Come il comunismo produsse milioni di orfani

Distruggendo il matrimonio e la famiglia si distrugge anche la società: i “paradisi terrestri” comunisti ne sono la prova più lampante.

Continua a leggere “Come il comunismo produsse milioni di orfani”

Annunci

ONU, l’aborto spacciato per “diritto alla vita”

Al Comitato per i diritti umani dell’Onu, propongono una bozza di emendamento all’articolo 6 (diritto alla vita) per introdurre un “diritto all’accesso sicuro all’aborto”. Per “proteggere la vita e la salute delle donne”. Dunque l’aborto diventa “diritto alla vita”?

Continua a leggere “ONU, l’aborto spacciato per “diritto alla vita””

Soldi e pressioni per convincere le donne ad abortire

Dipendenti delle cliniche misurati in base a quante donne fanno abortire, perciò “le richiamano a casa se hanno cambiato idea”. Così un rapporto sul business dell’aborto inglese svela il volto nascosto dell’omicidio degli innocenti.

Continua a leggere “Soldi e pressioni per convincere le donne ad abortire”

L’aborto a prezzo di saldo, anzi gratis: con la scusa dell’uragano Harvey in Texas si offrono infanticidi

Dopo l’uragano che ha devastato il Texas, molte cliniche sono allagate, le strade ancora inagibili. Così la catena texana di abortifici Whole Woman’s Health offre a tutte le donne incinte travolte dalla furia di Harvey di uccidere il bimbo che hanno in grembo senza sborsare un cent. E non è un caso che il Texas sia uno degli stati che per primo si è adeguato alla legge di Trump che chiude i rubinetti pubblici agli abortifici. Per uccidere bambini così, ogni scusa è buona.

Continua a leggere “L’aborto a prezzo di saldo, anzi gratis: con la scusa dell’uragano Harvey in Texas si offrono infanticidi”

Charlie è stato ucciso. Ma la morte non è l’ultima parola

Sul caso di Charlie non si può non provare sgomento per l’assenza ingiustificata della Chiesa, anzi dei suoi pastori, fatte salve alcune, rare, eccezioni.

Continua a leggere “Charlie è stato ucciso. Ma la morte non è l’ultima parola”

A Dio piccolo Charlie: il nuovo Stato eugenetico ha deciso che è legale uccidere un disabile

Charlie è stato ucciso. Ha combattuto su questa terra prima che un’umanità spietata gli staccasse la ventilazione. Morto soffocato nel lettino di un hospice lontano da casa. Messo a morte perché questo nuovo Stato eugenetico ha deciso che è legale uccidere un disabile.

Continua a leggere “A Dio piccolo Charlie: il nuovo Stato eugenetico ha deciso che è legale uccidere un disabile”

Capolavoro luciferino: così passa l’eutanasia “cristiana”

Così Charlie, come Gesù, verrà ucciso dopo un processo estenuante. Ucciso dai suoi nemici (medici e giudici che voglio mettersi al posto di Dio in nome della legge) per colpa dei suoi traditori (l’appoggio di tanti cristiani) e dei vari Ponzio Pilato che hanno preferito non prendere posizione nascondendosi dietro una presupposta “complessità del caso”. Anche se non c’è proprio un bel niente di complesso. E’ tutto cristallino: una persona malata, anziché essere amata perché c’è e quindi curata fino all’incombere della morte naturale come da 2000 anni fino a qualche tempo fa si è sempre fatto, va sul patibolo, privata non solo delle cure ma anche dell’ossigeno. Sì, Charlie non solo non sarà curato ma gli verrà tolto l’aiuto per respirare e morirà soffocato perché nessuno lo vuole più a queste condizioni.

Continua a leggere “Capolavoro luciferino: così passa l’eutanasia “cristiana””

Charlie “ostaggio”: negli Usa solo se lo decide il giudice

I genitori di Charlie non potranno trasferire all’estero il loro bambino senza l’autorizzazione del tribunale. Il giudice Nicholas Francis ha ribadito che solo un suo ordine potrà consentire il trasferimento del piccolo di undici mesi, che la sua famiglia vorrebbe portare negli Stati Uniti per il trattamento sperimentale.

Continua a leggere “Charlie “ostaggio”: negli Usa solo se lo decide il giudice”

La vera storia dell’aborto legale e di chi si oppose con fede

“Carne, Ossa, Muscoli e Tendini”, libro del ginecologo Leandro Aletti, svela i dettagli nascosti ai più della battaglia sulla legalizzazione dell’aborto, la campagna feroce contro gli obiettori di coscienza e i processi subiti da chi cercava di salvare vite umane. E lo fa smascherando una tecnica usata ancora oggi per introdurre norme disumane. Pagine che fanno ardere il cuore mostrano una personalità davvero cattolica.

Continua a leggere “La vera storia dell’aborto legale e di chi si oppose con fede”

Ecco gli aborti causati dalla contraccezione

Lo studio su oltre 60 mila donne che hanno abortito nel 2016 in Inghilterra rivela che la metà di loro stava usando una qualche forma di contraccezione prima di restare incinta; un quarto di loro aveva utilizzato la pillola. La notizia è stata ignorata dalle agenzie, ma conferma le preoccupazioni della Chiesa, che oltre a vietare la chiusura alla vita, sa che la sua conseguenza è l’eliminazione di bambini non desiderati.

Continua a leggere “Ecco gli aborti causati dalla contraccezione”