Video. Lo Scapolare del Carmelo e Fatima in stretta relazione

Vogliamo ricordare la fulgida e Gloriosa Memoria della Beata Vergine del Monte Carmelo, con un’altra catechesi fatta dal compianto Padre Nicolas Gruner che a Fatima e al suo Messaggio ha dedicato tutta la sua vita anche per noi. Ringraziando la pagina fatima.it

Il 13 settembre 1917, la Vergine di Fatima aveva annunciato ai tre fanciulli che Nostra Signora del Monte Carmelo sarebbe giunta il mese successivo. Il 13 ottobre, al termine del ciclo di apparizioni, quando la conversazione fra Lucia e Nostra Signora del Rosario stava finendo, mentre la folla contemplava il grandioso miracolo cosmico, i tre pastorelli gioirono di molte visioni. Fu concesso loro di ammirare nel cielo tre quadri in successione, l’ultimo dei quali rappresentava Nostra Signora del Monte Carmelo che ricordava i Misteri Gloriosi del Rosario. Quella sera stessa, Lucia avrebbe riferito la sua visione ‘al Canonico Formigao: “Alla fine, la Vergine Che mi era apparsa ‘mi sembrò Nostra Signora del Monte Carmelo’.”

Alla fine del 1940, conversando con tre Carmelitani, Padre Donald O’Callagham, Padre Albert Ward e Padre Luis Gonzaga de Oliveira, Suor Maria-Lucia del Cuore Immacolato (nota come Suor Lucia) ricordò che la Beata Vergine Maria desiderava che la devozione al Santo Scapolare venisse divulgata. Se Nostra Signora, durante la Sua ultima apparizione in pubblico, lo aveva tenuto nelle Sue mani, ciò accadeva per esortarci a indossarlo e, proprio come nelle precedenti apparizioni, la presenza del Suo Rosario era una chiara manifestazione del desiderio del Suo Cuore.

Il messaggero del Cielo lo spiegò anche a Padre Howard Rafferty quando il prete la interrogò a nome del Padre Generalizio dei Carmelitani il 15 ottobre 1950: “Nostra Signora, gli disse Lucia, teneva lo Scapolare nelle Sue Mani perché vuole che tutti noi lo portiamo”.

Annunci

Un Padre Domenicano scrive a Vincent Lambert: meditiamo insieme

Prendiamo spunto dalla drammatica odissea di Vincent Lambert per fermarci a riflettere e a meditare, attraverso una Lettera che vogliamo fare nostra…. e uniamoci nella Preghiera. Qui il testo originale della Lettera.

Meditiamo con Sant’Antonio di Padova

Il sito Cooperatore-Veritatis.org ci offre un Sant’Antonio di Padova leggermente diverso dalla solita biografia, ossia, perché è chiamato il “martello degli eretici”? Che cosa ha veramente insegnato? Cosa erano i suoi Sermoni?

Ecce Crucem Domini!
Fugite partes adversae!
Vicit Leo de tribu Juda,
Radix David! Alleluia!

Orazione mentale per salvare la propria anima

Cari Amici, proseguendo il filone dei video sulla Preghiera, sul come pregare e cosa è davvero necessario alla nostra Anima, vi offriamo ora L’ORAZIONE MENTALE… che cosa è e cosa essa non è… il tutto tratto da un antico Breviario cattolico del 1947. Qui troverete i Novissimi di mons. Alessandro Maggiolini.

Adorazioni eucaristiche di riparazione. Un importante appello

Cari Amici, quanto segue è un accorato appello del professore Piergiorgio Cesario che ha scritto ai Sacerdoti ed ai Vescovi l’invito – e sollecitazione – ad intensificare le Adorazioni Eucaristiche, magari anche con il Triduo in prossimità della Solennità del Corpus Domini ed in altre occasioni dell’anno, in riparazione degli oltraggi e sacrilegi al Divinissimo Sacramento.
Facciamo nostro questo Appello inserendo qui le due Lettere di Piergiorgio, QUI PER I TESTI.
accompagnando l’invito anche attraverso un video di più facile divulgazione. Chiunque potrà divulgarlo, così come vi viene offerto, senza manomettere e senza spezzare o estrapolare i contenuti. Grazie.