Perseguitati. I cristiani e il Cristo “nascosto”

Il 23 novembre 2019 presso la libreria L’Isola del Tesoro di Verona si è tenuta la conferenza intitolata Perseguitati. I cristiani e il Cristo nascosto, organizzata dal Comitato “Uniti con Gesù Eucarestia per le Mani Santissime di Maria”. Hanno partecipato l’on. Vito Comencini e don Federico De Bortoli, parroco e teologo. Ha moderato il prof. Matteo Orlandi, cronista del quotidiano Il Giornale.

Continua a leggere “Perseguitati. I cristiani e il Cristo “nascosto””

Pell è innocente. Lo dice anche un’inchiesta di Sky Australia

Andrew Bolt, giornalista di Sky News Australia, ha ricostruito meticolosamente i movimenti del cardinale Pell e quelli del suo accusatore, dimostrando che la versione della presunta vittima di abusi non regge. E in vista dell’esame del ricorso del porporato dice: “Speriamo che l’Alta Corte rimedi a questo scandalo”.

Continua a leggere “Pell è innocente. Lo dice anche un’inchiesta di Sky Australia”

In balia dei giudici: ragioni per un foro ecclesiastico

Un cardinale di Santa Romana Chiesa sbattuto in isolamento in prigione dopo un processo farsa durato anni. La persecuzione contro la Chiesa cattolica è aperta in nome dell’uguaglianza. Ma tutto comincia con l’eliminazione, con la Legge Siccardi, del Foro Ecclesiastico, che era un mezzo per evitare che odio anticattolico e amore per i soldi facili lasciasse i cattolici, e in particolare gli ecclesiastici, in balia di un qualsiasi tribunale.

Continua a leggere “In balia dei giudici: ragioni per un foro ecclesiastico”

Cristiani perseguitati: perdonano ma non cedono

Un rapporto dell’Università di Notre Dame spiega che il cristianesimo è la religione più odiata nel mondo, ma che la reazione dei credenti è destinata a far risorgere la Chiesa: uccisi fanno ecumenismo, attaccati servono le loro nazioni, ma senza mai abiurare. E trucidati non abbandonano le loro terre. “Perché sanno che quando i regimi cadranno la fede salvata dal loro sacrificio si diramerà con forza”.

Continua a leggere “Cristiani perseguitati: perdonano ma non cedono”