Anguera, messaggi dal 6 al 13 febbraio 2018

N. 4.592 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 06/02/2018

Cari figli,

confidate nel Signore, poiché Egli è il vostro sostegno. Solamente in Lui è la vostra vittoria. Piegate le vostre ginocchia in preghiera e state attenti.

Il demonio vuole allontanarvi dal cammino che vi ho indicato, ma voi potete vincerlo attraverso la preghiera sincera. Cercate forze nel Vangelo e nell’Eucarestia. Riempitevi dell’Amore di Dio. Non permettete che il nemico di Dio vi contamini con i sentimenti di odio. Voi siete del Signore. Non vi allontanate da Lui.

Camminate verso un futuro doloroso e solamente coloro che sono fedeli sopporteranno il peso delle prove. Ascoltatemi. Abbiate come meta principale la fedeltà e l’obbedienza al Signore, perché solamente così raggiungerete il Cielo.

Vedrete ancora orrori sulla terra. DateMi le vostre mani e Io vi condurrò a Mio Figlio Gesù. Coraggio. SeguiteMi nell’amore e nella difesa della verità. Verranno giorni in cui la menzogna regnerà nel cuore di molti uomini e donne. I prescelti per difendere la verità saranno contaminati e grande sarà la sofferenza per i Miei poveri figli. Io sono la vostra Madre Addolorata e soffro per quello che vi attende.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


N. 4.593 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 08/02/2018

Cari figli,

allontanatevi da tutto ciò che vi separa dall’Amore di Dio. Siate uomini e donne della verità. Non permettete che il padre della menzogna vi inganni e vi schiavizzi. Voi siete liberi per essere del Signore.

Amate e difendete la verità. Solamente attraverso la verità l’umanità sarà guarita spiritualmente. Ascoltate Gesù e lasciate che le Sue Parole penetrino nei vostri cuori. Dite a tutti che Dio ha fretta e che questo è il tempo opportuno per il vostro ritorno. Non restate fermi. Ritornate a Colui che è il vostro Bene Assoluto e vi conosce per nome.

Camminate verso un tempo di grandi confusioni spirituali. Molti uomini negheranno le verità di Dio e abbracceranno falsi insegnamenti. Sarà un tempo di dubbi e incertezze per i Miei poveri figli che cammineranno in mezzo alla grande confusione.

Restate con Gesù. Non abbiate paura di difendere ciò che è di Dio. Cercate forze nella Preghiera e nell’Eucaristia, perché solamente così potete sopportare il peso delle prove che verranno. Avanti nella verità.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


N. 4.594 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 10/02/2018

Cari figli,

la via del Signore conduce alla Salvezza, ma i nemici offrono scorciatoie. State attenti. La via della salvezza passa attraverso la croce. Non tiratevi indietro.

Il Mio Signore è molto vicino a voi. DateGli la vostra stessa esistenza e sarete trasformati. Non vivete lontani dalla verità. L’umanità cammina verso l’abisso della distruzione spirituale.

In questo tempo di tribolazione, le vostre armi di difesa sono: il Santo Rosario e la Sacra Scrittura, Confessione ed Eucaristia, Fedeltà al Vero Magistero della Chiesa del Mio Gesù e la Consacrazione al Mio Cuore Immacolato. Non temete. Chi è con il Signore mai sperimenterà il peso della sconfitta. Coraggio. Quando tutto sembra perduto, il Signore agirà e i Giusti saranno vittoriosi.

I nemici di Dio causeranno una grande strage spirituale nella vita di molti dei Miei poveri figli, ma coloro che rimarranno fedeli alla verità non saranno colpiti. Avanti nel cammino che vi ho indicato.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.


N. 4.595 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 13/02/2018

Cari figli,

in questo periodo di Quaresima lasciate che il Mio Gesù vi trovi. Egli vi aspetta nella preghiera silenziosa, nell’adorazione e nell’ascolto della Sua Parola. Egli è presente nell’Eucaristia e sarà la vostra forza in questo cammino. Non fuggite da Lui, che vi ama e vi conosce per nome. Non permettete che le cose del mondo vi impediscano di seguire e servire il Signore.

Vivete nel tempo dei dolori ed è giunto il momento del vostro ritorno. Piegate le vostre ginocchia in preghiera per la Chiesa del Mio Gesù. La via del calvario sarà dolorosa per la Chiesa. Voi che siete fedeli al Mio Gesù : non tiratevi indietro. Date il meglio di voi e sarete ricompensati generosamente.

Io vi amo e sarò con voi. Lasciate che la vostra anima sia trasformata attraverso l’Azione Amorevole del Mio Gesù e immergetevi nell’Oceano Infinito della Sua Misericordia, per mezzo del Sacramento della Confessione. Siate giusti e sarete perdonati. Avanti nella verità.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

(fonte: madonnadianguera.com)

Annunci

“Verginità feconda”, così attiri i cristiani ai frutti di Bene

“Madre di Dio” suona male, anzi malissimo, per ebrei e musulmani verso i quali bisogna evitare ciò che crea contrasto, il gioco è fatto e Maria Madre di Dio quasi sparisce. Cerchiamo invece di liberare questa luce dalle tante nebbie che l’avvolgono facendoci aiutare dalla storia, dal catechismo, dalla liturgia, dalla vocazione di cristiani nel nostro “oggi”.

Continua a leggere ““Verginità feconda”, così attiri i cristiani ai frutti di Bene”

Maria modello di fede: dal turbamento alla ricompensa

La Madonna, riscatta e compie l’Antica Alleanza, diventando esempio di fede intelligente: crede che diverrà la Madre di Dio, tuttavia chiede come questo mistero si sarebbe compiuto. Così nell’Annunciazione si riconosce una domanda di fede che parte dal turbamento e arriva ad una ricompensa della fede stessa.

Continua a leggere “Maria modello di fede: dal turbamento alla ricompensa”

Maria custodisce l’inizio della storia della salvezza

La seconda domenica di Avvento in questo 2017 ancora pieno degli echi del centenario di Fatima è tutta raccolta tra feste mariane. Maria contempla e custodisce l’inizio della storia della salvezza. Si tratta, infatti, di un inizio. Maria che ha accolto il buon annuncio portatole dall’Angelo e vi ha aperto il cuore, si è fatta accoglienza del Verbo.

Continua a leggere “Maria custodisce l’inizio della storia della salvezza”

Immacolata Concezione, il “colpo di genio” del beato Giovanni Duns Scoto

Come il beato Giovanni Duns Scoto vinse la disputa sull’Immacolata Concezione della Madonna e risolse per la Chiesa un mistero teologico.

Continua a leggere “Immacolata Concezione, il “colpo di genio” del beato Giovanni Duns Scoto”

Le apparizioni di Fatima. Conferenza del prof. Julio Loredo di “Luci sull’est”

Maria va incontro agli uomini: Fatima e le altre apparizioni. Conferenza organizzata dall’Azione Cattolica S. Domenico di Noci in collaborazione con l’avv. Vittorio Palmisano, operatore culturale. Interviene il Prof. Julio Loredo di Luci sull’Est.

Nostra Signora tra le Rivoluzioni: Fatima ci salva

Fatima si incastona tra due rivoluzioni: del Portogallo prima e della Russia poi. Anche se le rivoluzioni hanno prodotto sventure, ci sono in Fatima 3 positività: la Madonna interviene nella nostra storia, l’apparizione finale del 13 ottobre con la benedizione del mondo e la positività del “segreto” perché la sofferenza non è stata vana, ma è salvifica.

Continua a leggere “Nostra Signora tra le Rivoluzioni: Fatima ci salva”

Chi ha paura di Lepanto (e della Polonia)?

Un milioni di polacchi hanno recitato il Santo Rosario nei confini della loro nazione il 7 ottobre, festa della Madonna del Rosario e ricordo della battaglia di Lepanto.

Continua a leggere “Chi ha paura di Lepanto (e della Polonia)?”