San Leone Magno: il perdono, la liturgia e la lotta contro le eresie

Papa Leone Magno condannò le eresie nella Chiesa di chi parlava solo della divinità o solo dell’umanità di Cristo. Quanto ai colpevoli scrisse: «Può darsi che il Signore abbia permesso tale prova perché venissero smascherati. Ma mai procedere a cuor leggero nei loro confronti». E insegnò che la liturgia cristiana non è il ricordo di avvenimenti passati, ma l’attualizzazione di realtà invisibili che agiscono nella vita di ognuno.

Continua a leggere “San Leone Magno: il perdono, la liturgia e la lotta contro le eresie”

Annunci

In che cosa consiste precisamente il peccato originale?

Il peccato originale commesso dal primo uomo e dalla prima donna è stato un atto di disobbedienza a Dio la cui radice risiede nella superbia.

Continua a leggere “In che cosa consiste precisamente il peccato originale?”

Ex lesbica: «La Chiesa senza verità non salva nessuno»

Rosaria C. Butterfield, ex attivista Lgbt oggi moglie e mamma, si convertì grazie ad un pastore che osò sfidare la sua ragione e «il cui amore, oggi che si predica l'”etica della situazione” e non si corregge il peccatore impedendone la salvezza, sarebbe considerato odio. Ma è una tragedia quando la chiesa si lascia istruire dal mondo: false conversioni si moltiplicano, molti si convincono delle promesse del Vangelo ma non della Sua Verità».

Continua a leggere “Ex lesbica: «La Chiesa senza verità non salva nessuno»”

Il “piccolo resto” della Chiesa in Olanda

L’arcivescovo di Utrecht, il cardinale Wim Ejik, offre un quadro drammatico della scomparsa della Chiesa cattolica in Olanda. A cominciare dalla sua città, dove, nei prossimi dieci anni, da 280 chiese in cui si celebra l’eucarestia si passerà a meno di quindici. “Ogni volta che chiudo una chiesa una lama mi trapassa il cuore. Ma ad essere ancora vive sono le chiese che praticano la liturgia della tradizione”.

Continua a leggere “Il “piccolo resto” della Chiesa in Olanda”

Lettura della Pascendi Dominici gregis di san Pio X

Il sito amico Cooperatores Veritatis offre la la lettura in audio di grandi passaggi della Pascendi Dominici gregis, l’enciclica di san Pio X con la quale smaschera i MODERNISTI, l’eresia modernista, la denuncia e la condanna, svelandone anche LA SUBDOLA AZIONE metodica, attraverso la quale, spiega, i cattolici NON SANNO SPESSO RICONOSCERLA…. e dice: “E alfin di procedere con ordine in una materia di troppo astrusa, è da notare anzi tutto che ogni modernista sostiene e quasi compendia in sé molteplici personaggi: quelli cioè di filosofo, di credente, di teologo, di storico, di critico, di apologista, di riformatore: e queste parti sono tutte bene da distinguersi una ad una, da chi voglia conoscere a dovere il lor sistema e penetrare i principî e le conseguenze delle loro dottrine.”

Le parole perdute di Newman (e di san Pio X)

Alcuni preziosi insegnamenti del beato card. Newman: opporsi al mondo, la necessita del Dogma, la priorità della zelo sulla benevolenza. Come insegnava il Catechismo di papa San Pio X.

Continua a leggere “Le parole perdute di Newman (e di san Pio X)”

Il card. Sarah: Rifiutare l’Humanae Vitae è lottare contro Dio

Il prefetto del Culto Divino, il card. Robert Sarah, interviene sui tentativi di revisione dell’enciclica di Paolo VI e avverte: «Accogliere l’Humanae Vitae non è solo sottomettersi al Papa, ma ascoltare e accogliere la Parola di Dio. I Cardinali, i Vescovi e i teologi che hanno l’hanno rifiutata incoraggiando i fedeli alla ribellione contro l’enciclica si sono perciò messi deliberatamente e pubblicamente in lotta contro Dio stesso. La cosa più grave è che essi invitano i fedeli ad opporsi a Dio».

Continua a leggere “Il card. Sarah: Rifiutare l’Humanae Vitae è lottare contro Dio”

Pena di morte, la lezione della Grande Guerra

Il cambiamento del testo sulla pena di morte nel Catechismo, voluto da Papa Francesco, esclude in modo definitivo anche quei casi-limite che, nella versione precedente, erano più o meno implicitamente contemplati. Se è pur vero che le moderne società occidentali possono tutelare il bene comune imprigionando i delinquenti in carceri ben munite, non è detto, infatti, che questo possa essere garantito in migliaia di zone disastrate e poco civilizzate sparse in tutto il mondo dove le strutture di detenzione sono spesso in condizioni precarie.

Continua a leggere “Pena di morte, la lezione della Grande Guerra”

Testimonianze, la Dottrina non è impraticabile

Una scelta difficile in un cammino di fede travagliato, ma pieno di grazia: la testimonianza di una coppia che ha affrontato il lungo percorso della nullità di matrimonio precedente vivendo da fratello e sorella per 13 anni. E ha trovato Gesù, sommo bene. La prova che la vita vera conferma la dottrina e non la influenza.

Continua a leggere “Testimonianze, la Dottrina non è impraticabile”

I “santi impiccati”: quando la pena di morte è via di santità

Non c’è un solo passo nelle Scritture, né in san Paolo né nei Padri e nemmeno in san Tommaso d’Aquino che parli contro la pena di morte. San Giuseppe Cafasso diceva che quelli che accompagnava al capestro erano i suoi «santi impiccati». Se riusciva a confessarli e comunicarli, andavano subito in Paradiso, avendo espiato con la morte violenta le loro malefatte. L’esempio è illustre: Gesù in croce dice al Buon Ladrone (il quale riconosce come giusta la pena inflittagli) «oggi sarai con me in Paradiso». Sul tavolo della Congregazione per la Cause dei Santi ci sono due dossier riguardanti due condannati a morte negli anni Cinquanta: uno ghigliottinato, l’altro garrotato. Perché la pena di morte può essere via di santità.

Continua a leggere “I “santi impiccati”: quando la pena di morte è via di santità”