Francia 2019: dalle leggi contro la famiglia al caso Vincent Lambert

Video-editoriale del prof. Matteo D’Amico.

La Francia di Macron ha recentemente fatto passare nuove norme, che non possono non lasciare interdetti. In primo luogo, si è dato il via libera a sostituire la dicitura “padre e madre” nei documenti scolastici con “genitore 1 e genitore 2”. Questo per aprire all’omoparentalità. Vai: 1:36 In secondo luogo, con una recente norma si è vietato ai genitori di infliggere punizioni di qualunque tipo ai figli. Questa norma, che non proteggerà dagli abusi, non fa altro che minare il ruolo educativo che i genitori dovranno sempre ricoprire. Vai: 10:06 Infine, il caso Vincent Lambert. Vai: 21:00 Da più di sei anni, la vita di Vincent Lambert è stata messa in discussione a causa della sua tetraplegia. Diventato tetraplegico dopo un incidente d’auto nel 2008, Vincent Lambert ha già subito due interruzioni di trattamento. Ma ogni volta i medici hanno dovuto riprendere le cure a seguito delle forti proteste di familiari e persone di buona volontà in tutta la Francia, che hanno spinto le autorità giudiziarie a far riprendere l’assistenza. Dal Consiglio di Stato alla Corte europea dei diritti umani, molte istituzioni giudiziarie hanno esaminato il caso. A volte per dare ragione ai genitori, che combattono per il mantenimento della vita del figlio, a volte alla moglie di Vincent Lambert, che intanto si è accasata con un altro e desidera porre fine alla sua esistenza. La pressione da parte delle forze progressiste in Francia è altissima, ed il 28 giugno 2019 la Corte di cassazione ha aperto la strada a una nuova cessazione del trattamento. Preghiamo tutti per Vincent Lambert, e per la Francia intera.

Annunci

A Dio Vincent Lambert

Dopo nove giorni e nove notti privato di cibo e acqua, l’agonia di Vincent Lambert finisce nel giorno di San Benedetto. Questa mattina l’annuncio della sua morte. (di Raffaella Frullone, Vincent Lambert muore nel giorno di San Benedetto. Dall’atroce agonia alla gloria della vita eterna, Il Timone, 11-07-2019)

Questa mattina Vincent ha riconsegnato la sua anima al Creatore. È stato ucciso da persone che odiano la legge di Dio, che non riconoscono altro Dio al di fuori di se stessi. Come i piccoli Alfie e Charlie e tanti altri sconosciuti, Lambert è un martire del nostro tempo, che il Signore ha chiamato a Sé nella festa di San Benedetto, segno che l’Europa ha bisogno di una rinascita cristiana. (di Luisella Scrosati, A Dio Vincent, martire del nuovo totalitarismo, La Nuova BQ, 11-07-2019)

Clemens August von Galen, il “Leone di Münster”

Come è diventato ricorrente criticare la Chiesa e il Papa per il loro supposto comportamento “remissivo” nei confronti del nazismo! Ma perché non si parla quasi mai della figura indomita di Clemens August von Galen? Discendente di nobile stirpe, il cardinale von Galen non si lasciò piegare né dalle lodi né dal timore. Come ha dichiarato papa Benedetto XVI, il suo esempio è di enorme validità per ricordarci il dovere della verità in ogni circostanza storica.

Continua a leggere “Clemens August von Galen, il “Leone di Münster””

Eutanasia, Olanda all’atto finale: i sani verranno uccisi

“In questi anni si sta rompendo forse l’ultima barriera, pensando a una nuova legge che permetta l’assistenza al suicidio a gente che è di per sé sana. Con questo siamo arrivati forse giù ai piedi del monte?”. La drammatiche parole del cardinale arcivescovo di Utrecht Eijk alla Giornata della Nuova BQ, sulla terribile esclation di come l’eutanasia si è imposta in Olanda. “Le esperienze olandesi devono metterci in guardia. I criteri per compiere l’eutanasia o il suicidio assistito, sono sempre più estesi e mostrano storicamente e culturalmente il rischio di avanzare verso il baratro del piano inclinato”.

Continua a leggere “Eutanasia, Olanda all’atto finale: i sani verranno uccisi”

La piccola Melody, uccisa dalla sanità inglese

I coniugi Driscoll si sono opposti ai medici che hanno sospeso i farmaci alla figlia Melody: «Piangeva guardandoti per dire: perché non mi aiuti? Il nostro timore era di una morte per il dolore e così è stato». Dopo i funerali hanno dichiarato che «se ci avessero ascoltato, lei sarebbe ancora qui». Complice anche il silenzio di chi crede di uscirne dialogando.

Continua a leggere “La piccola Melody, uccisa dalla sanità inglese”

La Marcia per vita cresce (nonostante il Potere avverso)

La marcia per la vita è in crescita senza l’appoggio del potere. Questo è il primo dato che va registrato riguardo all’VIII edizione dell’iniziativa che ricade nel quarantennale della 194. L’iniziativa arriva anche dopo poche settimane dal tragico epilogo della vicenda di Alfie Evans e dalla rimozione dei manifesti Pro Vita e CitizenGo. Presenti tutte le sigle del mondo pro life italiano. Tra gli esponenti di partito Meloni e Pillon.

Continua a leggere “La Marcia per vita cresce (nonostante il Potere avverso)”

L’Humanae Vitae spiegata da chi la vuole smantellare

Vicariato di Roma e Camillianum insieme per un convegno sui 50 anni dell’Humanae Vitae. In cui a parlare saranno i personalità cattoliche di indubbia ortodossia tra cui Elio Sgreccia e altre, sempre in ambito culturale cattolico, il cui profilo presenta forti criticità dottrinali.

Continua a leggere “L’Humanae Vitae spiegata da chi la vuole smantellare”

Alfie, il paradosso di una morte senza autori

L’impossibilità di conoscere le cause vere della morte di Alfie Evans impedisce di accertare le reali responsabilità di medici e giudici. Anche se una cosa è chiara: si è agito contro la legge, che vieta l’eutanasia.

Continua a leggere “Alfie, il paradosso di una morte senza autori”

Alfie, addio con promessa: la tua luce non si spegnerà

Grande partecipazione emotiva ai funerali di Alfie Evans nella cattedrale di Liverpool. Al termine della messa è stato ricordato tra l’altro che Alfie è diventato un eroe nazionale. Presente il console italiano. Centinaia di persone hanno salutato il corteo funebre lungo la strada verso il cimitero, come a dire: noi non ce ne andiamo perché Alfie ha appena risvegliato tante coscienze che non hanno intenzione di ritornare nel letargo.

Continua a leggere “Alfie, addio con promessa: la tua luce non si spegnerà”