Alfie, contro la congiura del silenzio

Dalle ultime ore di Alfie agli interventi delle autorità fino ai funerali blindati, sembra che il Potere sia più che mai unito nel far calare il silenzio sulla vicenda di Alfie. Che però non riguarda solo il destino di un bambino, ma tutti noi.

Continua a leggere “Alfie, contro la congiura del silenzio”

Annunci

La rivoluzione a tre teste di Basaglia, nonostante i malati

La “legge Basaglia” è un campo di battaglia ideologico in cui si sono scontrate tre ideologie: la psichiatria positivista, l’antipsichiatria di stampo comunista e il potere dei Radicali. Ma la mancata gestione dei pazienti da parte delle strutture territoriali ha contribuito allo scontro ideologico.

Continua a leggere “La rivoluzione a tre teste di Basaglia, nonostante i malati”

Il giudice della morte. Ecco perché le sentenze di Hayden sono tutte uguali

Il giudice Hayden ha deciso per la morte di diversi bambini e anziani. Qui, solo alcuni esempi in cui, come nel caso di Alfie, il giudice ha detto di capire il dolore delle famiglie mentre condannava i parenti alla morte per fame, sete o soffocamento nel nome del best interest. Per lui la vita di quelle persone era già finita. Peccato che quella di Alfie, per lui “futile”, ha fatto vacillare il potere di una prassi eutanasica radicata.

Continua a leggere “Il giudice della morte. Ecco perché le sentenze di Hayden sono tutte uguali”

Le famiglie che salvarono i “matti” dall’utopia basagliana

A 40 anni dalla legge Basaglia che chiuse i manicomi, la figlia dello psichiatra veneziano difende la 180 paragonandola alla legge sull’aborto e il divorzio. Ma è una lettura marxista. Certo, giusto aver chiuso quei luoghi terribili di contenimento, ma la mancata applicazione della legge scaricò i malati mentali sulle famiglie. Una provvida sventura: è stato un dramma vero, ma solo in famiglia i “matti”, ricevendo amore, hanno potuto acquisire lo status di persona che nelle strutture “basagliane” avrebbero perso per diventare soltanto individui di una società che non erano pronti ad affrontare.

Continua a leggere “Le famiglie che salvarono i “matti” dall’utopia basagliana”

Alfie, una vita “futile” che sta cambiando il mondo

Mentre si fa silenzio su quanto accade all’interno dell’Alder Hey Hospital per favorire una soluzione positiva della vicenda di Alfie Evans, è necessario riflettere sul senso di quanto sta avvenendo intorno a questo fragilissimo bambino: dalla scoperta di cosa siano un padre e una madre, all’emergere di un popolo che da ogni parte del mondo è stato risvegliato alla vita e all’amore.

Continua a leggere “Alfie, una vita “futile” che sta cambiando il mondo”

Alfie, ennesima vittima del socialismo sanitario

Alfie è prigioniero di un Paese libero, occupato dal socialismo medico-giuridico. Perché, se per caso potesse lasciare Liverpool e poi trovasse un’assistenza medica migliore fuori dal Regno Unito, sarebbe un imbarazzo umiliante per lo Stato che porta in palmo di mano proprio il suo sistema sanitario nazionale.

Continua a leggere “Alfie, ennesima vittima del socialismo sanitario”

Mezzo secolo di conformismo alla rivoluzione sessuale

Una mostra a Milano e una a Reggio per celebrare il Sessantotto. E soprattutto il suo lascito principale, cioè la “rivoluzione”, parola ormai abusata che di rivoluzionario non ha più nulla. Resta soprattutto la rivoluzione sessuale: la pillola, l’aborto, la separazione fra sesso e gender. E cosa resta? Tutto ormai è abituale, burocratizzato.

Continua a leggere “Mezzo secolo di conformismo alla rivoluzione sessuale”

Xylella, l’ecologismo non è la cura ma parte del problema

In Puglia dilaga il batterio della Xylella Fastidiosa, che sta uccidendo gli ulivi. Ormai è un’emergenza europea. Perché tanti ritardi nella lotta di una malattia individuata nel Salento già nel 2013? Perché gli ecologisti protestano e denunciano complotti. E la magistratura ferma tutto, per anni.

Continua a leggere “Xylella, l’ecologismo non è la cura ma parte del problema”

Saint Denis, la basilica invasa dagli immigrati

Un centinaio di uomini e donne, immigrati clandestini e attivisti di sinistra, ha occupato la storica basilica gotica di Saint Denis, a Parigi. Hanno interrotto la messa per protestare contro la nuova legge sull’immigrazione clandestina. Intanto hanno compiuto una profanazione e nessuno (tranne la Le Pen) protesta.

Continua a leggere “Saint Denis, la basilica invasa dagli immigrati”

Immigrazionismo? È contro la tradizione della Chiesa

L’intervista ad Andrea Riccardi de l‘Espresso, conferma che la gerarchia ecclesiastica e parte del mondo cattolico persegue l’idea di accoglienza generalizzata degli immigrati. Cosa che però significherebbe cancellare almeno due princìpi cardine della Dottrina sociale della Chiesa.

Continua a leggere “Immigrazionismo? È contro la tradizione della Chiesa”