Tra la coscienza e il Papa il vero pensiero di Newman

Il rapporto tra coscienza e Papa è uno dei passaggi più bistrattati del pensiero del santo cardinale Newman. La coscienza va intesa come precetto di Dio e l’eventuale conflitto con quanto un Papa insegna in un dato momento può esistere soltanto in riferimento al Magistero della Chiesa che insegna altro.

Continua a leggere “Tra la coscienza e il Papa il vero pensiero di Newman”

La coscienza per Newman? Coincide con la legge di Dio

Il tema della coscienza in Newman è stato molto equivocato. In realtà il grande santo inglese radica la coscienza nella legge naturale, una critica radicale sia alla coscienza individualisticamente intesa, autoreferenziale, sia alla “coscienza di massa” caratteristica dei regimi totalitari.

Continua a leggere “La coscienza per Newman? Coincide con la legge di Dio”

Newman: La pretesa di riformare la Chiesa? Tipica degli eretici

Proseguendo la riflessione sullo sviluppo della dottrina, Newman introduce il sesto criterio: l’azione conservatrice sul passato. Ogni sviluppo realmente tale porta a maturazione qualcosa che era già presente nella “giovinezza” della fede, conservandolo e consolidandolo proprio nel processo di maturazione. L’esempio della devozione alla Vergine Maria.

Continua a leggere “Newman: La pretesa di riformare la Chiesa? Tipica degli eretici”

Come riconoscere lo sviluppo della dottrina dall’eresia

Transustanziazione e comunione sulla lingua: i criteri fissati da John Henry Newman — così spesso citato in modo erroneo — ci permettono di comprendere cosa sia veramente un corretto sviluppo della dottrina. Mentre il richiamo alla “Chiesa primitiva” è spesso il vero “indietrismo”.

Continua a leggere “Come riconoscere lo sviluppo della dottrina dall’eresia”

Il dizionario dei “grandi convertiti”

Da Agostino a John Wayne, il nuovo Dizionario elementare dei grandi convertiti raccoglie 168 storie di conversioni, di ritorni alla fede cattolica dall’ateismo o da altre confessioni religiose di sovrani, intellettuali, filosofi, scrittori, poeti, giornalisti, attori, medici e uomini comuni, che consentono di «constatare l’instancabile insistenza dell’amore di Dio per salvare gli uomini».

Continua a leggere “Il dizionario dei “grandi convertiti””

Newman e la condanna dell’indifferentismo religioso

Oggi, giorno della sua conversione al cattolicesimo, ricorre la memoria di san John Henry Newman, creato cardinale da Leone XIII il 12 maggio 1879. Per l’occasione, l’inglese pronunciò il famoso Discorso del biglietto che contiene una denuncia lucidissima – a tratti profetica – dell’idea di ritenere le religioni tutte uguali e dell’espulsione della fede dalla sfera pubblica.

Continua a leggere “Newman e la condanna dell’indifferentismo religioso”

Le parole perdute di Newman (e di san Pio X)

Alcuni preziosi insegnamenti del beato card. Newman: opporsi al mondo, la necessita del Dogma, la priorità della zelo sulla benevolenza. Come insegnava il Catechismo di papa San Pio X.

Continua a leggere “Le parole perdute di Newman (e di san Pio X)”

Il ritratto di Oscar Wilde che la vulgata gay nasconde

Il recente film The Happy Prince: l’ultimo ritratto di Oscar Wilde ha il grande merito di presentarci gli ultimi giorni di uno dei più celebri scrittori degli ultimi due secoli mostrandocelo in tutta la sua interezza, con tutte le sue contraddizioni, con la sua fragilità di fronte alle tentazioni, ma anche con quel desiderio di Dio che lo portò, prima di morire, a convertirsi al Cattolicesimo e a chiedere i Sacramenti.

Continua a leggere “Il ritratto di Oscar Wilde che la vulgata gay nasconde”

L’importanza salvifica della Regola della Fede

La Dottrina non genera odio. Sia l’esperienza che la ragione ci dicono che verità e amore stanno insieme e che verità e libertà sono concetti gemelli, mentre invece menzogna e odio, ideologia e violenza, compongono una nefasta alleanza. Affermare il cristianesimo come dogmatico significa dire che esso è fondato sull’autorivelazione storica di Dio. Significa dire che il Verbo fatto carne ci ha trasmesso la pienezza della verità e della vita.

Continua a leggere “L’importanza salvifica della Regola della Fede”

Non è cambiamento pastorale: è corruzione

«Quando il “cambiamento pastorale” ignora l’insegnamento della Chiesa, opporsi è un dovere di coscienza». Il cardinal Muller a tutto campo su crisi della fede, Amoris Laetitia, obbedienza a Pietro: «Interpretazioni contraddittorie sul capitolo VIII di Amoris Laetitia». Cambio di paradigma? «Non è sviluppo, ma corruzione». Etica della situazione? «Una falsa teoria etica, anche se si trovasse in Amoris Laetitia». E il Papa? «In quanto “persona privata”, non può imporre la sua personale teologia o la spiritualità del suo ordine religioso a tutta la Chiesa». Le direttive episcopali su AL? «Perché siano ortodosse devono essere in accordo con le parole di Cristo custodite nel deposito della fede».

Continua a leggere “Non è cambiamento pastorale: è corruzione”