Scampò all’attentato nel club gay: «Un monito che mi salvò»

Ricordate le critiche all’arcivescovo Luigi Negri che, di fronte all’attentato di Manchester durante il concerto di Ariana Grande (idolo delle adolescenti che nelle sue canzoni richiama volgarmente al sesso in ogni salsa), parlò di “vite sprecate” come giudizio sull’Occidente adulto incapace di comunicare un senso? Oggi a dargli ragione è proprio uno di questi ragazzi, sopravvissuto alla strage del Pulse, il night club Lgbt di Orlando.

Continua a leggere “Scampò all’attentato nel club gay: «Un monito che mi salvò»”

Annunci

La Madonna e lo Spirito Santo. Un’ineffabile unità sponsale

L’Oriente cristiano chiama “pneumatofori”, portatori dello Spirito Santo, quegli uomini santissimi che avendo raggiunto la perfezione possono fare da maestri nello spirito e intercedere come mediatori presso Dio per i fedeli. Tale titolo si addice sommamente alla Vergine Immacolata.

Continua a leggere “La Madonna e lo Spirito Santo. Un’ineffabile unità sponsale”

Solženicyn: perché questo mondo è in frantumi

Testo integrale del discorso che lo scrittore russo Aleksandr Solženicyn (1918-2008), autore del celeberrimo Arcipelago Gulag, tenne all’Università di Harvard l’8 giugno 1978.

Continua a leggere “Solženicyn: perché questo mondo è in frantumi”

L’omosessualità non è nei piani di Dio. Le testimonianze di Rilene, Paul e gli altri

Rilene, Daniel e Paul: sono le tre storie raccontate nel film-documentario Il desiderio delle colline eterne, prodotto da Courage International, apostolato che offre accompagnamento spirituale alle persone con attrazione per lo stesso sesso e l’accompagnamento sulla via della castità, cui ogni cristiano è chiamato. Stasera a Milano la proiezione del docufilm che smonta il diktat gay.

Continua a leggere “L’omosessualità non è nei piani di Dio. Le testimonianze di Rilene, Paul e gli altri”

Una vignetta blasfema e abortista ci mostra l’oppressore

L’immagine del Sunday Independent rappresenta un Rosario con sotto una donna in procinto di abortire e un medico con il bisturi in mano. Sopra la scritta “missione compiuta, ostruzione rimossa”. Ecco l’ultimo esito di una campagna progressista fondata per anni sulla falsa dicotomia: antiabortisti = cattolici fideisti (quindi fanatici) / abortisti = laici ragionevoli. Un campagna che ricorda alla Chiesa quale arma deve tornare ad usare.

Continua a leggere “Una vignetta blasfema e abortista ci mostra l’oppressore”

Dio ama il peccatore, ma condanna sempre il suo peccato

Dio ci ama nella condizione anche gravemente peccaminosa in cui ci trova, ma non ama quella condizione peccaminosa. Alcuni punti fermi sulla ricostruzione del colloquio col Papa del cileno Juan Carlos Cruz e la sua condizione di omosessuale.

Continua a leggere “Dio ama il peccatore, ma condanna sempre il suo peccato”

La vita umana e lo splendore della Verità, due doni di Dio

Si è svolta la prima conferenza internazionale della neo-costituita Accademia per la Vita e la Famiglia Giovanni Paolo II, fondata dal prof. Josef Seifert, il filosofo tedesco privato dell’insegnamento dall’arcidiocesi di Granada per le sue critiche ad Amoris Laetitia. Il vaticanista Marco Tosatti ha pubblicato nel suo sito il testo integrale dell’intervento di mons. Luigi Negri, arcivescovo emerito di Ferrara.

Continua a leggere “La vita umana e lo splendore della Verità, due doni di Dio”

Benedetto XVI docet: “Se lo Stato si piega ai tribunali è totalitarismo”

Quando le convinzioni e le norme dello Stato sono alla esclusiva mercé delle maggioranze o delle sentenze di tribunale, si aprono inesorabili spazi a forme di totalitarismo. Lo dice Benedetto XVI nel volume che uscirà in libreria domani. Si tratta del secondo libro di una collana che l’editore Cantagalli dedica al pensiero del papa emerito e che, in questo caso, si occupa di mettere a tema il nesso tra fede e politica.

Continua a leggere “Benedetto XVI docet: “Se lo Stato si piega ai tribunali è totalitarismo””

“Ecco perché non mi definisco gay”. In Italia l’anti-MartinSJ

Arriva in Italia Daniel Mattson, autore del libro Perché non mi definisco gay – Come ho recuperato la mia identità sessuale e trovato la pace. La sua storia è un “pugno in faccia” alla tendenza omoeretica e un inno alla Chiesa, che lo ha abbracciato partendo da un dato naturale: «Siamo maschi e femmine. Per rispettare qualcuno dobbiamo riconoscere la sua identità. Tutto il resto sono un falso rispetto, una falsa delicatezza e una falsa compassione».

Continua a leggere ““Ecco perché non mi definisco gay”. In Italia l’anti-MartinSJ”

Il ritratto di Oscar Wilde che la vulgata gay nasconde

Il recente film The Happy Prince: l’ultimo ritratto di Oscar Wilde ha il grande merito di presentarci gli ultimi giorni di uno dei più celebri scrittori degli ultimi due secoli mostrandocelo in tutta la sua interezza, con tutte le sue contraddizioni, con la sua fragilità di fronte alle tentazioni, ma anche con quel desiderio di Dio che lo portò, prima di morire, a convertirsi al Cattolicesimo e a chiedere i Sacramenti.

Continua a leggere “Il ritratto di Oscar Wilde che la vulgata gay nasconde”