La natura eucaristica del celibato sacerdotale

La verginità e la castità devono essere per il sacerdote non un peso, ma l’esigenza più profonda della sua anima, chiamata all’intimità e all’unione con Cristo Sposo in ogni momento della sua vita, specie quando celebra la Santa Messa.

Continua a leggere “La natura eucaristica del celibato sacerdotale”

Annunci

Video. Perché non si può dare la Comunione agli adulteri e ai concubini

il giornalista Pierluigi Bianchi Cagliesi intervista don Alfredo Maria Morselli, parroco e teologo, sulle importanti parole che il compianto cardinal Carlo Caffarra consegnò ad una intervista in prossimità dei sinodi sulla famiglia (2014-2015) a proposito dell’impossibilità di dare la Santa Comunione ai cosiddetti divorziati risposati.

Video. Imelda, la beata che morì d’Amore eucaristico

«Ditemi, vi prego, come è possibile ricevere la Comunione senza morire d’amore?».

Tra le tante informazioni sulla storia della Beata Imelda, la piccola domenicana innamorata dell’Eucaristia la cui memoria è il 12 maggio, gli amici di Cooperatores-Veritatis.org hanno scelto quelle de La Nuova BQ, da leggere anche in video in forma di Catechesi per la Prima Comunione, ma anche per noi adulti, genitori e parenti di questi Bambini, ai quali trasmettere la gioia della Vera Fede in Gesù Ostia-Santa.

È vero che S. Tommaso d’Aquino e S. Bonaventura consideravano legittime le rotture del vincolo coniugale?

È vero, come sostiene il teologo progressista tedesco Peter Hünermann, che prima del Concilio di Trento la teologia cattolica considerava legittime le rotture del vincolo coniugale e che San Tommaso e San Bonaventura sostenessero questo? No, naturalmente no.

Continua a leggere “È vero che S. Tommaso d’Aquino e S. Bonaventura consideravano legittime le rotture del vincolo coniugale?”

Quanto dura la presenza sacramentale del Signore dentro di noi, fatta la Comunione?

Quando le specie sacramentali si corrompono una volta assunte con la Santa Comunione? Nessun autore osa quantificare il tempo e credo che il momento esatto della loro corruzione, che è progressivo, non possa essere stabilito.

Continua a leggere “Quanto dura la presenza sacramentale del Signore dentro di noi, fatta la Comunione?”

Comunione sulla mano. Documenti e storia

La pratica della somministrazione della Santa Eucaristia sulla mano è autorizzata dalla Chiesa o semplicemente tollerata? Mons. Juan Rodolfo Laise, unico vescovo argentino a rifiutare pubblicamente tale prassi liturgica, spiega, attraverso minuziose ricerche documentali, come questa pratica sia stata semplicemente tollerata e affronta la moderna prassi della Comunione nella mano dal punto di vista storico, liturgico e pastorale.

Continua a leggere “Comunione sulla mano. Documenti e storia”

Video. San Carlo Borromeo spiega perché chi vive nel peccato non può ricevere l’Eucarestia

Cari Amici, invitandovi a sfogliare dalla playlist CRISI LITURGICA, mentre qui troverete anche i testi. Vi proponiamo una Omelia del grande Santo della Chiesa milanese nella quale spiegava già allora, con temi di una attualità sconvolgente, perché NON è possibile dare l’Eucaristia a chi vive nello stato di peccato…..
Buona meditazione

Elisabetta Canori Mora, la beata che convertì il marito adultero

Oggi ricorre il dies natalis della mistica e beata Elisabetta Canori Mora, la cui santità fiorì innanzitutto nel sacramento del Matrimonio e nell’amore al marito: gli perdonò 27 anni di tradimenti fino a dare tutto per la salvezza eterna del coniuge e delle figlie. Troverà la forza nello Sposo celeste, Gesù Cristo, che le concesse innumerevoli grazie arrivando al dono immenso delle nozze mistiche.

Continua a leggere “Elisabetta Canori Mora, la beata che convertì il marito adultero”

Qual è il giusto modo di distribuire (e ricevere) la Santa Comunione?

Vi proponiamo la conferenza che Don Federico Bortoli, presbitero della diocesi di San Marino e Montefeltro e dottore in Diritto canonico, ha tenuto il 5 dicembre del 2018 nella parrocchia di Santa Maria Assunta di Sesto Imolese, nella diocesi di Imola, in occasione della presentazione del suo libro La distribuzione della comunione sulla mano. Profili storici, giuridici e pastorali (Cantagalli, 26-02-2018; prefazione del card. Robert Sarah), in cui viene spiegato che il giusto modo di distribuire e ricevere — secondo il Diritto divino ed ecclesiastico — è sulla bocca e in ginocchio. La distribuzione sulla mano è un abuso a cui purtroppo fu dato un indulto per evitare “danni peggiori”, ma alla fine è diventata (per prassi e/o per imposizione) la “regola”.

Per approfondire l’argomento, vi segnaliamo la sessione dedicata alla Crisi liturgica e la playlist del sito Cooperatores-Veritatis.org.