I gesti anticristici in mezzo a noi. E la nostra indifferenza

Nell’immaginario collettivo l’Anticristo è una persona tremendamente cattiva. Ma nelle Scritture l’Anticristo non è una singola persona, ma tutti gli uomini che corrompono con eresie il Vangelo della Salvezza. E di gesti anticristici ne vediamo a iosa, anche da parte di autorevoli esponenti della Chiesa…

Continua a leggere “I gesti anticristici in mezzo a noi. E la nostra indifferenza”

Don Alfredo Morselli: Dio è cattolico

Intervista a Don Alfredo Maria Morselli, parroco e teologo bolognese, su il quotidiano La Verità del 17 luglio 2019.

Continua a leggere “Don Alfredo Morselli: Dio è cattolico”

Sant’Atanasio, l’uomo della Divina Provvidenza

Il santo del giorno è Sant’Atanasio di Alessandria: in tutti i sensi, l’uomo della Provvidenza. Le cinque volte in cui fu costretto all’esilio per l’indomita difesa della vera fede, minacciata dagli ariani, danno una prima idea del perché egli sia stato detto «il Grande».

Continua a leggere “Sant’Atanasio, l’uomo della Divina Provvidenza”

Elogio del fariseo, che razzola male ma predica bene

I media puntano il dito contro i politici che predicano la famiglia naturale, ma vivono in situazioni irregolari, con divorzi, relazioni, ecc… Ma almeno predicano bene. Sono migliori di quelli che, pur avendo una famiglia solida alle spalle, teorizzano lo sfascio. La Chiesa ha sempre perdonato i peccatori, ma è dura con gli eretici.

Continua a leggere “Elogio del fariseo, che razzola male ma predica bene”

Christotokos o Theotokos? Contro Nestorio

Nell’eresia nestoriana la natura umana e la natura divina di Cristo sono separate: l’uomo Gesù è abitato da Dio. È ancora una volta la Vergine benedetta, nello splendore della sua divina Maternità, a debellare una sottile insidia teologica che a detta del grande sant’Agostino «avrebbe privato l’uomo del bene incommensurabile della salvezza».

Continua a leggere “Christotokos o Theotokos? Contro Nestorio”

Video. Giordano Bruno? La vera storia mai raccontata

Cari Amici, la storia di Giordano Bruno è l’alfiere della vittoria della MASSONERIA, lo scacco matto che il governo massone di Crispi intese e credette muovere contro la Chiesa Cattolica e contro il Papa, ma pochi sanno come andarono davvero le cose.
Vi proponiamo la vera storia del TRISTE E MALINCONICO MONUMENTO e di come davvero Giordano Bruno finì sul rogo e capirete che non fu affatto “colpa” della Chiesa.
LA MENZOGNA è dura a morire se, però… quando si viene a sapere la verità, non si farà nulla perché essa venga a diritto ripristinata. Qui per il testo scritto: Giordano Bruno si è bruciato da solo.

San Giovanni Damasceno, colui che spiegò il valore della materia

San Giovanni Damasceno, con cui si è soliti far terminare la patristica orientale, dovette combattere la grande eresia dell’iconoclastia.

Continua a leggere “San Giovanni Damasceno, colui che spiegò il valore della materia”

San Massimo il Confessore, modello di vera perseveranza

Uno dei grandi Padri della Chiesa d’Oriente, del tardo periodo antico, è san Massimo, onorato dalla tradizione con il titolo di Confessore; epiteto da intendere non nell’accezione oggi più diffusa, di colui che amministra il Sacramento della Penitenza, ma nel suo significato etimologico di “testimone coraggioso” della Fede cristiana.

Continua a leggere “San Massimo il Confessore, modello di vera perseveranza”

Sant’Atanasio, incrollabile baluardo della Verità tutta intera

Atanasio di Alessandria, vescovo, santo, nonché Dottore e Padre della Chiesa, ha molto da insegnare, ancora oggi, al popolo di Dio. La sua esperienza di vita è sorprendentemente attuale e la sua dottrina è quanto mai autentica: insomma un vero “custode dell’ortodossia”.

Continua a leggere “Sant’Atanasio, incrollabile baluardo della Verità tutta intera”

San Leone Magno: il perdono, la liturgia e la lotta contro le eresie

Papa Leone Magno condannò le eresie nella Chiesa di chi parlava solo della divinità o solo dell’umanità di Cristo. Quanto ai colpevoli scrisse: «Può darsi che il Signore abbia permesso tale prova perché venissero smascherati. Ma mai procedere a cuor leggero nei loro confronti». E insegnò che la liturgia cristiana non è il ricordo di avvenimenti passati, ma l’attualizzazione di realtà invisibili che agiscono nella vita di ognuno.

Continua a leggere “San Leone Magno: il perdono, la liturgia e la lotta contro le eresie”