Sbarchi e ONG, una svolta e un chiarimento che spaccano governo e Chiesa italiana

Stretta delle autorità libiche e italiane sull’attività delle Organizzazioni non governative, che perdono anche l’appoggio incondizionato della CEI: appare sempre più chiaro a tutti che quanto avviene nel Mediterraneo è soltanto traffico di esseri umani, che non può essere tollerato. E anche il caso del controverso sacerdote eritreo Mussie Zerai fa nascere molte domande.

Continue reading “Sbarchi e ONG, una svolta e un chiarimento che spaccano governo e Chiesa italiana”

Quelli che… la migrazione è colpa dei ricchi

Un articolo de La Stampa sintetizza la propaganda ideologica attorno al fenomeno della migrazione: si preannuncia la fuga in massa dal Sahel a causa del riscaldamento globale e della mancanza di contraccettivi per frenare la crescita della popolazione. Un cumulo di sciocchezze facilmente smentibili, perché la siccità si trasforma in carestia a causa di guerre, conflitti tribali, corruzione, negligenza.

Continue reading “Quelli che… la migrazione è colpa dei ricchi”

Che confusione tra migranti e profughi

Anche buona parte di mondo cattolico e della Chiesa sostiene la campagna dei Radicali per una legge che allarghi i benefici dei rifugiati anche ai migranti economici. Ma è un grande errore perché tra migrante e rifugiato c’è una differenza sancita dalla Convenzione di Ginevra che tutela questi ultimi da 70 anni. Accomunarli è un errore fuorviante che costa caro, viola le leggi e favorisce i criminali.

Continue reading “Che confusione tra migranti e profughi”

Rifugiati, i “corridoi umanitari” non sono una risposta

Il 12 gennaio la CEI, la Comunità di Sant’Egidio e il governo italiano hanno firmato un Protocollo di intesa per l’apertura di corridoi umanitari che permettano di portare in Italia centinaia di profughi eritrei, somali e sud sudanesi attualmente ospitati in alcuni campi profughi in Etiopia. Non è una soluzione razionale. Vediamo il perché.

Continue reading “Rifugiati, i “corridoi umanitari” non sono una risposta”

Immigrati, quello che il Clero non dice

Sbarchi record in Italia nel 2016. Dopo il governo, anche la Conferenza episcopale italiana, per bocca del segretario monsignor Nunzio Galantino, detta la sua linea sul tema immigrati. Ma dimenticando due aspetti fondamentali: il danno che queste migrazioni provocano anche ai paesi d’origine e, soprattutto, il vero compito che la Chiesa ha anche nell’accoglienza degli immigrati: annunciare Cristo.

Continue reading “Immigrati, quello che il Clero non dice”

Ci attendono 10, 100, 1000 rivolte come a Cona. E il comportamento degli immigrati offende l’Italia

Il 2 gennaio a Cona, in provincia di Venezia, in un centro di accoglienza è scoppiata una rivolta in seguito alla morte di una richiedente asilo originaria della Costa d’Avorio. Il motivo della rivolta è, secondo i rivoltosi, la lentezza dei soccorsi. Ma è la terza ribellione in pochi mesi. E gli italiani iniziano ad essere seriamente offesi dal comportamento degli immigrati. Offende la totale mancanza di riconoscenza dei nostri sacrifici per accoglierli.

Continue reading “Ci attendono 10, 100, 1000 rivolte come a Cona. E il comportamento degli immigrati offende l’Italia”

Migranti, la rivolta di Gorino e le colpe dei governi

L’Italia fa i conti con la rivolta dei cittadini di Gorino, oppostosi a un pullman di richiedenti asilo in un ostello privato requisito dalla Prefettura. Il vescovo di Ferrara, mons. Luigi Negri, spiega alla Nuova BQ: «La Diocesi ha offerto le sue strutture, ma la responsabilità principale è dei governi: dovrebbero badare di più alla realtà dei propri cittadini che alle ideologie. Perché non basta accogliere, bisogna incentrare l’integrazione sulla comune ragione che unisce gli uomini».

Continue reading “Migranti, la rivolta di Gorino e le colpe dei governi”