Monte Berico, la peste e la pedagogia di Maria

Circa seicento anni fa la Madonna è apparsa a Monte Berico: “Costruite un Santuario, pregate e la peste cesserà”. Dopo due anni di resistenza, autorità civili e religiose obbedirono e la peste, che era aumentata, cessò. In questa vicenda giace tutta la semplicissima pedagogia di Maria: nell’obbedienza a Dio vi è la strada per la liberazione da ogni male.

Continua a leggere “Monte Berico, la peste e la pedagogia di Maria”

Il coronavirus divide il mondo tra atei e credenti

La crisi sanitaria attuale fa emergere con chiarezza la divisione e l’incomunicabilità tra il credente e l’ateo (anche se va a Messa). In tempi di pericolo, il primo vuole le chiese aperte e l’altro le vuole chiuse.

Continua a leggere “Il coronavirus divide il mondo tra atei e credenti”

La volontà di Dio e la permissione del male. Su Coronavirus e dintorni

Video-catechesi di P. Serafino M. Lanzetta su Radio Buon Consiglio, tenuta il 30 marzo 2020.

Dio è causa della malattia, della sofferenza o della morte? Dio è responsabile del male morale che devasta le coscienze? Qual è dunque il giusto rapporto tra Dio è il mistero del male, così da dare una chiara risposta anche al problema presente della pandemia causata dal Coronavirus. Se Dio è tenuto fuori da tutto ciò che accade, al fine di “salvaguardare” la sua innocenza e per non lasciare che gli uomini inveiscano contro di Lui, o, se per giustificare la sua presenza in situazioni dolorose lo si lascia soffrire con noi e come noi, allora chi ci libera dalla sofferenza? La scienza e la tecnologia che ormai si sono sostituite alla fede e alla teologia. Questo però provoca un mondo (e una Chiesa) ancora più secolarizzati e non amici dell’uomo.

La carità al tempo del coronavirus

 

Pochi giorni ed è cambiato tutto… per la serie: l’uomo propone e Dio dispone

Non si può non riflettere sul fatto che nel giro di pochissimo tempo sia cambiato tutto. Si staglia l’enorme fragilità della nostra condizione: ci vuole pochissimo perché cambino le nostre vite, i nostri progetti, le nostre attese. Ma si staglia anche l’enorme fragilità di certi “miti”. In che modo? Ve lo diciamo subito.

Continua a leggere “Pochi giorni ed è cambiato tutto… per la serie: l’uomo propone e Dio dispone”

La paura che uccide e il coraggio che manca

Cooperatores Veritatis

Questo è un momento difficile che dobbiamo guardare e vivere sopratutto con fede, non solo con le misure sanitarie. Qualcosa è nell’aria… e non è solo il virus.

Una riflessione di Giulio Meiattini, monaco presso l’abbazia della Madonna della Scala di Noci (Ba), è professore di teologia al Pontificio ateneo Sant’Anselmo, un’istituzione universitaria cattolica con sede a Roma.

View original post 1.477 altre parole

Tavola Rotonda Straordinaria: Comunione sulla mano? In caso di emergenza sì…

Perché, durante le epidemie, la Gerarchia della Chiesa prima si comportava in un modo e adesso in un altro? Perché prima c’era fede, anzi la Fede.
E come dobbiamo comportarci noi fedeli quando i nostri pastori abusano della loro autorità, per esempio sulla sospensione delle Messe o sull’imposizione della Comunione sulla mano? Fare quello che la Santa Madre Chiesa e i santi ci insegnano.

 

Enrico Medi: Cari Sacerdoti, difendete la nostra Fede!

Il servo di Dio Enrico Medi (1911-1974), padre di famiglia, scienziato e politico, nonché figlio spirituale di Padre Pio, in questa straordinaria conferenza tenuta a Prato nei primi anni ’70, il giorno della Vergine di Lourdes, rammenta ai sacerdoti il loro dovere: occuparsi non di politica o di sociologia, bensì di Cristo e di difendere la nostra Fede. La Chiesa ha bisogno di sacerdoti santi, crocifissi! Anche i laici devono fare la loro parte: in virtù del santo Battesimo, possono e devono essere totalmente di Cristo e difendere la Chiesa anche in un mondo secolarizzato e anticattolico.