È morto padre Laurentin. Il ricordo dell’amico Vittorio Messori.

Lo scrittore ricorda il mariologo scomparso a 100 anni. “Osteggiato in ambito accademico dagli arroganti teologi che disprezzavano la mariologia, ma il capitolo su Maria della Lumen Gentium è suo”. “Una volta su tuffò in Senna nuotando da sponda a sponda e mi raccontò del perché non si occupò mai di Fatima”. E su Medjugorie l’entusiasmo si fece certezza: “Ammetteva che la Madonna potesse non essere apparsa all’inizio, ma dopo no. Sul Podbrdo era certamente lei, si convinse dai frutti straordinari perché è l’unico movimento di massa post-conciliare che porta la gente alla fede”.

Continua a leggere “È morto padre Laurentin. Il ricordo dell’amico Vittorio Messori.”

Annunci

Navarro-Valls, il ricordo di Messori

Un incontro burrascoso, poi una complice amicizia fatta di prosciutti rinsecchiti e di fumate sui tetti. Vittorio Messori racconta il rapporto con Navarro Valls. “Tutto iniziò facendo arrabbiare lui e Wojtyla. Rifiutai un’intervista. Ma il Papa ricavò dalle mie domande Varcare la soglia della speranza, con lui regista”. Classe e savoir vivre: ritratto di un cattolico fuori dai cliché. E un rammarico: “Un archivio sterminato di annotazioni che doveva diventare libro”.

Continua a leggere “Navarro-Valls, il ricordo di Messori”

Inferno, preghiera e conversione: quel messaggio politicamente scorretto, ma evangelico di Fatima

A che servono le apparizioni? Fatima è tra le risposte maggiori, per un mondo che sempre più dimentica il significato vero della vita sulla terra e la sua continuazione nell’eternità. Fatima è un messaggio duro, politicamente scorretto e proprio per questo è evangelico, nella sua rivelazione della verità e nel suo rifiuto di ipocrisie, eufemismi, rimozioni. A cento anni dall’avviso inquietante e consolante giunto dal Portogallo. Parla Messori, nel nuovo libro di Vincenzo Sansonetti.

Continua a leggere “Inferno, preghiera e conversione: quel messaggio politicamente scorretto, ma evangelico di Fatima”

Verità e misericordia

San Massimiliano Kolbe era convinto che tra i nemici mortali del cattolicesimo ci fosse la massoneria ed era altrettanto persuaso che nel gruppo dirigente massonico la componente ebraica fosse importante. Si batté con forza denunciando tali acerrimi avversari della Chiesa e per condurre efficacemente questa battaglia diede vita alla Milizia dell’Immacolata e alla “Città dell’Immacolata”. Eppure, quando i nazisti entrarono in Polonia — ricorda Vittorio Messori nel suo Pensare la storia (Sugarco, 2006) — migliaia di ebrei cercarono rifugio proprio presso P. Kolbe, che li accolse come fratelli. Anche per questo, il futuro santo venne internato nel campo di concentramento di Auschwitz, insieme a tanti ebrei, e qui offrì la sua vita chiedendo e ottenendo di prendere il posto di un ebreo padre di famiglia condannato a morte. Questo è «vero cattolicesimo», ricorda Messori, capace di un confronto leale, aperto e anche duro in difesa della verità ma al contempo capace di spalancare le braccia per abbracciare le persone con le cui idee si è battagliato.

FONTE: iltimone.org

Abusi liturgici, passato il limite del sopportabile

Presentato a Roma nel tardo pomeriggio, presente l’autore, il saggio-manuale di don Nicola Bux Con i sacramenti non si scherza. Gli interventi sobri e pungenti dei cardinali Sarah e Burke e dell’economista cattolico Ettore Gotti Tedeschi.

Continua a leggere “Abusi liturgici, passato il limite del sopportabile”

Le ipotesi di Messori e le “sette vite” di Maria

Tra le tantissime suggestioni del libro di Messori Ipotesi su Maria un tema mi ha intrigato: si tratta delle “vite” della Madonna scritte dai mistici. Anzi, dalle mistiche, dal momento che sono quasi tutte donne. Messori parte da un lavoro del mariologo Renée Laurentin, che ne mette in fila sette.

Continua a leggere “Le ipotesi di Messori e le “sette vite” di Maria”

Una mattina nell’eremo del Papa emerito

Un invito inatteso dopo tanti anni, un’ora a tu per tu con Benedetto XVI, una mente vivacissima in un corpo ormai molto affaticato. «Io posso solo pregare», dice quando parliamo della situazione ecclesiale. Un libro sull’aldilà, sul dopo la morte? «Sarebbe una cosa preziosa ma ormai mi mancano le forze per farlo». Le preghiere di Benedetto XVI: rosario, salmi, orazioni scritte dai santi e i brani biblici e le invocazioni del breviario.

Continua a leggere “Una mattina nell’eremo del Papa emerito”

Lo strano schiamazzo

L’articolo sul Corriere della Sera, la tempesta mediatica, lo strano accanimento di Avvenire, il complottismo. In questa anticipazione dal mensile Il Timone, Vittorio Messori rompe il silenzio e spiega che cosa è davvero successo tra lo scorso Natale e l’Epifania, e ribadisce che è mosso soltanto dall’amore per la Chiesa e dal rispetto per colui che, secolo dopo secolo, è chiamato a guidarla in terra.

Continua a leggere “Lo strano schiamazzo”