Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari

Sono almeno 2,5 milioni le persone che nel mondo in un anno hanno usufruito dei “servizi” dei trafficanti di esseri umani, nella speranza – spesso un’illusione – di trovare condizioni di vita migliori. Un rapporto dell’ONU descrive le rotte principali, le attività dei contrabbandieri, i rischi per i migranti. E suggerisce: per tagliare il traffico di clandestini si deve agire anzitutto sulla comunicazione, nei paesi d’origine.

Continua a leggere “Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari”

Annunci

Zuckerberg costretto ad ammettere: “La Silicon Valley appartiene alla Sinistra”

«Mr. Zuckerberg, Facebook si considera un foro pubblico neutrale?» ha chiesto il repubblicano Ted Cruz all’inventore del social network. Inizia così il più appassionante duello contemporaneo sullo strapotere dei social network e su quella loro strana tendenza a chiudere pagine e profili solo se appartengono a conservatori.

Continua a leggere “Zuckerberg costretto ad ammettere: “La Silicon Valley appartiene alla Sinistra””

Facebook censura soprattutto i cattolici

La vicenda che in queste ultime settimane vede coinvolto il social network Facebook è nota a tutti: milioni di dati personali sono stati utilizzati in modo illecito. Ed è così che il cosiddetto “scandalo di Cambridge Analytica” ha cominciato a far luce su come e quanto siamo manipolati quotidianamente in virtù dei dati che circolano in rete sulla nostra persona.

Continua a leggere “Facebook censura soprattutto i cattolici”

Manipolatrice e utopistica: è la gendercrazia il totalitarismo soft che ci sta distruggendo

La Nuova BQ intervista Chiara Atzori alla vigilia dell’uscita del nuovo libro Gendercrazia, una nuova utopia. L’oscuramento della differenza tra maschile e femminile, l’uso di slogan accattivanti per ottenere consenso, la fecondazione artificiale, la natura umana da riscoprire nella triade madre-padre-figlio. «Spesso ci si dimentica del fatto che se si parla di gender si sta parlando di una clamorosa e ideologica bufala scientifica, che provoca una lenta disgregazione dell’umano. Il cambiamento di linguaggio che manipola le coscienze fa il resto».

Continua a leggere “Manipolatrice e utopistica: è la gendercrazia il totalitarismo soft che ci sta distruggendo”