Eluana Englaro: chi ammette l’orrore ora vede il miracolo

Eluana Englaro — uccisa nove anni fa dallo stato e dalla sua famiglia — ritorna al cuore perché non l’abbiamo mai lasciata andare via. Le forbici del tempo non hanno reciso il suo volto. Siamo convinti che il modo migliore per parlarne oggi è accennare a quanto in questi nove anni Eluana ha rivelato nell’intimo delle nostre coscienze.

Continua a leggere “Eluana Englaro: chi ammette l’orrore ora vede il miracolo”

Annunci

L’eutanasia di Patrizia Cocco e la nostra umanità residua

A cosa serve la legge sulle DAT? Ad uccidere i malati, prima che la natura faccia il suo corso. Nient’altro: non serve ad altro! Anzi, sì: serve ad uccidere anche i disabili o i malati gravi, anche se non l’hanno chiesto; serve a non salvare la vita – anche quando è possibile – di persone che hanno perso la coscienza. Cosa serve la sedazione palliativa profonda prevista dalla legge? Ad uccidere il paziente senza farlo soffrire.

Continua a leggere “L’eutanasia di Patrizia Cocco e la nostra umanità residua”

Prima vittima delle DAT: stop al respiro e funerali in Chiesa

Ricordate il clamore intorno al caso Welby e la posizione dei cattolici? Dimenticateli. Da quando la legge sulle DAT è in vigore si verrà uccisi prima del tempo come se fosse normale e la Chiesa, più preoccupata di piacere al mondo che di salvarlo, non batterà ciglio.

Continua a leggere “Prima vittima delle DAT: stop al respiro e funerali in Chiesa”

Consultori e aborto, Giovanni Paolo II aveva visto tutto

Ritorniamo sulla benedizione impartita dalla Conferenza episcopale tedesca ai consultori cattolici che fanno capo all’organizzazione Donum vitae. L’aspetto problematico dal punto di vista morale dell’attività di questi consultori sta nel fatto che l’impegno volto a dissuadere le donne dall’aborto si accompagna necessariamente al servizio di rilascio del certificato medico indispensabile per abortire laddove il colloquio dissuasivo non fosse andato a buon fine.

Continua a leggere “Consultori e aborto, Giovanni Paolo II aveva visto tutto”

La sedazione, il senso del dolore e la morte cristiana

Dopo la morte di Marina Ripa di Meana, avvenuta senza spiegazioni precise sulla sua condizione, si è generata una confusione fra eutanasia e sedazione profonda, mentre in casa cattolica si è aperto un interessante dibattito tra doloristi e non-doloristi. Posizioni entrambe sbagliate: ecco cosa dice la Chiesa sul senso del dolore e il dovere della cura cristiani. Mentre in una intervista il dottor Bulla, esperto di cure palliative, spiega quando è lecito effettuare la sedazione.

Continua a leggere “La sedazione, il senso del dolore e la morte cristiana”

Belgio, eutanasia: i vescovi si “svegliano”

L’agenzia della Chiesa belga attacca la Commissione per l’eutanasia denunciando l’ipocrisia di chi finge di vigilare sugli abusi normativi. Il Vescovo ausiliare della diocesi di Malines-Bruxelles: “Siamo contro l’eutanasia in ogni forma”, ma se è “difficile cambiare le leggi la Chiesa può lavorare a livello morale”.

Continua a leggere “Belgio, eutanasia: i vescovi si “svegliano””

Pillola abortiva “fa cilecca”, la vita vince sulla RU-486

Una donna del Michigan si reca in clinica per abortire con la pillola RU-486, ma dopo una settimana il feto è ancora vivo. Così decide di portare a termine la gravidanza contro il parere dei medici e vince: da una gravidanza rifiutata e poi accolta nasce l’esperienza delle cliniche che aiutano le donne e contrastare gli effetti di quello che Lejeune chiamava il pesticida umano.

Continua a leggere “Pillola abortiva “fa cilecca”, la vita vince sulla RU-486″

Giappone, uno youtuber nella foresta dei suicidi

Sembra la scena di un film horror, ma è vero. Una star di YouTube entra in una foresta giapponese, nota per essere luogo di suicidi, e vi trova un corpo senza vita. Il video ha fatto scandalo. E solleva involontariamente un problema grave: la cultura della morte in Giappone.

Continua a leggere “Giappone, uno youtuber nella foresta dei suicidi”

Marina Ripa di Meano, morte-spot per l’eutanasia. E i radicali mietono

Il caso della celebrità italiana nota per aver condotto una vita senza limiti e che ha usato “sessantottinamente” il suo corpo per poi chiedere l’eutanasia, ha fatto gola ai Radicali che l’hanno usata come trofeo della vittoria politica sul “testamento biologico”, giocando sul concetto di sedazione profonda.

Continua a leggere “Marina Ripa di Meano, morte-spot per l’eutanasia. E i radicali mietono”

Non combattiamo gli uomini ma le forze del male

Noi non combattiamo le Bonino, i Renzi, i Cappato, alcuni cardinali vestiti di rosso per la vergogna che provocano nei fedeli, e nemmeno ingaggiamo battaglia contro istituzioni umane come i parlamenti, l’Unione europea, l’ONU; non combattiamo uomini, né organizzazioni umane, bensì come ricordava Giovanni Paolo II nell’Evangelium vitae battagliamo contro «tutte le forze del male che operano nella storia e contrastano la missione della Chiesa».

Continua a leggere “Non combattiamo gli uomini ma le forze del male”