Il pestaggio nel carcere, sintomo di un sistema disumano

Il pestaggio sistematico dei detenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, a Caserta, avvenuto nell’aprile del 2020 ed emerso solo in queste settimane, ha scioccato il Paese. Le immagini sono esplicite, secondini che picchiano carcerati ormai indifesi, anche una persona disabile in carrozzina, come rappresaglia per una rivolta dovuta al panico da Covid-19, che iniziava a diffondersi. È il sintomo di un problema più grave e diffuso, il sovraffollamento delle carceri e la disumanizzazione dei detenuti che dovrebbero invece essere reinseriti sulla buona strada.

Continua a leggere “Il pestaggio nel carcere, sintomo di un sistema disumano”

“Adorazione”. Intervista a Padre Serafino Tognetti

È appena uscito un libro di P. Serafino Tognetti, figlio spirituale di don Divo Barsotti, dal titolo Adorazione. Un testo, come si può facilmente intuire, che tratta dell’adorazione eucaristica.

Continua a leggere ““Adorazione”. Intervista a Padre Serafino Tognetti”

Mons. Bux: «Messa in latino, contributo all’unità dei cristiani»

«La diffusione della Messa in forma straordinaria non può fermarsi: è il segno della rinascita del sacro nei cuori. Ed è un contributo all’unità dei cristiani, soprattutto gli Ortodossi». La Bussola intervista don Nicola Bux, mentre proseguono i rumors su una cancellazione del motu proprio Summorum pontificum: «Visto il target di chi frequenta la cosiddetta Messa in latino, giovani e convertiti, le parole del Papa sulla rigidità di chi è attaccato alle forme del passato sono una contraddizione».

Continua a leggere “Mons. Bux: «Messa in latino, contributo all’unità dei cristiani»”

“La vita non è negoziabile, il fine è abrogare la 194”

La vita umana innocente è «intangibile, dal concepimento alla morte naturale»: si deve quindi arrivare all’abrogazione della Legge 194. «La strategia del “male minore” ha permesso alla cultura della morte di diffondersi», perciò bisogna «combattere senza compromessi» e sapere «che nessun risultato è possibile senza la preghiera». La Bussola intervista Virginia Coda Nunziante, presidente della Marcia per la Vita, in programma (in forma statica) il 22 maggio a Roma.

Continua a leggere ““La vita non è negoziabile, il fine è abrogare la 194””

Perché Maria è Corredentrice: risposte a dubbi e obiezioni

La parola “Corredentrice” — recepita pure dal Sant’Uffizio, sotto Pio X, e usata più volte da Pio XI e Giovanni Paolo II — non equivale a un’equiparazione di Maria a Gesù, ma indica la cooperazione singolare (non solo “soggettiva” ma anche “oggettiva”) della Madre all’opera redentrice del Figlio. La verità che Cristo sia l’unico Redentore e che la Madonna sia stata redenta non contraddice la corredenzione, che dipende dalla grazia ricevuta in previsione dei meriti di Gesù e dalla funzione materna di Maria. Tale dottrina è insegnata dal Vaticano II e dal Catechismo e per essa «potremmo parlare di una sententia theologice certa o ad fidem pertinens». La Bussola intervista don Manfred Hauke, mariologo e ordinario di Dogmatica.

Continua a leggere “Perché Maria è Corredentrice: risposte a dubbi e obiezioni”

La Sindone che avvolse Gesù: le ultime scoperte

La Sindone è una reliquia per i credenti, per gli scienziati un oggetto misterioso che anima il loro continuo dibattito. Da anni se ne occupa Emanuela Marinelli, da esperta ma anche da credente che ci ricorda la storia del telo e le ultime scoperte, indicando come una delle rappresentazioni più “veritiere” il Crocifisso realizzato da monsignor Giulio Ricci.

Continua a leggere “La Sindone che avvolse Gesù: le ultime scoperte”

Contraccezione, una guerra contro i poveri

Contraccezione, aborto, eutanasia non sono conquiste della civiltà, ma armi nella guerra contro i poveri. È quanto emerge da un libro inglese di recente pubblicazione: Exterminating Poverty, scritto da Mark Sutherland, nipote del medico scozzese Halliday Sutherland che giusto cento anni fa ingaggiò una battaglia legale per bloccare il programma eugenetico di Marie Stopes, fondatrice della prima clinica di pianificazione familiare. La Bussola ha intervistato l’autore.

Continua a leggere “Contraccezione, una guerra contro i poveri”

“A scuola di Dottrina sociale, per veri politici cattolici”

Inizia il 19 marzo la Scuola Nazionale di Dottrina sociale della Chiesa dell’Osservatorio Cardinale Van Thuân, con dieci video-lezioni e dialogo con il docente. Testo base dell’arcivescovo Crepaldi. Un corso controcorrente ma essenziale oggi, che si rivolge a tutti i cattolici, aspiranti politici e non. Perché, come spiega Stefano Fontana in questa intervista alla Bussola, serve formare a “un sapere e a un agire cattolico nella società e nella politica, senza truffe”.

Continua a leggere ““A scuola di Dottrina sociale, per veri politici cattolici””

Sanremo 2021, il festival della blasfemia. La giusta condanna del vescovo Suetta

«Al Festival è stata calpestata la fede, mentre la gente in ospedale per il Covid trae sostegno da quegli stessi simboli». Intervista al vescovo di Sanremo Suetta sulle performance blasfeme di Achille Lauro: «Non volevo essere complice, ho fatto come Gesù nel tempio. Lauro non ha nulla di buono da mostrare; dispiaciuto per Fiorello: ha macchiato il suo talento». Sulla Rai: «Dissacrare non è arte, è il mestiere più vecchio del mondo con i soldi dei contribuenti cattolici».

Continua a leggere “Sanremo 2021, il festival della blasfemia. La giusta condanna del vescovo Suetta”

«Maria nell’abisso della foiba: così Marco restituì la pietas»

Il Giorno del Ricordo delle Foibe (10 febbraio) si celebra in clandestinità a causa dell’eredità culturale e negazionista del PCI. La Bussola incontra il papà di Marco Martinolli, cattolico morto in odore di santità, che onorò di pietas cristiana gli italiani uccisi dai comunisti e che in quel dramma si immedesimò fino a calarsi nel buio delle cavità: «Lasciava cadere dall’imboccatura delle foibe i santini della Madonna. Un giorno raggiunse l’Abisso Bertarelli per collocarvi una statuetta della Vergine».

Continua a leggere “«Maria nell’abisso della foiba: così Marco restituì la pietas»”