C’è troppo silenzio? La giovinezza della Messa Tridentina

«C’è una bellezza che riguarda la celebrazione della Messa che solitamente non viene evidenziata; e cioè che in essa vengono sospese le categorie dello spazio e del tempo. Sì, avete capito bene: le categorie dello “spazio” e del “tempo”. Vi ricordate la saga di Ritorno al futuro? La possibilità di viaggiare nel tempo è sempre stato un sogno di tutti. Andare nel passato o lanciarsi nel futuro, veramente, concretamente e non solo con l’immaginazione. Ebbene, la Messa è questo. Prendere una macchina di questo tipo, accendere i motori, e viaggiare nella storia per andare, non con l’immaginazione, bensì veramente, ad atterrare sul Calvario ai piedi della Croce di Cristo. Con a fianco un’ottima (anzi la migliore) compagnia: la Mamma di Gesù, le Pie Donne e il buon San Giovanni, unico maschio che decise di accompagnare coraggiosamente il Maestro fino al patibolo e non come fecero gli altri che si dissolsero pavidamente. Anche se poi ebbero il tempo per rifarsi» (Corrado Gnerre)

Video. F. Sheen: il Teismo degli Atei e dei Modernisti

Cari Amici, ecco la seconda parte della Lectio del Beato mons. Fulton Sheen, qui la prima parte: nella quale, dopo aver spiegato LA CHIESA, il santo Vescovo ci aiuta a fare discernimento dell’ateismo e del TEISMO….
CHE COSA E’ IL TEISMO? è la credenza che esista almeno una divinità… ed è un termine (che dal greco appunto significa DIO) atto ad indicare il monoteismo contro, appunto A-Teismo…. ma c’è un problema… laddove è vero che per teismo si intende anche la credenza in un Dio unico, supremo, per lo più personalizzato e provvidenziale, e che si oppone all’ateismo e all’agnosticismo, ed è diverso dal panteismo…. per altri versi però – questo teismo moderno CHE PROVIENE DAL PROTESTANTESIMO – unisce la conclusione che ci sarebbero ragioni sufficienti per credere non solo in un Dio unico ma anche a delle DIVINITA’… oppure che DIO ESISTE SI, MA NON LO SI PUO’ PROVARE….
è evidente perciò che tale teoria, questo teismo è pura eresia…
Il Catechismo della Chiesa Cattolica, seguendo la tradizione tomista e la definizione dogmatica del primo concilio vaticano, afferma che è dottrina della Chiesa Cattolica Romana che l’esistenza di Dio sia stata dimostrata razionalmente. Alcuni altri cristiani di diversa denominazione mantengono una visione simile. Circa questa visione, deve essere fatta una distinzione tra:

  1. dottrine che appartengono essenzialmente alla fede e non possono essere dimostrate, come la dottrina della trinità o dell’incarnazione,
  2. e dottrine che possono essere accettate per fede ma che possono essere conosciute con la ragione; vale a dire, verità rivelate per rivelazione speciale e per rivelazione generale.
    L’esistenza di Dio viene detta essere del secondo tipo. Come difesa teologica di questa visione, si potrebbe citare l’affermazione di san Paolo per cui i pagani erano senza scuse perché: «Le sue invisibili perfezioni, fin dalla creazione del mondo, appaiono chiare, se ben considerate, dalle opere sue, sia la sua eterna potenza, sia la divinità, cosicché essi sono inescusabili» (Rm.1,20), qui entriamo poi in quella che sappiamo ben distinguere con la ragione stessa e che è LA LEGGE NATURALE… e per fare due esempi pratici di questo TEISMO odierno basti pensare alla firma di Abu Dhabi…. e il trionfo della Pachamama, divinità della terra, nel giorno della festa della Beata Vergine Maria del santo Rosario….

Video. F.Sheen: La Chiesa è più tradizionalista dei fondamentalisti e più moderna dei Modernisti

Cari Amici vi proponiamo, dal testo “Menzogne e Verità” del beato e grande mons. Fulton Sheen alcune riflessioni sulla più vera ed autentica INFALLIBILITA’ della Chiesa Cattolica, nonostante l’indegnità delle sue Membra, anche gerarchiche… e nonostante tutte le rivoluzioni che dal di dentro la vorrebbero corrompere e modificare.

Lepanto 7 ottobre 1571-2021

Il professor Roberto de Mattei, presidente della Fondazione Lepanto, annuncia l’anno giubilare a ricordo della battaglia, in programma il 7 ottobre 2021, quando ricorrerà l’anniversario numero quattrocentocinquanta di quello scontro decisivo per le sorti dell’Europa e del mondo. Un episodio lontano nel tempo, ma il cui significato è di stringente attualità.

Il senso del soprannaturale nella società secolarizzata

Conferenza di S. E. Mons. Athanasius Schneider, vescovo ausiliare di Astana (Kazakhistan) presso la sede della Fondazione Lepanto. L’incontro, dal titolo Il senso del soprannaturale nella società secolarizzata, si è tenuto a Roma il 16 settembre 2020.

Video. L’amore di Gesù “fino alla fine”

Il vero amore richiede il sacrificio di sé; nel sacrificio di sé c’è l’amore vero.

Qual è questa “fine” verso cui si spinge l’amore di Gesù? Si tratta del suo amore fino al compimento, fino al “tutto è compiuto” della Croce. Questo amore implica il sacrificio, il dono di sé fino alla consumazione di se stesso. Il vero amore richiede il sacrificio di sé; nel sacrificio di sé c’è l’amore vero. Dobbiamo recuperare la teologia del sacrificio per sollevare le sorti delle nostre parrocchie e della catechesi cristiana.