L’omelia la decide la D’Urso: prete alla gogna se parla di gay e aborto

Tv trash, nuovo tribunale del popolo che decide le omelie: in un mese da Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 sono finiti alla gogna tre preti, “rei” di insegnare dal pulpito la dottrina cattolica su aborto, omosessualità e divorzio. L’ultimo a Erba: la troupe va da don Bruno Borelli e allestisce un collegamento da “delitto”: «Ha associato il male all’omosessualità e all’aborto». La conduttrice gli intima di pensarlo in camera sua e non in chiesa. No comment dalla diocesi. Intanto i preti sono avvertiti: attenti a come predicate.

Continua a leggere “L’omelia la decide la D’Urso: prete alla gogna se parla di gay e aborto”

Fatima: L’inferno c’è e non è vuoto

Ai tre pastorelli è stato mostrato l’inferno come un monito per il nostro tempo in cui «l’Inferno rischia di riempirsi, mentre mai come in questo tempo ci si ostina a dire che l’Inferno, se c’è, è vuoto».

Continua a leggere “Fatima: L’inferno c’è e non è vuoto”

La purificazione al tempo del virus (e della Pachamama)

Cambiare stile di vita ok, ma non se si tratta di convertirci. Eppure di motivi per correggere il tiro ce ne sarebbero: una Chiesa che ha adorato la Pachamama ora si ritrova San Pietro chiusa; si è banchettato nelle chiese e queste adesso sono senza Messa col popolo; si è pensato di dare la comunione a tutti e ora non la fa nessuno. Una purificazione di Dio porta con sé sempre la sua redenzione, ma, dato che ce lo dicono da 50 anni, forse è ora di cogliere i segni dei tempi.

Continua a leggere “La purificazione al tempo del virus (e della Pachamama)”

«Così la Madonna e mia moglie mi hanno salvato»

Antonio ha raccontato alla Nuova Bussola Quotidiana di quando «bestemmiavo la Madonna, consigliavo l’aborto, tradivo e spingevo gli amici a tradire». Finché sua moglie, tornata da Medjugorje, cominciò a pregare tutto il giorno, a digiunare due volte alla settimana, a partecipare alla Messa e a confessarsi: «Era cambiata: nonostante fossi stato nel letto di un’altra, mi chiedeva se doveva stirarmi una camicia o se volevo il caffè». La pace che irradiava spinse Antonio in Erzegovina: «Arrivai che volevo bruciare tutto, tornai che amavo Dio e la mia famiglia».

Continua a leggere “«Così la Madonna e mia moglie mi hanno salvato»”

«Troppi peccatori sull’altare»: sospeso il padrinato nella diocesi di Spoleto e Norcia

Mons. Renato Boccardo, vescovo di Spoleto-Norcia, ha sospeso il padrinato e il madrinato nella propria diocesi onde evitare la scelta di persone in stato di peccato.

Continua a leggere “«Troppi peccatori sull’altare»: sospeso il padrinato nella diocesi di Spoleto e Norcia”

Video. Giudicare o non giudicare? Se si catechizza, questo non è un problema

“Concedi al tuo servo un cuore docile, perché sappia distinguere il bene dal male” (1Re 3,5-15): Salomone chiede la capacità di discernere. Di riconoscere chi ha ragione e chi ha torto, dove sta il bene e dove sta il male… Del resto è sempre una parola dell’apostolo Paolo a farci capire la giusta misura: «Ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimità e dottrina» (2Tim 4, 2). Cerchiamo allora di approfondire, più nel dettaglio, il vero concetto del giudicare e NON giudicare, seguendo l’insegnamento di Gesù e degli Apostoli. Qui per il testo scritto e altri links.

 

 

Video-catechesi. Catechismo Tridentino: la remissione dei peccati

Cari Amici, oggi trattiamo l’articolo della Fede sulla remissione dei peccati. L’indice degli argomenti trattati lo troverete non soltanto nella playlist, ma anche qui con il testo integrale, originale, scaricabile in formato PDF.

Video. San Paolo spiega come agire sui peccatori impenitenti

Il famoso caso dell’incestuoso, descritto da san Paolo (1Cor.5,5) non riguarda solo “un caso” ma molti altri di peccatori impenitenti e l’atteggiamento stesso – errato – di tutta la comunità che si adeguasse al peccatore… Per sradicare il peccato dal singolo, ma anche da tutta la comunità perché non ne sia contagiata ed infetta, san Paolo agisce di autorità divina, per stroncare il morbo…
San Paolo – con la giovane Chiesa – aveva già chiara la vera PASTORALE, LA PRASSI più consona contro l’insistenza del male.