Stefano Zecchi: “Solo la famiglia può fermare la deriva”

Intervista sulla famiglia e la deriva della nostra società con lo scrittore e filosofo Stefano Zecchi. Con i suoi ultimi libri, in particolare, si sta distinguendo quale voce fuori dal coro, opposta a un conformismo che sta rendendo la famiglia un concetto sempre più liquido. “Solo l’impegno dei genitori e delle famiglie può fermare la deriva di una società che tagli le proprie radici”.

Continue reading “Stefano Zecchi: “Solo la famiglia può fermare la deriva””

Il divorzio fa male ai figli. Lo dicono anche al Ministero della salute

“La separazione con bambini è un problema di salute pubblica”, su questo tema si sono confrontati all’auditorium del Ministero della Salute, giuristi, esponenti della comunità medico-scientifica, psicologi, mediatori familiari e responsabili. Con il saluto del ministro Lorenzin è stata presentata una ricerca pubblicata sull’Health Psychology Open. Che cosa dice? Dati clinici alla mano che i bambini senza padre o madre uniti soffrono terribilmente.

Continue reading “Il divorzio fa male ai figli. Lo dicono anche al Ministero della salute”

Sacra Famiglia. Permanere nella Verità di Cristo

Cristo Gesù ha elevato il matrimonio a sacramento, ordinanza eterna di salvezza, e Lui per primo non solo ha voluto mostrare benevolenza verso il matrimonio compiendo il primo miracolo evangelico nello sposalizio di Cana di Galilea, ma ha voluto darci un esempio, scegliendo una famiglia per nascere e crescere, e dove visse fino al compimento del suo trentesimo compleanno. E che famiglia, santa, era!

Continue reading “Sacra Famiglia. Permanere nella Verità di Cristo”

Festa della famiglia. Quale?

La festa della Santa Famiglia di Nazaret quest’anno si sfila quasi dal calendario, non trovando una domenica in cui collocarsi tra Natale e Capodanno, e finisce in un magro venerdì. Ma anche così ci ricorda cosa caratterizza una famiglia cristiana: Gesù presente nella quotidianità dei giorni.

Continue reading “Festa della famiglia. Quale?”

“Dov’è il mio bambino?”. Alle donne dell’aborto non servono sconti sulla verità, ma un incontro

“Non pensarci più”, “dimentica”, si dice a una donna che ha abortito sopraffatta dal dolore. A volte anche in confessionale: “Va’ e non pensarci più”. Non è di una assoluzione “facile” che una donna che ha ucciso il suo bambino ha bisogno; ma di essere accompagnata in un cammino che arrivi a farle vedere in faccia ciò che si è commesso. Poi la Misericordia ti farà risalire e sarai guarita davvero.

Continue reading ““Dov’è il mio bambino?”. Alle donne dell’aborto non servono sconti sulla verità, ma un incontro”

Vita e sviluppo, in principio c’è la madre

«La prima figura d’amore è sempre la madre. Perciò il maschio è originariamente eterossessuale. Quindi il percorso del maschio deve essere quello di separarsi dalla madre per accedere ad un’altra donna, deve avere risolto il problema con la madre, deve identificarsi con il padre, per poi poter accedere ad una donna differente. Per la femmina, il percorso è diverso». Intervista alla neuropsichiatra Migliarese.

Continue reading “Vita e sviluppo, in principio c’è la madre”