Fulton Sheen, i sacramenti e l’umorismo di Dio. Ovvero: vogliamo essere uomini o cavalli?

Per spiegare i sacramenti il ven. mons. Sheen usa similitudini inconsuete, ma illuminanti.

Continua a leggere “Fulton Sheen, i sacramenti e l’umorismo di Dio. Ovvero: vogliamo essere uomini o cavalli?”

I sette sacramenti spiegati da Fulton Sheen

«I sacramenti trasmettono la vita divina o grazia», e in particolare l’Eucaristia sorpassa tutti gli altri perché ci «dona l’Autore della grazia». Disponibile anche in lingua italiana I 7 sacramenti (Ares) dell’arcivescovo e venerabile statunitense Fulton Sheen, che approfondisce il cuore della dimensione sacramentale della vita cristiana.

Continua a leggere “I sette sacramenti spiegati da Fulton Sheen”

Comunione in mano, Bettazzi e gli altri che criticarono Wojtyla

Dopo la pubblicazione della Memoriale Domini, Paolo VI ricevette moltissime pressioni per estendere gli indulti a distribuire la Comunione in mano. E anche con Giovanni Paolo II si insistette fino a criticare il Pontefice polacco. Come nel caso del vescovo di Ivrea, Luigi Bettazzi, che apostrofò duramente Wojtyla.

Continua a leggere “Comunione in mano, Bettazzi e gli altri che criticarono Wojtyla”

Video. Comunione sulla mano? Le premesse dell’attuale sbandamento eucaristico

Catechesi di P. Serafino M. Lanzetta tenuta a Radio Buon Consiglio il 25 maggio 2020.

L’ingegnarsi presente su come distribuire l’Eucaristia ai fedeli, con le trovate più strambe e più irrispettose dell’augusto Sacramento, non sarebbe stato possibile se non ci fosse stato l’indulto di poter distribuire la Comunione sulla mano. Indulto che nasce per rimediare a un abuso liturgico diffusosi in diverse nazioni a partire dal 1965: dare l’Eucaristia in mano al fedele. Oggi tale indulto è diventato indiscutibile. Però il fedele ha ancora diritto di ricevere la Santa Comunione secondo la legge universale della Chiesa, in ginocchio e in bocca (anche in tempi di pandemia), evitando che un permesso si trasformi di fatto in un’imposizione. Tuttavia c’è una visione teologica che soprassiede al tutto, la quale si può sintetizzare in una domanda: l’Eucaristia è stata istituita anzitutto per essere ricevuta in cibo o per essere adorata? Oppure: viene prima il sacrificio o il banchetto? Da un corretto coordinamento delle due dimensioni, subordinando il momento conviviale a quello sacrificale e adorante, deriva anche il modo giusto, devoto e più degno di ricevere la Santa Comunione.

 

Sacrilegi e dispersioni: rischi nella “nuova” Comunione

Da oggi Messe domenicali cum populo. I vescovi hanno imposto la comunione sulla mano. «Ma questo comporterà un numero maggiore di dispersioni di frammenti eucaristici». Lo dice il sindonologo Fanti, che ha effettuato uno studio scientifico analizzando le particole al microscopio. «Nella distribuzione in mano, e peggio ancora col guanto che ha una superficie più liscia, le dispersioni sono innumerevoli. Le dita dei fedeli che portano alla bocca la Particola le aumentano ulteriormente. Il rischio è quello di un’infinità di sacrilegi».

Continua a leggere “Sacrilegi e dispersioni: rischi nella “nuova” Comunione”

Così la Chiesa tenne insieme prudenza e Sacramenti

Messe per le strade, confessori con la distanza di sicurezza, visita agli ammalati con le adeguate protezioni. Questa era Firenze ai tempi della peste. Che cosa ci può insegnare.

Continua a leggere “Così la Chiesa tenne insieme prudenza e Sacramenti”

Mons. Schneider e Don Morselli e la Comunione alla mano ma solo a determinate condizioni…

Cooperatores Veritatis

Dopo aver dato qualche indicazione con un nostro video, a causa delle prese di posizione di alcuni Vescovi a riguardo della Comunione alla mano, per questo tempo di emergenza pandemia, vi lasciamo ora con la domanda di Don Alfredo Maria Morselli a mons. Schneider con la sua illuminante risposta che facciamo nostra, ringraziando entrambi di tutto cuore….

View original post 471 altre parole

Tavola Rotonda Straordinaria: Comunione sulla mano? In caso di emergenza sì…

Perché, durante le epidemie, la Gerarchia della Chiesa prima si comportava in un modo e adesso in un altro? Perché prima c’era fede, anzi la Fede.
E come dobbiamo comportarci noi fedeli quando i nostri pastori abusano della loro autorità, per esempio sulla sospensione delle Messe o sull’imposizione della Comunione sulla mano? Fare quello che la Santa Madre Chiesa e i santi ci insegnano.