Fatima: scandalo o Mistero d’amore?

La località scelta, dal nome di una musulmana convertita al cristianesimo, le apparizioni a suor Lucia, che proseguono per lunghi anni, il messaggio “scorretto” su peccato e inferno, il terzo segreto non interamente svelato e la scelta di veggenti che si sono fatti carico di sofferenze per la salvezza degli uomini: la Madonna a Fatima è venuta a ricordarci che la nostra origine e il nostro destino è il Cielo. Guida rapida per comprendere il significato di questo centenario decisivo.

Continua a leggere “Fatima: scandalo o Mistero d’amore?”

Annunci

Fatima, il mistero dei misteri

Nuova rivelazione su Fatima: l’apostasia nella Chiesa.

Continua a leggere “Fatima, il mistero dei misteri”

A casa della Madonnina di Civitavecchia

Una giornata nella dimora dei Gregori, dove nel febbraio del 1995 una statua di Maria lacrimò sangue e predisse tempi bui per la Chiesa.

Continua a leggere “A casa della Madonnina di Civitavecchia”

1917-2017: quei cento anni che uniscono Fatima a Civitavecchia

Qual è il legame che unisce Fatima e Civitavecchia? Il mistero del terzo segreto.

Continua a leggere “1917-2017: quei cento anni che uniscono Fatima a Civitavecchia”

«I cento anni di Fatima ci ricordano il valore del sacrificio come dono d’amore»

È cominciata la commemorazione dell’apparizione dell’angelo ai tre pastorelli nel 1916: «Anticipò le richieste di Maria».

Continua a leggere “«I cento anni di Fatima ci ricordano il valore del sacrificio come dono d’amore»”

Attacchi a Chiesa e famiglia: le profezie di Maria a Civitavecchia

Padre Flavio Ubodi, teologo cappuccino, è vicepresidente della Commissione diocesana che si è espressa favorevolmente sulla lacrimazione definita «scientificamente inspiegabile» della Madonnina di Civitavecchia, verificatasi nel 1995 per tredici volte. L’ho contattato a seguito dei tragici fatti di Parigi, nella convinzione che la Madonna abbia, allora, predetto la crisi della Chiesa, della famiglia e del mondo.

Continua a leggere “Attacchi a Chiesa e famiglia: le profezie di Maria a Civitavecchia”

Nostra Signora di Anguera, messaggio del 14-11-2015

«Cari figli, coraggio.

Il cammino per raggiungere il Regno di Dio è pieno di ostacoli ma, come ha promesso, Gesù è con voi. Non sentitevi soli. Se vi succede di cadere, chiamate lui, che è il vostro bene assoluto e conosce ciascuno di voi per nome.

Non chiudetevi alla grazia di mio Figlio Gesù. Quelli che si chiudono all’azione di Dio diventano schiavi del demonio. Ecco il tempo del vostro ritorno al Dio della salvezza e della pace.

Camminate verso un futuro sempre più sanguinoso. Vedrete ancora orrori sulla terra. Convertitevi. Cercate il Signore, che vi attende a braccia aperte.

Voi state nel mondo, ma non siete del mondo. Accogliete il Vangelo del mio Gesù e alimentatevi con il prezioso alimento dell’Eucarestia.

Inginocchiatevi in preghiera per essere forti. Io vi amo e pregherò il mio Gesù per voi. Avanti.

Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Rimanete nella pace».

FONTE: messaggidianguera.net

«…Se non smetteranno di offendere Dio…»: gli avvertimenti della Madonna

Da Fatima a Kibeho, le principali apparizioni mariane del XX Secolo sono un costante invito a convertirci e riparare i peccati del mondo, prima che sia troppo tardi. È una chiave di lettura degli eventi della nostra epoca. E nessuno potrà dire di non essere stato avvertito.

Continua a leggere “«…Se non smetteranno di offendere Dio…»: gli avvertimenti della Madonna”

Prevedendo il terzo segreto con più di quattro decenni di anticipo

Fatima: spiegazione e soluzione della crisi contemporanea.

di Plinio Corrêa de Oliveira

La società umana presentava, nella prima parte di questo secolo [XX], cioè fino al 1914, un aspetto brillante. Il progresso era indiscutibile in tutti i campi. La vita economica aveva raggiunto una prosperità senza precedenti. La vita sociale era facile e attraente. L’umanità sembrava avviarsi alla sua età dell’oro.

Alcuni gravi sintomi, però, stonavano rispetto ai colori vivaci di questo quadro. C’erano certamente miserie materiali e morali. Ma pochi misuravano tutta l’importanza e la portata di questi fatti. La stragrande maggioranza sperava che la scienza e il progresso avrebbero risolto tutti i problemi.

La prima guerra mondiale oppose una terribile smentita a queste prospettive. In tutti i sensi, le difficoltà si aggravarono sempre più finché nel 1939 sopraggiunse la Seconda Guerra Mondiale. E così giungiamo alle condizioni presenti, in cui non si può dire che nessuna nazione della Terra non sia alle prese, sotto quasi ogni aspetto, con gravissime crisi.

In altre parole, se analizziamo la vita interna di ogni nazione, notiamo uno stato di agitazione, di disordine, di esplosione di passioni e di ambizioni, di sovvertimento dei valori, che se non è già aperta anarchia, avanza comunque in questa direzione. Nessuno statista contemporaneo ha saputo finora offrire una soluzione che arresti questo processo morboso di portata universale.

3rd-secret-of-fatima-georgette-backs (1)L’elemento essenziale del messaggio della Madonna e dell’Angelo del Portogallo e della Madonna a Fatima nel 1917 consiste precisamente nell’aprire gli occhi degli uomini di fronte alla gravità della situazione, nel fornire loro una spiegazione alla luce dei piani della Provvidenza Divina, e nell’indicare i mezzi necessari per evitare la catastrofe. La Madonna ci mostra la storia stessa del nostro tempo e, più ancora il suo futuro.

L’Impero Romano di Occidente si chiuse con una catastrofe illuminata e analizzata dal genio di un grande Dottore, sant’Agostino. Il tramonto del Medioevo fu previsto da un grande profeta, san Vincenzo Ferrer. La Rivoluzione francese, che segna la fine dei tempi moderni, fu prevista da un altro grande profeta e Dottore, san Luigi Maria Grignion da Montfort. Il tempo contemporaneo, che sembra nell’imminenza di chiudersi con una nuova crisi, ha un privilegio maggiore: la Madonna stessa è venuta a parlare agli uomini.

Sant’Agostino non ha potuto fare altro che spiegare alla posterità la tragedia di cui era testimone. San Vincenzo Ferrer e san Luigi Grignion da Montfort cercarono invano di scongiurare la tempesta: gli uomini non vollero udirli. La Madonna ad un tempo spiega i motivi della crisi e indica la sua soluzione, profetizzando la catastrofe se gli uomini non L’ascolteranno.

Dunque, da qualsiasi punto di vista, sia per la natura del suo contenuto che per la dignità di chi le ha fatte, le rivelazioni di Fatima sopravanzano tutto quanto la Provvidenza abbia detto agli uomini nell’imminenza delle grandi burrasche della Storia. I diversi punti delle rivelazioni relativi a questo tema costituiscono propriamente l’elemento essenziale dei messaggi. Il resto, per quanto sia importante, costituisce un mero complemento.

© “Catolicismo” (Maggio 1953)