Asia Bibi: «Il mondo aiuti chi è ancora in carcere per blasfemia»

Nella prima intervista dal giorno della sua liberazione, Asia Bibi, la donna cristiana assolta dopo un calvario di nove anni dall’accusa di blasfemia e ora rifugiata in Canada, racconta le difficoltà della sua prigionia, gli strazianti incontri in carcere con le sue figlie, i momenti di scoraggiamento. Ma soprattutto lancia un appello per le decine di persone che in Pakistan sono in carcere con l’accusa di blasfemia, che prevede anche la pena di morte. I retroscena dei contatti con l’Unione Europea.

Continua a leggere “Asia Bibi: «Il mondo aiuti chi è ancora in carcere per blasfemia»”

Annunci

Asia Bibi è libera. Ma anche no!

La notizia del trasferimento di Asia Bibi in Canada ha rallegrato tutto il mondo. La gente pensa “finalmente è libera”. Non è del tutto vero, perché ovunque lei andrà, ci sarà sempre un rischio per la sua vita. Dobbiamo quindi continuare a pregare per la sua incolumità e, la cosa più importante, ora più che mai è pregare per la sicurezza di quei cristiani che vivono ancora in Pakistan, oggetto di discriminazioni sistematiche e di persecuzioni.

Continua a leggere “Asia Bibi è libera. Ma anche no!”

Asia Bibi scarcerata, portata in un luogo segreto

L’unica cosa certa è che Asia Bibi è stata scarcerata ieri pomeriggio e portata con la sua famiglia verso una destinazione segreta. Secondo il suo avvocato sarebbe stata messa su un aereo e partita per l’estero, circostanza smentita però dal ministro dell’interno Shehryar Afridi. Intanto il partito islamista TLP minaccia ritorsioni.

Continua a leggere “Asia Bibi scarcerata, portata in un luogo segreto”

Asia Bibi, il marito all’Italia: «Aiutateci a uscire dal Pakistan»

Mentre la donna cattolica perseguitata è ancora in carcere, arrivano finalmente segnali dalle istituzioni, dal ministro dell’Interno italiano al presidente del Parlamento europeo.

Continua a leggere “Asia Bibi, il marito all’Italia: «Aiutateci a uscire dal Pakistan»”

Asia Bibi, il silenzio degli indecenti

La figura di Asia Bibi – che preferisce morire per Cristo piuttosto che rinnegare Gesù per avere salva la vita – si staglia ancora più luminosa se paragonata alla pusillanimità del mondo sociale, politico, ecclesiale che la circonda. Europa, Italia, Santa Sede, i perché di un silenzio ingiustificabile.

Continua a leggere “Asia Bibi, il silenzio degli indecenti”

La morte di Asma e la religione usata come un’arma

La vita di una donna vale poco in Pakistan. Quella di una donna cristiana ancora meno. Asma Yaqoob, 25 anni, è stata uccisa per essersi rifiutata di convertirsi all’Islam e sposare un musulmano. A ucciderla l’uomo che la voleva in moglie contro il suo volere e contro la sua fede cristiana.

Continua a leggere “La morte di Asma e la religione usata come un’arma”

Un giudizio definitivo per Asia Bibi

Pakistan, Asia Bibi è giunta al terzo e supremo grado di giudizio. Condannata a morte per blasfemia, questa donna quaratatreenne cristiana rischia ora che la sentenza sia confermata anche dalla Corte Suprema. ma vi sono buone speranze che venga assolta. È nelle mani di un ottimo avvocato e la sua vicenda è ormai celebre in tutto il mondo. Anche in caso di assoluzione, però, la sua vita in Pakistan è compromessa.

Continua a leggere “Un giudizio definitivo per Asia Bibi”