Cristiani: tra persecuzioni e «doveroso impegno» nella vita pubblica

Aumentano i crimini d’odio contro i cristiani: in Spagna, nel 2018, sono stati ben 57. E sono sempre di più le chiese vandalizzate e profanate. Una situazione che apre anche a riflessioni sul «doveroso impegno» dei cattolici nella vita pubblica.

Continua a leggere “Cristiani: tra persecuzioni e «doveroso impegno» nella vita pubblica”

Cile in fiamme: il nemico oscuro e la Chiesa impotente

Sei chiese in fiamme o saccheggiate in Cile. Chi c’è dietro? Un nemico oscuro di anarco-comunisti tollerati da una Sinistra ambigua e senza leader, che ora vogliono la guida delle proteste sfociate in violenza. Le diseguaglianze e gli abusi di potere nella società cilena come detonatore. Ma anche l’assenza della Chiesa cattolica, che, dopo essere stata travolta dagli scandali sessuali, ha rinunciato alla sua autorevolezza e al suo ruolo di collante sociale precipitando al 14% nel gradimento della popolazione. La Bussola ne parla con il missionario don Federico Ponzoni e l’educatore Bolivar Aguayo. 

Continua a leggere “Cile in fiamme: il nemico oscuro e la Chiesa impotente”

Utopia senza Dio. Un libro racconta l’inferno comunista

Raccolto tutto il materiale propagandistico del regime comunista contro la religione. Chiusero chiese, monasteri, scuole. Favorirono divorzio e aborto. Un odio alla religione sistematico di cui l’Occidente ha perso presto memoria.

Continua a leggere “Utopia senza Dio. Un libro racconta l’inferno comunista”

I martiri del comunismo

Unione Sovietica, Ucraina, Polonia, Albania, Romania… L’elenco potrebbe continuare. Quanti martiri nei campi dell’orrore allestiti in quei Paesi… Terribile è che ora rischino di essere dimenticati: della maggioranza di loro non esiste neppure un volto, un nome… Sono state fatte perdere le tracce della memoria, perché nulla è maggiormente temuto dai rivoluzionari del ricordo.

Continua a leggere “I martiri del comunismo”

Adamo, l’utopia e l’invenzione (anti-cattolica) del buon selvaggio

Il buon selvaggio non è mai esistito. Ed è un concetto anti-cattolico. Il buon selvaggio è infatti l’utopia del passato remoto.

Continua a leggere “Adamo, l’utopia e l’invenzione (anti-cattolica) del buon selvaggio”

Mons. Pietro Fiordelli, il primo vescovo condannato

Negli anni ’50 il giovane vescovo di Prato, mons. Pietro Fiordelli, fu condannato per diffamazione da un tribunale civile per definito «pubblici concubini» due diocesani che si sposarono solo con rito civile. Eppure il Vescovo non fece altro che applicare il Diritto Canonico. In prima istanza venne condannato ad una multa di 40 mila lire. Pio XII in persona prese le sue difese e, alla fine, il singolare imputato venne assolto in appello per l’«insindacabilità dell’atto».

Continua a leggere “Mons. Pietro Fiordelli, il primo vescovo condannato”

La statua della Madonna in giardino? Viola le «regole del buon vicinato»

Anche negli Stati Uniti d’America – considerata la terra delle libertà – cova il germe dell’intolleranza religiosa, in particolare cattolica. E in Michigan diventa pericoloso tenere la statua della Vergine in giardino.

Continua a leggere “La statua della Madonna in giardino? Viola le «regole del buon vicinato»”

Gli effetti collaterali di un Crocifisso al Tg2

La telegiornalista Marina Nalesso indossa con sacrosanta libertà un crocifisso: si apre la solita gazzarra dei sedicenti laicisti anticattolici. Il campione questa volta è Michele Serra che su la Repubblica definisce il crocifisso «implicito logo Dio Patria Famiglia».

Continua a leggere “Gli effetti collaterali di un Crocifisso al Tg2”