“Unplanned”, vescovi spettatori dell’aborto nel “tempio” dell’Ariston

Venerdì 29 luglio, al Teatro Ariston, sarà proiettata la pellicola basata sulla storia vera di Abby Johnson, l’ex direttrice di una clinica di Planned Parenthood convertitasi alla causa pro vita dopo aver assistito a un aborto. Attesi cinque vescovi, tra cui mons. Suetta, che parla alla Bussola elogiando il valore culturale dell’iniziativa. Tanti i giovani coinvolti.

Continua a leggere ““Unplanned”, vescovi spettatori dell’aborto nel “tempio” dell’Ariston”

L’infanticidio ci fa orrore (ma anche l’aborto uccide)

Un caso immaginario (ma frequente) e un caso di cronaca, entrambi dolorosi, ci spingono a chiederci perché ci si indigna (giustamente) per una madre che uccide sua figlia e si approva invece l’uccisione di un figlio nel grembo materno. Perché non si percepisce il nascituro come persona. Ma di questo passo chi potrà limitare il diritto di vita e di morte?

Continua a leggere “L’infanticidio ci fa orrore (ma anche l’aborto uccide)”

Aborto, “dogma” che svela le contraddizioni pro choice

Il ministro della Salute portoghese propone benefit ai medici che scongiurano l’aborto delle pazienti. Viene subissato di critiche e la proposta viene bocciata anche se prevedeva la contraccezione. I pro choice in realtà non sono più per una scelta libera, ma mettono l’aborto davanti a tutto come l’unica scelta possibile davanti a una gravidanza indesiderata.

Continua a leggere “Aborto, “dogma” che svela le contraddizioni pro choice”

Il presidente maltese Vella: “Firmare per l’aborto? Piuttosto mi dimetto”

Nell’ultimo paese dell’Unione europea in cui l’aborto è un crimine, Malta, di fronte alla proposta di legalizzarlo, il presidente George Vella ha dichiarato: «Non posso impedire all’esecutivo di decidere, ma ho la libertà, se non sono d’accordo, di dimettermi, non ho problemi a farlo, non ci sono mezze misure per l’omicidio, non ci sono “se” e “ma”». Il parlamento ha poi bloccato la proposta e così Vella ha sconfessato la strategia perdente del male minore.

Continua a leggere “Il presidente maltese Vella: “Firmare per l’aborto? Piuttosto mi dimetto””

17 maggio 1981-2021: 40° del referendum sull’aborto

17 maggio 1981: con un referendum gli Italiani confermano l’aborto. Un vademecum del Cammino dei Tre Sentieri per rispondere a coloro che sono a favore di questo abominevole delitto.

Continua a leggere “17 maggio 1981-2021: 40° del referendum sull’aborto”

“Roe v Wade”, in arrivo il film verità sull’aborto negli USA

Su Amazon Prime e iTunes arriverà ad aprile, ma sta già facendo parlare di sé. Si tratta di Roe v Wade, il nuovo film che racconta la storia della legalizzazione dell’aborto negli Stati Uniti, in seguito ad una sentenza nel 1973.

Continua a leggere ““Roe v Wade”, in arrivo il film verità sull’aborto negli USA”

Se l’aborto è una pizza take away

Marche, l’assessore Giorgia Latini pensa di proporre una revisione delle linee ministeriali sulla Ru486 e di aiutare le donne in gravidanza. Ma le femministe di “Non una di meno” rispondono con la richiesta dell’«aborto per tuttu» (sic!) e della pillola «da asporto». Sembra una parodia della vecchia propaganda abortista, e invece è la cultura mortifera che mostra il suo vero volto.

Continua a leggere “Se l’aborto è una pizza take away”