Lo Stato inglese ha deciso: Charlie deve morire

Il Regno Unito non è più un posto sicuro per i bambini. I giudici della Corte Suprema hanno confermato la condanna a morte del piccolo Charlie Gard, affetto da una patologia rarissima, autorizzando i medici a staccare il respiratore, contro la volontà dei suoi genitori che vorrebbero portarlo negli Usa per una cura che ha già avuto successo su almeno due bambini. Ora non resta che sperare che la Corte europea dei diritti dell’uomo accetti il ricorso e lo esamini. Ma è una corsa contro il tempo e contro l’ingiustizia di un atto che è omicida.

Continue reading “Lo Stato inglese ha deciso: Charlie deve morire”

Charlie non deve morire!

Atteso per domani dalla Corte Suprema del Regno Unito il verdetto sulla vita o sulla morte del piccolo Charlie Gard. I medici contro la volontà dei genitori invocano la “morte dignitosa”, già confermata in due gradi di giudizio. E dietro ad una falsa etica si nasconde una Stato che odia il dolore perché ormai odia la vita. Ma è proprio il dolore innocente come quello di Charlie che ci potrà salvare perché come diceva don Gnocchi “in ogni bimbo sofferente è vivente il sacrificio dell’umanità innocente per l’umanità peccatrice”.

Continue reading “Charlie non deve morire!”

Il Processo di Cristo e il processo della Chiesa

Ciò che patì lo Sposo Divino, il Cristo, così dovrà patire la sua Sposa Mistica, la Chiesa, in quanto consorti (= stessa sorte) e coniugi (= stesso giogo).

Continue reading “Il Processo di Cristo e il processo della Chiesa”

Quel rifiuto della Croce…

L’uomo post-moderno è affetto da un atteggiamento mentale arrendevole, di chi se prende la via più comoda. Ricorre all’aborto se il bimbo è malato, alla provetta se non riesce ad averne, all’eutanasia se ha paura di soffrire. L’uomo di buona volontà invece accetta il verdetto della vita con mitezza, mentre il credente vi aggiunge il volto di Cristo.

Continue reading “Quel rifiuto della Croce…”

L’apostasia dell’Occidente scatena le persecuzioni

Quanti tra i fedeli, i parroci o i vescovi sono consapevoli dell’aggressione, non soltanto fisica, ma anche culturale, a ciò che resta della civiltà cristiana? Molto pochi. La Nuova BQ pubblica ora un libro di Marta Petrosillo che spiega le dimensioni della tragedia.

Continue reading “L’apostasia dell’Occidente scatena le persecuzioni”

Il partito ricco e potente che nella Chiesa vuole smantellare la morale in nome del pietismo

Il Sinodo sulla famiglia ha messo in evidenza la determinazione con cui un gruppo di pastori e teologi non esitano a minare la coesione dottrinale della Chiesa. Opera con l’appoggio di alcune delle più alte autorità della Chiesa. E agisce come un partito che cerca il favore dei media e del potere politico. Mons. Schooyans scrive: «La santità della Chiesa è in pericolo là dove i casuisti sfruttano la debolezza degli uomini e predicano una devozione facile e dimentica della Croce».

Continue reading “Il partito ricco e potente che nella Chiesa vuole smantellare la morale in nome del pietismo”

Non dobbiamo fuggire dalla Croce

Quanti di noi cattolici ci allontaniamo dalla Verità Crocifissa, fingendo persino che non esista? Quanti di noi cattolici avremo il coraggio di resistere a questa tentazione e poi sopportare la sofferenza che viene di sicuro se si è leali a Cristo? È possibile solo immaginare come sia stato stare davanti alla Croce, con la folla intorno che esultava e bestemmiava, con solo i pochi fedeli discepoli rimasti, guardare Cristo venir crocifisso, sanguinare e morire?

Continue reading “Non dobbiamo fuggire dalla Croce”

Il silenzio di Dio, la ribellione di Ivan Karamazov

Davanti allo scandalo del male, alla sofferenza dei bambini, Ivan processa Dio e il suo regno armonioso che fa pagare “ai figli dei figli, per sette generazioni, la colpa dei padri”. Egli è sulla croce con Cristo, ma mentre Ivan si ribella, Cristo si fida di Dio Padre.

Continue reading “Il silenzio di Dio, la ribellione di Ivan Karamazov”