Se i discriminati sono italiani: l’integrazione al contrario

Il caso di Modena, dove una bambina è stata costretta a cambiare scuola perché discriminata in una classe di soli immigrati, è esplicativo di una realtà molto diffusa. Soprattutto nelle grandi città, dove ci sono interi quartieri occupati da comunità di immigrati. Due sole domande: quale integrazione si potrà mai realizzare in un contesto in cui gli italiani sono in infima minoranza? E secondo: se improvvisamente tutti questi immigrati diventassero per legge cittadini italiani, cosa cambierebbe nei fatti?

Annunci

Quella profezia sull’Italia apostata

Rileggendo la seconda lettera di Pietro, dove l’apostolo mette in guardia dai falsi maestri che introducono “eresie perniciose”, viene da pensare alla situazione italiana oggi e all’avvertimento di Leone XIII, che prevedeva che un’Italia anticristiana sarebbe stata condannata a morire.

Continua a leggere “Quella profezia sull’Italia apostata”