Intervista: «Ho trovato 40 ostie intatte a mesi dal sisma»

Don Angelo Ciancotti, parroco della Cattedrale di Ascoli, racconta alla NuovaBQ il ritrovamento di 40 ostie, ancora intatte un anno e mezzo dopo il terremoto che nell’agosto del 2016 aveva sepolto il tabernacolo della chiesa di Santa Maria Assunta di Arquata del Tronto: «Un miracolo che ci testimonia la presenza del Signore nell’Ostia consacrata».

Continua a leggere “Intervista: «Ho trovato 40 ostie intatte a mesi dal sisma»”

Annunci

Il card. Sarah: “La Comunione? In bocca e in ginocchio”

Il Prefetto del Culto Divino, il card. Robert Sarah, firma la prefazione di un libro in uscita oggi che svela forzature e sotterfugi con i quali è stata concessa la comunione sulla mano. “Perché ci ostiniamo a comunicarci in piedi e sulla mano? Questa è una questione importante su cui la Chiesa di oggi deve riflettere per favorire un ripensamento generale sul modo di distribuire la Santa Comunione”. Come? Incominciando dall’Angelo a Fatima fino a San Giovanni Paolo II e Santa Madre Teresa di Calcutta, che la ricevevano in bocca e inginocchiati. La prefazione in esclusiva per la Nuova Bussola Quotidiana.

Continua a leggere “Il card. Sarah: “La Comunione? In bocca e in ginocchio””

Il miracolo eucaristico di Lourdes

E’ un prodigio praticamente sconosciuto sebbene esista come prova una registrazione video inequivocabile: nel 1999 a Lourdes durante la Messa l’ostia si alza dalla patena e rimane sospesa per diversi minuti. Dopo 18 anni di indagini quel fatto è stato mostrato al Prefetto del Culto Sarah che è rimasto impressionato. Merito di un frate trappista che in tutti questi anni ha prodotto una documentazione scientifica e teologica solida. In occasione della solennità del Corpus Domini, la Nuova BQ lo ha intervistato.

Continua a leggere “Il miracolo eucaristico di Lourdes”

Bolsena, il Miracolo Eucaristico

Bolsena, Anno Domini 1263. Il lungo viaggio della Fede di Pietro da Praga, termina sulle rive del lago di Bolsena, teatro delle straordinarie vicende che videro protagonista la giovane martire Cristina. Di nobile famiglia, cresciuta tra gli agi e le ricchezze, Santa Cristina rinunciò a tutti i suoi beni per abbracciare la fede cristiana, ed affrontò le più atroci torture pur di non rinnegare Cristo. Profondamente colpito dal coraggio e dalla forza della fede dimostrate dalla giovane fanciulla, Pietro prega con tutte le sue forze affinché un segno possa dissipare tutti i suoi dubbi, ricevendone in risposta il segno eloquente della presenza di Gesù nell’Eucaristia: l’ostia consacrata comincia a sanguinare. Il miracolo eucaristico segnò la nascita della festività del Corpus Domini.

Continua a leggere “Bolsena, il Miracolo Eucaristico”