Il vescovo di Indianapolis: quella scuola gesuita non è più cattolica

L’arcidiocesi di Indianapolis, retta da monsignor Charles Thompson, non riconosce più come cattolica una scuola gestita dai gesuiti, i cui vertici rifiutano da due anni di risolvere il contratto con un insegnante unito in “nozze gay”. E annunciano ricorso.

Continua a leggere “Il vescovo di Indianapolis: quella scuola gesuita non è più cattolica”

Annunci

«Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore»

Che cosa intendeva S. Paolo col versetto: «Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore» (cfr. Rm 1, 24a)?

Continua a leggere “«Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore»”

Fiumi di odio e menzogne sul Congresso di Verona

Sul Congresso mondiale delle Famiglie, in programma a Verona dal 29 al 31 marzo, si sta concentrando un attacco furioso, che si serve anche della propagazione di menzogne riguardo ai contenuti e ai relatori.

Continua a leggere “Fiumi di odio e menzogne sul Congresso di Verona”

“Operazione Sodoma”, l’assalto gay alla Chiesa

L’uscita contemporanea del libro “Sodoma” in 20 paesi e in 8 lingue, prevista per il 21 febbraio, si presenta come una grande operazione mediatica allo scopo di promuovere la legittimazione dell’omosessualità nella Chiesa. Ma potrebbe rivolgersi contro quel papa Francesco che l’autore vuole invece sostenere.

Continua a leggere ““Operazione Sodoma”, l’assalto gay alla Chiesa”

Abusi sessuali, parlare di clericalismo è un’offesa alle vittime

Il prefetto emerito CDF ribatte sulla piaga del’omosessualità nel clero come causa degli abusi e respinge l’idea che la crisi sia causata dal “celibato o da presunte strutture di potere ecclesiale”. “Questi abusi non sono di potere, piuttosto, il potere viene usato per gratificare desideri sessuali disordinati. Fare chiacchiere sul clericalismo è un insulto alle molte vittime di abusi sessuali”.

Continua a leggere “Abusi sessuali, parlare di clericalismo è un’offesa alle vittime”

Chi sostiene l’aborto non è (più) cattolico

L’1 gennaio, in Irlanda, è entrata in vigore la nuova legge sull’aborto che non permette l’obiezione di coscienza nemmeno per gli ospedali cattolici. Due vescovi non ci stanno e alzano la voce.

Continua a leggere “Chi sostiene l’aborto non è (più) cattolico”

Testimonianza: i “cristiani LGBT” sono contro la Chiesa

“La mia omosessualità è diventata una ricchezza sul piano cristiano solo quando vi ho rinunciato e smesso di praticarla. Questo è stato il vero passo avanti nel cammino di fede”. È la storia di Federico C. che in questa intervista racconta l’errore dei cosiddetti gruppi di “cristiani LGBT” nelle parrocchie, come dimostra il recente caso di Roma. “Ho frequentato Nuova Proposta, era un’ideologia gay più che una proposta cristiana nella quale Benedetto XVI era considerato il rappresentante di una Chiesa opprimente. Si dava per scontato l’utero in affitto e qualunque azione “riparatrice” veniva screditata. Invece io ho capito il Catechismo proprio iniziando a praticare la castità e l’amicizia disinteressata. E’ dura, ma solo così vedo la luce nella mia vita”.

Continua a leggere “Testimonianza: i “cristiani LGBT” sono contro la Chiesa”

Vescovo africano: meglio affamati e liberi che sazi e schiavi

Un porporato africano, il cardinale Perengo, denuncia la pratica di subordinare gli aiuti all’accettazione degli atti omosessuali, dicendo che è meglio rifiutare i soldi anziché «essere costretti a fare cose contrarie alla volontà di Dio». Intanto, i governi di Kenya e Niger resistono contro l’importazione dell’aborto.

Continua a leggere “Vescovo africano: meglio affamati e liberi che sazi e schiavi”