Un cattolico non può votare per il male minore in nessuna circostanza

Il deputato Maurizio Lupi torna a giustificare il voto a favore della legge sulle unioni civili e ignobilmente “arruola” anche san Giovanni Paolo II. Ma si sbaglia di grosso: il voto a favore della legge Cirinnà è stato moralmente inaccettabile. Ecco perché.

Continua a leggere “Un cattolico non può votare per il male minore in nessuna circostanza”

Annunci

Elettori cattolici nudi: la diaspora è al capolinea

La storia della diaspora dei cattolici in politica è lunga e drammatica. Un segno molto evidente che un lungo percorso si è malamente concluso è che oggi nessun cattolico direbbe che non si può votare per la radicale Emma Bonino.

Continua a leggere “Elettori cattolici nudi: la diaspora è al capolinea”

Ius soli, i “fondamentalisti cattolici” sono qui

Vogliamo sperare che oggi il capto dello stato sciolga finalmente le Camere mettendo fine, con questa funesta legislatura, anche al delirio delle ultime settimane sullo ius soli. In questi giorni si è sentito di tutto per spingere questa proposta di legge: accuse, insulti, minacce per chiunque non si mostri entusiasta per la “cittadinanza per tutti”; tutto fuorché uno straccio di motivo per cui questa legge sarebbe veramente urgente e indispensabile per potersi sentire un paese civile.

Continua a leggere “Ius soli, i “fondamentalisti cattolici” sono qui”

Eutanasia, i non-argomenti dei cattolici “adulti”

I “cattolici adulti” del partito democratico hanno votato compatti a favore della legge sul biotestamento. Con quali motivazioni? Le solite: la presa di distanza dai “cattolicissimi”, l’invocazione della coscienza personale, l’ipse dixit (la citazione colta) e l’argomento del male minore. Che a questo punto “minore” non è più.

Continua a leggere “Eutanasia, i non-argomenti dei cattolici “adulti””

2013-2018, una legislatura che ha lasciato l’Italia senza un domani

Questo parlamento ha distrutto quel poco di civiltà che era rimasta in Italia: la CEI ha lasciato fare.

Continua a leggere “2013-2018, una legislatura che ha lasciato l’Italia senza un domani”

Contraccezione, Bettazzi non ricorda il Vaticano II

Continua il diabolico tentativo di sterilizzazione dell’insegnamento della Chiesa cattolica sulla contraccezione, di cui l’enciclica del beato papa Paolo VI Humanae vitae (1968) è parte essenziale.

Continua a leggere “Contraccezione, Bettazzi non ricorda il Vaticano II”

Polonia e ius soli, c’è digiuno e digiuno

Nei giorni scorsi, Avvenire ha presentato con convinzione lo sciopero della fame per l’approvazione della legge sullo ius soli, nel numero di ieri si è velatamente dissociato dalla grande preghiera del Rosario lungo i confini della Polonia di sabato 7 ottobre scorso.

Continua a leggere “Polonia e ius soli, c’è digiuno e digiuno”

Il cristiano è vandeano o non è

Il prefetto del Culto Divino, Robert Sarah, ha ricordato i martiri della Vandea francese ammonendo il cristiano di oggi che per essere tale deve assumersi il compito di essere spiritualmente vandeano, cioè per nulla incline alla logica del compromesso e disposto al martirio. Parole dure, ma vere. Subito “messe in pratica” dal suo predecessore, Arturo Medina Estevez, che in Cile ha tuonato contro i cattolici favorevoli all’aborto rischiando l’impopolarità.

Continua a leggere “Il cristiano è vandeano o non è”

Belgio, ospedale “cattolico” pro-eutanasia: il braccio di ferro con la Santa Sede

Da Roma è arrivato uno stop deciso alla decisione dei Fratelli della carità belgi di praticare l’eutanasia su pazienti psichiatrici in fase non terminale. Ora dovranno aderire pienamente al Magistero, pena provvedimenti canonici. Ma i “fratelli” belgi sono molto agguerriti. Hanno già rimandato al mittente le richieste del superiore e del vescovo e ignorato una lettera dalla Cdf.

Continua a leggere “Belgio, ospedale “cattolico” pro-eutanasia: il braccio di ferro con la Santa Sede”

Vescovi inglesi, Avvenire, D’Agostino, Paglia: Charlie ci fa scoprire la via cattolica all’eutanasia

Il caso Charlie ha fatto emergere con chiarezza che oggi domina anche nel mondo cattolico una cultura favorevole all’eutanasia. Se il professor D’Agostino ridefinisce il concetto di accanimento terapeutico ed eutanasia, monsignor Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, chiede solo di evitare conflitti. E mentre il cardinale Nichols ringrazia i medici che hanno ucciso Charlie, “Avvenire” scandalizza i lettori negando l’evidenza di quanto accaduto.

Continua a leggere “Vescovi inglesi, Avvenire, D’Agostino, Paglia: Charlie ci fa scoprire la via cattolica all’eutanasia”