A Santa Faustina, “segretaria” della Misericordia, fu mostrato che l’inferno non è vuoto

Puntata di Vade Retro, condotta da David Murgia, su Santa Faustina Kowalska. Il culto, la devozione, la storia della mistica polacca per la prima volta oggetto di un documentario. Suor Faustina è considerata l’Apostola della Divina Misericordia e a lei si deve la devozione alla coroncina della Misericordia. A lei fu mostrato che l’inferno esiste e non che è vuoto.

«L’inferno esiste. Io l’ho visto. E ve lo racconto per ordine di Dio»

Annunci

Comunisti o nazisti? Il reportage censurato sulla strage di Katyn

Un nuovo film sulla strage di Katyn e sulle false attribuzioni naziste e la complicità britannica per sostenere i fragili equilibri di Yalta.

Continua a leggere “Comunisti o nazisti? Il reportage censurato sulla strage di Katyn”

Sani e fecondi come conigli, che provocatori i polacchi

Polonia. Lo spot del Ministero della Salute per uno stile di vita sano. Come? Con i conigli, che si riproducono vertiginosamente. Un pugno nell’occhio pro family al politicamente corretto, ma che è parte del programma governativo 500+ che sta invertendo la curva demografica.

Continua a leggere “Sani e fecondi come conigli, che provocatori i polacchi”

Polonia e Ungheria, così si resiste allo strapotere UE

La manifestazione nazionalista in Polonia di sabato scorso è stata il pretesto per riproporre l’immagine di paesi dell’Est dominati da forze reazionarie. Ma le cose stanno diversamente: i governi di destra godono del favore popolare sia per la difesa dell’identità nazionale sia per le politiche economiche che stanno dando buoni risultati.

Continua a leggere “Polonia e Ungheria, così si resiste allo strapotere UE”

Il card. Sarah denuncia la “tranquilla apostasia” dell’Europa

Polonia. Il cardinale Sarah al congresso di Europa Christi ha ribadito “il diritto di ogni nazione di fare una distinzione fra un rifugiato politico” e “i migranti economici”. L’allarme: l’Europa ha reciso le sue radici cristiane e sta perdendo l’identità.

Continua a leggere “Il card. Sarah denuncia la “tranquilla apostasia” dell’Europa”

«Il Rosario dei polacchi, sfida al Padrone del mondo»: intervista a Stanislaw Grygiel

«I polacchi che recitano il Rosario danno fastidio alle forze laiciste che vogliono un “nuovo ordine” nel mondo». Lo dice in quest’intervista l’amico di San Giovanni Paolo II, Stanislaw Grygiel: «Chi accusa i polacchi di pregare contro gli immigrati islamici mente per ignoranza colpevole o per una ricompensa. […] Curioso che l’infamia di collaborazionismo arrivi da un Paese che era alleato coi nazisti». E sui vescovi e teologi che hanno minimizzato il Rosario sui confini dice: «È perché hanno smesso di pregare».

Continua a leggere “«Il Rosario dei polacchi, sfida al Padrone del mondo»: intervista a Stanislaw Grygiel”

Perché il potere infama i polacchi aiutato da certi cattolici

Come si fa ad accusare d’odio un popolo che si è riunito in preghiera per un giorno intero recitando i misteri del Rosario (con anziani in ginocchio sulle pietre per ore), dopo aver partecipato alla Messa e all’adorazione eucaristica chiedendo a Dio la pace in Europa, contro gli attentati islamisti e per la difesa delle proprie radici cristiane? Sembrerebbe impossibile. Eppure Gian Antonio Stella ha avuto il coraggio di farlo insieme alla grande stampa capitanata da La Repubblica che ha parlato di “integralisti cattolici”.

Continua a leggere “Perché il potere infama i polacchi aiutato da certi cattolici”

Polonia e ius soli, c’è digiuno e digiuno

Nei giorni scorsi, Avvenire ha presentato con convinzione lo sciopero della fame per l’approvazione della legge sullo ius soli, nel numero di ieri si è velatamente dissociato dalla grande preghiera del Rosario lungo i confini della Polonia di sabato 7 ottobre scorso.

Continua a leggere “Polonia e ius soli, c’è digiuno e digiuno”

Polonia, quel muro di preghiera richiama l’Italia e il mondo intero

Le persone che hanno recitato il Rosario coprendo tutti i confini della Polonia lo hanno fatto “affinché l’Europa torni alle radici cristiane”, dice l’arcivescovo di Cracovia Marek Jedraszewski. In Italia venerdì. Aiasm rilancia: “Con le stesse intenzioni si digiuni e si preghi il Rosario”.

Continua a leggere “Polonia, quel muro di preghiera richiama l’Italia e il mondo intero”

Chi ha paura di Lepanto (e della Polonia)?

Un milioni di polacchi hanno recitato il Santo Rosario nei confini della loro nazione il 7 ottobre, festa della Madonna del Rosario e ricordo della battaglia di Lepanto.

Continua a leggere “Chi ha paura di Lepanto (e della Polonia)?”