Da Fatima a Brescia, storia di una Madonnina speciale

Ha una storia che trasuda mistero e fede, in buona parte inedita, la statua della Madonna di Fatima affidata per alcuni giorni alla Nuova Bussola Quotidiana. Custodita da 55 anni da una famiglia bresciana, arrivò in Italia grazie a un figlio spirituale di Padre Pio, devotissimo della Vergine, dopo una richiesta ‘ardita’ al rettore del Santuario alla Cova d’Iria. Vi raccontiamo i particolari…

Continua a leggere “Da Fatima a Brescia, storia di una Madonnina speciale”

Dio abita nel Lager, quei sacerdoti internati a Dachau

La storia della “baracca dei preti” del Blocco 26 del campo di Dachau dove vennero imprigionati 2.720 sacerdoti e uccisi 1054. Sperimentarono il furore anticristiano delle SS naziste. San Paolo VI ricevette i superstiti e lodò la loro fedeltà al sacerdozio. La loro presenza costituiva la presenza di Dio in una situazione dove sembrava assente.

Continua a leggere “Dio abita nel Lager, quei sacerdoti internati a Dachau”

Quei cristiani che reagirono all’assalto comunista

È uscito libro di Giovanni Formicola sui cristiani che si opposero alle atrocità comuniste in Spagna e Messico negli anni ’20 e ’30. Con la Cruzada e la Cristiada la società fu in grado di reagire, anche militarmente e di sconfiggere l’avversario. Oggi, i cristiani sono in grado di reagire a “l’assalto al Cielo” considerando anche lo sbandamento pastorale che si manifesta nella Chiesa?

Continua a leggere “Quei cristiani che reagirono all’assalto comunista”

Il monachesimo di san Basilio Magno

San Basilio di Cesarea, con le parole e gli scritti, esortò i monaci ad avanzare nella perfezione. Oltre alle grandi opere di carità assistenziale, come la costruzione di ospedali, si preoccupò di dare un importante impulso alla preghiera, diffondendo specialmente i Salmi tra i fedeli, i quali per merito suo li pregavano anche di notte. Si oppose agli eretici, fu un grande apostolo e fedele servitore della Chiesa. Per questo, specialmente per i gravi errori diffusi nella Chiesa di oggi e per la crisi delle vocazioni alla vita consacrata, dovremmo pregare e chiedere la sua intercessione.

Continua a leggere “Il monachesimo di san Basilio Magno”

Katyn. Il massacro e la menzogna

Ecco come l’Armata Rossa di Stalin sterminò l’intero corpo ufficiali dell’esercito polacco – più di ventimila uomini –, addossando oltre tutto la responsabilità del crimine alla Wehrmacht di Hitler.

Continua a leggere “Katyn. Il massacro e la menzogna”

Idoli da distruggere, la lezione di san Vigilio

I primi secoli di cristianesimo sono zeppi di vescovi, santi, papi che, spesso a rischio della vita, abbattono idoli pagani, li distruggono, li bruciano, li buttano nei fiumi. Come san Vigilio di Trento, martire proprio perché fu lapidato dopo essersi disfatto di un idolo.

Continua a leggere “Idoli da distruggere, la lezione di san Vigilio”

I martiri del comunismo

Unione Sovietica, Ucraina, Polonia, Albania, Romania… L’elenco potrebbe continuare. Quanti martiri nei campi dell’orrore allestiti in quei Paesi… Terribile è che ora rischino di essere dimenticati: della maggioranza di loro non esiste neppure un volto, un nome… Sono state fatte perdere le tracce della memoria, perché nulla è maggiormente temuto dai rivoluzionari del ricordo.

Continua a leggere “I martiri del comunismo”

Prima di Colombo, in America non c’era il “buon selvaggio”

Tanta voglia di celebrare il mito del “buon selvaggio” da parte della sinistra e degli indigenisti. Il Columbus Day è stato celebrato fra le polemiche contro il “genocidio degli indigeni”, mentre al Sinodo per l’Amazzonia passa un’immagine idilliaca delle popolazioni indigene. Ma cos’erano le civiltà americane pre-colombiane. Un libro di Angela Pellicciari ci rinfresca la memoria sull’orrore di quelle civiltà pagane.

Continua a leggere “Prima di Colombo, in America non c’era il “buon selvaggio””

I martiri canadesi

I primi missionari giunsero nel XVII secolo, a Québec, nell’allora “Nuova Francia”, per portare la Buona Novella tra le tribù autoctone. Erano otto in tutto, sei presbiteri e due religiosi professi della Compagnia di Gesù. Erano consci dei pericoli che correvano, la crudeltà degli indiani irochesi era nota. Ma affrontarono il martirio con coraggio e pace del cuore, la pace di Cristo, tra lo stupore dei loro aguzzini. E questo permise alla loro opera di non svanire, anzi di riprendere in poco tempo vita e vigore. Un esempio anche per la Cristianità di oggi.

Continua a leggere “I martiri canadesi”

San Pio V, il papa di Lepanto

San Pio V è noto come il Papa di Lepanto. Preoccupato dalle mire espansionistiche dei turchi, istituì la Lega Santa. Che vinse. Il trionfo venne comunicato “in tempo reale” al Vicario di Cristo con una visione: angeli in coro intorno al trono della Beata Vergine, che teneva in braccio il Bambino Gesù e in mano la Corona del Rosario. Dopo l’evento prodigioso – era mezzogiorno – il Papa diede ordine che tutte le campane di Roma suonassero a festa e da quel giorno viene recitato l’Angelus proprio a quell’ora.

Continua a leggere “San Pio V, il papa di Lepanto”