La Santa Messa imbavagliata: da padre Pio a papa Francesco

Le chiese oggi sono sempre più vuote, addirittura chiudono i battenti perché prive di nuove leve sacerdotali, non così laddove si continua a trasmettere il catechismo di sempre e a celebrare la Messa di sempre.

Continua a leggere “La Santa Messa imbavagliata: da padre Pio a papa Francesco”

La Messa Cattolica? La più avvincente delle avventure!

Solitamente cosa s’intende per “avventura”? Etimologicamente il termine “avventura” deriva da “avvenire”, cioè fa riferimento agli accadimenti. Ma ci sono accadimenti e accadimenti.

Continua a leggere “La Messa Cattolica? La più avvincente delle avventure!”

Una lettera dalla Svezia. Il card. Arborelius e il motu proprio Traditionis Custodes

La lettera che qui riportiamo è apparsa sul portale della Diocesi di Stoccolma l’indomani della pubblicazione del Motu Proprio Traditionis Custodes. È un breve testo prudente e conciliante che tuttavia, se letto attentamente, comunica le ragioni di una forte preoccupazione.

Continua a leggere “Una lettera dalla Svezia. Il card. Arborelius e il motu proprio Traditionis Custodes”

Elogio della Messa Tridentina e del latino lingua della Chiesa

La banalizzazione della liturgia ha portato la banalizzazione della Fede. Anche per una Chiesa “moderna” e “al passo con i tempi” è indispensabile il ritorno alla Messa tradizionale.

Continua a leggere “Elogio della Messa Tridentina e del latino lingua della Chiesa”

Chi va al Vetus Ordo Missae è più fedele alla Dottrina

Negli Stati Uniti per la prima volta una ricerca statistica su vasta scala confronta fedeltà alla dottrina, apertura alla vita e rifiuto dei contraccettivi e dell’aborto tra i fedeli che scelgono di frequentare la messa in forma straordinaria e quelli che optano per il Novus Ordo Missae. I risultati sono sorprendenti. Almeno per la sociologia. 

Continua a leggere “Chi va al Vetus Ordo Missae è più fedele alla Dottrina”

Quando Wojtyla e Ratzinger difesero Ecclesia Dei e la Messa antica

Originally posted on cooperatores veritatis:
“Il Popolo di Dio ha bisogno di vedere nei sacerdoti e nei diaconi un comportamento pieno di riverenza e di dignità, capace di aiutarlo a penetrare le cose invisibili, anche…

Cooperatores Veritatis

“Il Popolo di Dio ha bisogno di vedere nei sacerdoti e nei diaconi un comportamento pieno di riverenza e di dignità, capace di aiutarlo a penetrare le cose invisibili, anche senza tante parole e spiegazioni. Nel Messale Romano, detto di San Pio V, vi sono bellissime preghiere con le quali il sacerdote esprime il più profondo senso di umiltà e di riverenza di fronte ai santi Misteri: esse rivelano la sostanza stessa di qualsiasi Liturgia.” (Giovanni Paolo II Lettera al Culto Divino 21.9.2001)

Lo spiega molto bene anche il card. Ratzinger nella sua autobiografia:

rimasi sbigottito per il divieto del messale antico, dal momento che una cosa simile non si era mai verificata in tutta la storia della liturgia. Pio V e non diversamente da lui, anche molti dei suoi successori avevano rielaborato questo messale, in un processo continuativo di crescita storica e di purificazione, in cui, pero’…

View original post 4.833 altre parole

Benedetto XVI, un pontefice impossibile da “taroccare”

Nella vicenda Viganò c’è molto più di Viganò. C’è un attacco a Benedetto XVI in cui il taroccamento mediatico sarebbe stato funzionale ad un taroccamento teologico e magisteriale, nel tentativo di cambiare i connotati percepiti del magistero di Ratzinger, trascinandolo verso altre interpretazioni. Fede e ragione, ecologia umana, diritto naturale, Quaerere Deum e Vetus ordo: un pontificato scomodo ancora osteggiato.

Continua a leggere “Benedetto XVI, un pontefice impossibile da “taroccare””