Anche la Corte Europea vuole la morte di Charlie. Strada spianata all’obbligo di decesso per i malati

In tempi molto più rapidi del previsto la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (Cedu) ha dato ragione ai tribunali inglesi che avevano decretato la morte per Charlie Gard, il piccolo bambino di dieci mesi affetto da una rara malattia genetica. «La decisione è finale», dicono i giudici di Strasburgo in nome del rispetto per la sovranità britannica. La sentenza segna un salto di qualità spaventoso nella deriva nichilista dell’Europa.

Continue reading “Anche la Corte Europea vuole la morte di Charlie. Strada spianata all’obbligo di decesso per i malati”

Video: I 4 cardinali, la lettera e il silenzio del Papa, ecco cosa c’è di fondamentale da sapere

Si continua a ripete che con Amoris Laetitia la dottrina non è cambiata: come mai allora diversi vescovi, cardinali e perfino Conferenze episcopali approvano ciò che il Magistero non ha mai approvato? Perché allora quello che è peccato in Polonia è bene in Germania e così via? Ricordiamolo, in gioco ci sono ben tre Sacramenti: confessione, comunione e matrimonio. Per questo i cardinali dei Dubia non mollano.

Che confusione tra migranti e profughi

Anche buona parte di mondo cattolico e della Chiesa sostiene la campagna dei Radicali per una legge che allarghi i benefici dei rifugiati anche ai migranti economici. Ma è un grande errore perché tra migrante e rifugiato c’è una differenza sancita dalla Convenzione di Ginevra che tutela questi ultimi da 70 anni. Accomunarli è un errore fuorviante che costa caro, viola le leggi e favorisce i criminali.

Continue reading “Che confusione tra migranti e profughi”

Se non si difende la dottrina, non si imponga disciplina

Il National Catholic Register intervista il liturgista don Nicola Bux: “Siamo in piena crisi di fede causata dall’apostasia. Il Papa dovrebbe fare una professione di fede e correggere quelle parole e quei gesti ambigui ed erronei che sono interpretati in maniera non cattolica”.

Continue reading “Se non si difende la dottrina, non si imponga disciplina”

Dubia irrisolti. Alcune riflessioni su Papa e papato

Criticare il governo del papa regnante non significa non essere papisti, perché il papato e il magistero sono più grandi del persona privata del papa.

Continue reading “Dubia irrisolti. Alcune riflessioni su Papa e papato”

Amoris Laetitia, la Comunione “blocca” il discernimento

Ci sono molte ambiguità attorno al termine discernimento, un concetto che viene usato per concedere l’Eucaristia a chi si trova in situazione irregolare. Ma non è questo il significato che viene dalle Scritture e dal Magistero. Ecco, passo per passo, come accompagnare e accogliere.

Continue reading “Amoris Laetitia, la Comunione “blocca” il discernimento”

Giornata dell’Ambiente, liturgia da religione di Stato

Da qualche anno la Giornata dell’Ambiente sta diventando la principale liturgia di quella nuova “religione di Stato” della globalizzazione che è ormai divenuto l’ambientalismo. Facendo leva sull’ambiente, bene tipicamente indivisibile, si va così a riproporre il mito, già in precedenza catastroficamente fallito, dell’economia pianificata e quindi della dittatura illuminata dei pianificatori. E’ una trappola in cui sarebbe meglio cercare di non cadere.

Continue reading “Giornata dell’Ambiente, liturgia da religione di Stato”

Muller “stoppa” Francesco sui divorziati-risposati

«Il Papa non può insegnare una dottrina apertamente contro le parole di Gesù, e la dottrina dell’indissolubilità matrimoniale è assolutamente chiara». «Comunione solo per chi vive come fratello e sorella»: sono solo alcuni passaggi — legati all’Amoris Laetitia — della lunga intervista rilasciata dal prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede a EWTN.

Continue reading “Muller “stoppa” Francesco sui divorziati-risposati”