Benedetto XVI, un pontefice impossibile da “taroccare”

Nella vicenda Viganò c’è molto più di Viganò. C’è un attacco a Benedetto XVI in cui il taroccamento mediatico sarebbe stato funzionale ad un taroccamento teologico e magisteriale, nel tentativo di cambiare i connotati percepiti del magistero di Ratzinger, trascinandolo verso altre interpretazioni. Fede e ragione, ecologia umana, diritto naturale, Quaerere Deum e Vetus ordo: un pontificato scomodo ancora osteggiato.

Continua a leggere “Benedetto XVI, un pontefice impossibile da “taroccare””

Un cattolico non può votare per il male minore in nessuna circostanza

Il deputato Maurizio Lupi torna a giustificare il voto a favore della legge sulle unioni civili e ignobilmente “arruola” anche san Giovanni Paolo II. Ma si sbaglia di grosso: il voto a favore della legge Cirinnà è stato moralmente inaccettabile. Ecco perché.

Continua a leggere “Un cattolico non può votare per il male minore in nessuna circostanza”

Pena di morte, perché il Catechismo è conforme al Vangelo

Il Papa ricorda i 25 anni del del Catechismo della Chiesa Cattolica e chiede che venga modificato l’articolo 2267 che non esclude la pena capitale in particolari casi come unica via per difendere (legittima difesa) da un aggressore ingiusto. “In passato la Chiesa ha assunto una posizione non conforme al Vangelo”.

Continua a leggere “Pena di morte, perché il Catechismo è conforme al Vangelo”

Papa Francesco, la pena di morte e la Dottrina

Per la Chiesa cattolica la vita umana è sacra fin dal concepimento fino alla sua fine naturale. Perché allora è tollerata la pena di morte? Per una questione di legittima difesa, come spiega il Catechismo.

Continua a leggere “Papa Francesco, la pena di morte e la Dottrina”

“Non uccidere”. Charlie, il grande inganno dell’accanimento terapeutico

Con la scusa dell’accanimento terapeutico, saranno messi a morte migliaia di malati. Come nella Germania nazista.

Continua a leggere ““Non uccidere”. Charlie, il grande inganno dell’accanimento terapeutico”

“Io, una vita per la Vita, soffro per le nomine PAV Si realizza il piano dei nemici di Humanae Vitae”

Le nomine discutibili e ambigue alla Pontificia Accademia per la Vita indignano gli addetti ai lavori. Come Flora Gualdani, fondatrice della Casa di Betlemme. “La strategia ecclesiale sembra cedere alla pressione per sdoganare contraccezione e fecondazione. Che errore l’estromissione dalla Pav del massimo esperto di metodi naturali. Ma sotto c’è il tentativo di rottamare l’Humanae Vitae, i cui insegnamenti invece sono indispensabili per le cosiddette periferie esistenziali. Oggi Lejeune piangerebbe”.

Continua a leggere ““Io, una vita per la Vita, soffro per le nomine PAV Si realizza il piano dei nemici di Humanae Vitae””

La stampa “libera” e sciacalla che usa Sacramenti e corpo delle donne per sdoganare l’aborto

Tutto secondo copione. La decisione canonica di Papa Francesco di concedere ai sacerdoti la facoltà di assolvere il peccato di aborto diventa un pretesto per spacciare un’inestistente rivoluzione della Chiesa. La stampa italiana è allineata su un unico obiettivo: far passare l’idea che ora l’aborto non sia più peccato. E pazienza se non è così, quel che conta è dare la caccia agli obiettori di coscienza negli ospedali. E la Cirinnà non lo nasconde neppure.

Continua a leggere “La stampa “libera” e sciacalla che usa Sacramenti e corpo delle donne per sdoganare l’aborto”

A 125 anni dalla Rerum Novarum di Leone XIII vediamo i danni causati dal suo abbandono

Scritta da Leone XIII in un periodo in cui gli Stati europei stavano estromettendo la Chiesa dalla sfera pubblica, l’enciclica Rerum Novarum faceva parte di un disegno più ampio, volto a ristabilire il corretto rapporto fra fede e ragione e a riconquistare per Dio un ruolo nella sfera pubblica. Oggi possiamo valutare i danni dell’abbandono del progetto di Leone XIII.

Continua a leggere “A 125 anni dalla Rerum Novarum di Leone XIII vediamo i danni causati dal suo abbandono”