 1990 con il suo Chi sa parli dette il via, inconsapevolmente, alla più vasta operazione verità sui crimini partigiani. Grazie al suo appello si squarciò il velo su una stagione della nostra storia sulla quale bisogna ancora indagare a lungo. Ma quel coraggio gli costò l’ostracismo dell’ex PCI e dell’ANPI.

Continua a leggere “Crimini dei partigiani rossi, addio al “padre” dell’operazione verità”

Xylella, l’ecologismo non è la cura ma parte del problema

In Puglia dilaga il batterio della Xylella Fastidiosa, che sta uccidendo gli ulivi. Ormai è un’emergenza europea. Perché tanti ritardi nella lotta di una malattia individuata nel Salento già nel 2013? Perché gli ecologisti protestano e denunciano complotti. E la magistratura ferma tutto, per anni.

Continua a leggere “Xylella, l’ecologismo non è la cura ma parte del problema”

Alfie, Thomas Evans incontra papa Francesco

Thomas Evans, il papà di Alfie, è arrivato questa mattina a Roma accompagnato dall’inviata de La Nuova Bussola Quotidiana Benedetta Frigerio, per una udienza privata con papa Francesco, poi nell’incontro in piazza San Pietro l’appello del Pontefice: “E’ nostro dovere fare di tutto per custodire la vita”. L’incontro è durato 20 minuti ed è stato reso possibile dal vescovo di Carpi (MO) monsignor Francesco Cavina. Il Papa ha incaricato Cavina di mantenere i rapporti tra la Segreteria di Stato e i genitori del piccolo affinché si mettano in campo tutte le iniziative per trasferire il piccolo al Bambin Gesù di Roma. Il colloquio commovente con il giovane papà inglese: “Stai combattendo per tuo figlio con coraggio, il coraggio con cui Dio difende i suoi figli”.

LE IMMAGINI DELL’INCONTRO