Senza dottrina sociale nessun bene comune: il convegno

“Conoscere la verità, praticare la giustizia” è il titolo della Giornata della Dottrina sociale della Chiesa promossa da La Nuova BQ e l’Osservatorio Van Thuan. L’idea oggi prevalente è che si debba partire dai bisogni sociali per poi eventualmente recuperare i contenuti della fede. Invece è il contrario e vale anche per avere criteri di giudizio in vista delle prossime elezioni. Appuntamento sabato 3 a Milano.

Continua a leggere “Senza dottrina sociale nessun bene comune: il convegno”

Annunci

L’obiezione di coscienza non addolcisce le leggi ingiuste

Coloro che ora minacciano l’obiezione di coscienza e che protestano perché la legge sulle DAT non la prevede, non si erano però granché visti in fase di discussione della legge a dire che essa era ingiusta e che andava combattuta. Coerenza avrebbe voluto che avessero parlato chiaro anche prima e avessero mobilitato l’opinione pubblica, indirizzato adeguatamente la valutazione dei credenti e spinto i parlamentari ad un diverso voto. Perché gridare “al lupo!” quando il lupo è già entrato nell’ovile?

Continua a leggere “L’obiezione di coscienza non addolcisce le leggi ingiuste”

Eutanasia, i non-argomenti dei cattolici “adulti”

I “cattolici adulti” del partito democratico hanno votato compatti a favore della legge sul biotestamento. Con quali motivazioni? Le solite: la presa di distanza dai “cattolicissimi”, l’invocazione della coscienza personale, l’ipse dixit (la citazione colta) e l’argomento del male minore. Che a questo punto “minore” non è più.

Continua a leggere “Eutanasia, i non-argomenti dei cattolici “adulti””

Speranza, la virtù che non piaceva a Lutero

A dieci anni dalla pubblicazione dell’enciclica Spe Salvi di Benedetto XVI, ripercorriamo i passi salienti di questo eccezionale documento: dalla novità portata da Cristo all’attacco feroce che la “speranza” ha subito negli ultimi 500 anni, fino al compito che spetta oggi alla cristianità.

Continua a leggere “Speranza, la virtù che non piaceva a Lutero”

James V. Schall, un gesuita controcorrente: contro la povertà ci vuole il libero mercato

Il padre James V. Schall è un gesuita americano novantenne, bravo e coraggioso. Nel suo libro Il giusto modo di sconfiggere la povertà mette in rispettosa discussione critica e con diplomatica eleganza gesuitica, tutte le tesi economiche che abbiamo sentito affermare in questi quattro anni, riferite alla povertà, capitalismo, ambientalismo, diseguaglianza e persino misericordia. Un prezioso libretto che merita di esser letto.

Continua a leggere “James V. Schall, un gesuita controcorrente: contro la povertà ci vuole il libero mercato”

Incontrare Chesterton come un amico

Esce per conto delle Edizioni Ares la più completa guida al pensiero di Chesterton mai scritta in Italia: Chesterton. La sostanza della fede. Autori sono Paolo Gulisano e don Daniele De Rosa.

Continua a leggere “Incontrare Chesterton come un amico”

Comunione ai divorziati-risposati? Anche la Dottrina sociale dice no

L’ammissione dei divorziati-risposati all’Eucarestia provocherebbe molte difficoltà nell’impegno dei cattolici per difendere la famiglia e incarnare nella società i principi della Dottrina sociale della Chiesa. Perché il sacramento ha un fondamento sociale e indirettamente politico di grandissima importanza. Se questo dovesse venir meno mancherebbe quella protezione con conseguenze negative sul piano sociale e politico.

Continua a leggere “Comunione ai divorziati-risposati? Anche la Dottrina sociale dice no”

Immigrazione, niente Dottrina se non c’è ordine

L’VIII Rapporto sulla Dottrina sciale della Chiesa nel mondo dell’Osservatorio Van Thuân è dedicato a “Il caos delle migrazioni, le migrazioni nel caos”. Uno sguardo profondo e rigoroso che affronta anche i tanti luoghi comuni del cattolicesimo odierno su accoglienza e carità. Come quello che la società multireligiosa e multiculturale non è un bene in sé, presenta molti problemi, rischi e costi che vanno valutati. Non si importano solo persone ma anche visioni etiche e religiose della vita che non sarà facile comporre in un quadro ordinato senza sofferenze.

Continua a leggere “Immigrazione, niente Dottrina se non c’è ordine”