Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari

Sono almeno 2,5 milioni le persone che nel mondo in un anno hanno usufruito dei “servizi” dei trafficanti di esseri umani, nella speranza – spesso un’illusione – di trovare condizioni di vita migliori. Un rapporto dell’ONU descrive le rotte principali, le attività dei contrabbandieri, i rischi per i migranti. E suggerisce: per tagliare il traffico di clandestini si deve agire anzitutto sulla comunicazione, nei paesi d’origine.

Continua a leggere “Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari”

Annunci

Il sen. Toni Iwobi: “Io, immigrato e italiano vi dico che questo è schiavismo”

“Questa non è l’immigrazione che ho vissuto io, ma è schiavismo. Ieri partivano schiavi dall’Africa per le piantagioni di cotone, oggi per il lavoro a basso costo”. Parola di Toni Iwobi, il leghista che, dalla Nigeria oggi siede tra i banchi del Senato. L’intervista alla Nuova BQ da cui traspare una storia di immigrazione sana e l’amore per l’Italia e l’Africa: “Depredata delle sue risorse umane migliori, ma i vescovi italiani non comprendono lo sfruttamento dell’uomo dietro questa ondata”. “Il razzismo? Mai subito. Chi rispetta riceve rispetto”.

Continua a leggere “Il sen. Toni Iwobi: “Io, immigrato e italiano vi dico che questo è schiavismo””

Quell’umanitarismo un po’ vomitevole

Gli immigrati non sono numeri, ma persone. Giustissimo, ma anche questa affermazione viene usata in modo strumentale e ideologico dagli ipocriti che vogliono soltanto promuovere le loro politiche e le loro ideologie.

Continua a leggere “Quell’umanitarismo un po’ vomitevole”

Svelato il piano contro il governo, ONG cambiano rotta

La Spagna si offre di accogliere la nave Aquarius. L’Italia utilizza il diritto del mare per far rispettare la propria sovranità. “La posizione della nave Ong è contro le norme di diritto di navigazione, rischia il sequestro. Ma questa situazione è figlia del fatto che il nostro Paese è rimasto per troppo tempo col cerino in mano. Ad esempio dando alle Capitanerie il compito di coordinamento”. Parola dell’ammiraglio Caffio che alla Nuova BQ illustra lo scenario futuro: “Dopo due o tre tentativi le ONG capiranno che il gioco non vale la candela”.

IL CAMBIO DI ROTTA, IL DIRITTO DEL MARE (Andrea Zambrano, La Nuova BQ)

Nonostante le accuse, nessuno dei migranti di Aquarius è in pericolo di vita. Lo dimostrano i reportages dei giornalisti imbarcati sulla nave della ONG. Saliti a bordo con un unico scopo che dimostra la premeditazione del “piano”: raccontare la prima missione da quando “si è insediato il governo xenofobo”.

CONTRO “IL GOVERNO XENOFOBO” IL PIANO DEI CRONISTI EMBEDDED

La politica delle immigrazioni non è come l’azione di chi sta sulla spiaggia e vede il naufrago agitare le braccia e gridare. L’azione politica, per essere buona, deve tenere presente il bene comune in tutti i suoi aspetti.

IL RICATTO MORALE È INACCETTABILE (Stefano Fontana, La Nuova BQ)

Piazza Allah, la silenziosa colonizzazione islamica

Zone dove possono entrare solo musulmani e in cui si applica la legge coranica. Parcheggi vietati agli infedeli. Progetti di moscheizzazione. Sono sempre di più i casi di palese colonizzazione islamica delle città italiane. Il jihad è un progetto globale, che agisce localmente con pazienza e assiduità, mentre noi dormiamo.

Continua a leggere “Piazza Allah, la silenziosa colonizzazione islamica”

Islam, la segregazione degli occidentali a casa loro

A Napoli gli islamici pregano in piazza del Plebiscito. Intanto emergono le drammatiche storie di ordinaria violenza sulle donne che mostrano un apartheid islamico: la segregazione degli occidentali a casa loro. In nome di Allah e della sharia’h vengono violati i diritti umani.

Continua a leggere “Islam, la segregazione degli occidentali a casa loro”

La santità secondo Bergoglio: prima l’attività sociale, poi la preghiera

Presentata ieri in Vaticano Gaudete et exsultate, la terza esortazione apostolica di Papa Francesco che si occupa di via alla santità nel mondo contemporaneo. Sancito il primato dell’azione, pur non tralasciando la preghiera, volta al cambiamento sociale.

Continua a leggere “La santità secondo Bergoglio: prima l’attività sociale, poi la preghiera”

ONG, i produttori di “bene” al di sopra della legge

Le Organizzazioni non governative sono centinaia di migliaia. Fanno del bene e lo fanno bene, guai a metterlo in dubbio; e, poiché fanno del bene e “lo fanno bene”, per loro è lecito sfidare i governi. Ultimo esempio in ordine di tempo è quello della ONG spagnola Open Arms la cui nave ProActiva è sotto sequestro a Catania, per aver trasportato 218 persone raccolte in acque libiche. Il sospetto è che sia collusa con i trafficanti di esseri umani. E peggiora l’immagine della solidarietà internazionale.

Continua a leggere “ONG, i produttori di “bene” al di sopra della legge”

Immigrazionismo? È contro la tradizione della Chiesa

L’intervista ad Andrea Riccardi de l‘Espresso, conferma che la gerarchia ecclesiastica e parte del mondo cattolico persegue l’idea di accoglienza generalizzata degli immigrati. Cosa che però significherebbe cancellare almeno due princìpi cardine della Dottrina sociale della Chiesa.

Continua a leggere “Immigrazionismo? È contro la tradizione della Chiesa”

Dove il prossimo non si ama

“Le paure – dice Papa Francesco per i 50 anni della Sant’Egidio – si concentrano spesso su chi è straniero, diverso da noi, povero, come se fosse un nemico”. È un discorso che descrive bene la realtà di paura e violenza che si vive sotto il tribalismo africano, nel mondo islamico, nelle caste indiane, anche nel buddismo.

Continua a leggere “Dove il prossimo non si ama”