Aborto, la sentenza della Corte suprema USA: perché tanto clamore?

Per promuovere l’aborto, oltre ad esaltare il diritto di scelta della donna, si è reso necessario «anestetizzare» e obnubilare le coscienze. Il figlio deve perdere il suo profilo umano, deve ridursi ad un «cumulo di cellule» e la sua espulsione dall’utero materno deve essere vissuta in una sorta di estasi e di subcoscienza, la sua uccisione non deve essere percepita come tale ma descritta come «espletamento di una procedura». La riaccensione del dibattito sull’aborto sembra aver arrestato questo processo di intorpidimento dei sensi e aver portato ad un brusco risveglio della coscienza.

Continua a leggere “Aborto, la sentenza della Corte suprema USA: perché tanto clamore?”

«Abrogare la 194 si può. Ma servono formazione e preghiera»

La sentenza della Corte Suprema USA sull’aborto può offrire ai pro vita italiani «un’opportunità per mettere in discussione una legge ingiusta». C’è un grande lavoro da fare sul piano normativo e culturale, perché «nessuna ragione può prevalere sulla sacralità della vita umana». La Chiesa non può, in nome del dialogo, venir meno alla «doverosa chiarezza» su aborto e 194. E serve recuperare la convinzione che «le buone battaglie si vincono innanzitutto con la forza di Dio». La Bussola intervista Antonio Suetta, vescovo di Ventimiglia – San Remo.

Continua a leggere “«Abrogare la 194 si può. Ma servono formazione e preghiera»”

Aborto, “dogma” che svela le contraddizioni pro choice

Il ministro della Salute portoghese propone benefit ai medici che scongiurano l’aborto delle pazienti. Viene subissato di critiche e la proposta viene bocciata anche se prevedeva la contraccezione. I pro choice in realtà non sono più per una scelta libera, ma mettono l’aborto davanti a tutto come l’unica scelta possibile davanti a una gravidanza indesiderata.

Continua a leggere “Aborto, “dogma” che svela le contraddizioni pro choice”

Eutanasia, l’inganno dell’autodeterminazione

Attraverso una serie di evidenti contraddizioni, comprendiamo quanto sia ingannevole il principio di autodeterminazione che soggiace a certi slogan pro eutanasia.

Continua a leggere “Eutanasia, l’inganno dell’autodeterminazione”

Il medico di Oxford smonta le bugie sugli aborti clandestini

Il medico e bioeticista dell’Università di Oxford, Calum Miller, in uno studio pubblicato su MDPIi e in un articolo sul Journal of Medical Ethics, mostra la falsità delle statistiche sugli aborti clandestini diffuse — anche da Amnesty — in vari Paesi per legalizzare l’aborto. E, dati alla mano, spiega che l’aborto legale non riduce la mortalità materna, anzi può aumentarla.

Continua a leggere “Il medico di Oxford smonta le bugie sugli aborti clandestini”

17 maggio 1981-2021: 40° del referendum sull’aborto

17 maggio 1981: con un referendum gli Italiani confermano l’aborto. Un vademecum del Cammino dei Tre Sentieri per rispondere a coloro che sono a favore di questo abominevole delitto.

Continua a leggere “17 maggio 1981-2021: 40° del referendum sull’aborto”

Contraccezione, una guerra contro i poveri

Contraccezione, aborto, eutanasia non sono conquiste della civiltà, ma armi nella guerra contro i poveri. È quanto emerge da un libro inglese di recente pubblicazione: Exterminating Poverty, scritto da Mark Sutherland, nipote del medico scozzese Halliday Sutherland che giusto cento anni fa ingaggiò una battaglia legale per bloccare il programma eugenetico di Marie Stopes, fondatrice della prima clinica di pianificazione familiare. La Bussola ha intervistato l’autore.

Continua a leggere “Contraccezione, una guerra contro i poveri”

“Roe v Wade”, in arrivo il film verità sull’aborto negli USA

Su Amazon Prime e iTunes arriverà ad aprile, ma sta già facendo parlare di sé. Si tratta di Roe v Wade, il nuovo film che racconta la storia della legalizzazione dell’aborto negli Stati Uniti, in seguito ad una sentenza nel 1973.

Continua a leggere ““Roe v Wade”, in arrivo il film verità sull’aborto negli USA”