Pezzi di ricambio cercansi tra le vittime di eutanasia

Poche vittime di eutanasia donano gli organi e, per alcuni dottori belgi e olandesi, questa realtà va cambiata, incrementando le donazioni. In questo modo viene stravolto il concetto di donazione di organi, che è un atto “nobile e meritorio” dopo morte certa. Ma che in questo contesto resta una mera ricerca di pezzi di ricambio. E chi non chiedesse l’eutanasia oppure la chiedesse senza donare gli organi? Rischierebbe di essere additato come egoista.

Continua a leggere “Pezzi di ricambio cercansi tra le vittime di eutanasia”

Eutanasia, le nostre vite in mano agli stati, come nelle dittature comuniste e naziste

La picccola Marwa vivrà perché lo ha stabilito lo Stato francese, ma nel frattempo Charlie, un neonato inglese, attende una sentenza per non morire di fame e sete. Già l’anno scorso l’Alta Corte di Londra aveva permesso che un altro bimbo venisse ucciso privato di cibo ed acqua oltre che delle terapie. A dimostrare che legiferare sulla vita significa scegliere di consegnare i cittadini al potere statale, pronto a stabilire chi abbia il diritto di esistere e chi no.

Continua a leggere “Eutanasia, le nostre vite in mano agli stati, come nelle dittature comuniste e naziste”

Se lo Stato impone il Male, serve un’Arca di salvezza

La soglia del totalitarismo è stata superata da quando lo Stato non solo permette il male ma anche obbliga a farlo e considera reato fare il bene. Bisogna combattere – cosa che i cattolici hanno smesso di fare – e cominciare a pensare anche a costruire scialuppe di salvataggio e arche di Noè. Iniziative ed opere libere perché viventi al di fuori dello Stato.

Continua a leggere “Se lo Stato impone il Male, serve un’Arca di salvezza”

Pontificia Accademia della Morte

Pochi giorni fa è andata in scena una sorta di beatificazione di Marco Pannella da parte del presidente della Pontificia Accademia per la Vita, monsignor Vincenzo Paglia. Un video-scandalo, ma più ancora che le parole di elogio per il defunto leader dei radicali, a inquietare è la prospettiva evocata da Paglia…

Continua a leggere “Pontificia Accademia della Morte”

Le Dat, il fine vita e il documento vaticano per gli operatori sanitari: “Nascondono l’eutanasia”

Intervista al dottor Guizzetti che esprime lo smarrimento dei medici, sopratutto cattolici: “Il ddl sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento toglierà cibo e acqua agli indifesi, ma anche la Chiesa ora dice che sono cure. Il panorama nelle strutture sanitarie è angosciante e noi siamo lasciati nella confusione. Eppure don Giussani ci aveva messo in guardia dal tradimento di Cristo e della Tradizione”.

Continua a leggere “Le Dat, il fine vita e il documento vaticano per gli operatori sanitari: “Nascondono l’eutanasia””

La scommessa di Pascal è sempre troppo rischiosa

Si discute di eutanasia, sempre presentata come il diritto alla scelta di porre fine alla sofferenza. Ma non si parla mai della vera posta in gioco: la vita oltre la morte. La Chiesa li chiama da sempre i Novissimi: morte, giudizio, Paradiso e Inferno. Non ricordarlo, quando si parla di eutanasia, non è affatto misericordioso.

Continua a leggere “La scommessa di Pascal è sempre troppo rischiosa”

Quel rifiuto della Croce…

L’uomo post-moderno è affetto da un atteggiamento mentale arrendevole, di chi se prende la via più comoda. Ricorre all’aborto se il bimbo è malato, alla provetta se non riesce ad averne, all’eutanasia se ha paura di soffrire. L’uomo di buona volontà invece accetta il verdetto della vita con mitezza, mentre il credente vi aggiunge il volto di Cristo.

Continua a leggere “Quel rifiuto della Croce…”

Due papi in difesa della dottrina morale della Chiesa

Un nostro affezionato lettore ci ha segnalato due importanti insegnamenti dei pontefici Giovanni Paolo II e Paolo VI riguardo la continuità del Magistero della Chiesa sulle questioni morali.

Continua a leggere “Due papi in difesa della dottrina morale della Chiesa”

A Rotterdam propongono il ritorno dell’eugenetica

Donne handicappate, tossicodipendenti, disabili, depresse, disturbate, socialmente pericolose, prostitute sono “inadatte a procreare”. Per loro, il comune di Rotterdam propone la contraccezione coatta. Non proprio obbligatoria, ma quasi. In Olanda rispunta un vecchio mostro: quello dell’eugenetica.

Continua a leggere “A Rotterdam propongono il ritorno dell’eugenetica”