Comunione sulla mano. Documenti e storia

La pratica della somministrazione della Santa Eucaristia sulla mano è autorizzata dalla Chiesa o semplicemente tollerata? Mons. Juan Rodolfo Laise, unico vescovo argentino a rifiutare pubblicamente tale prassi liturgica, spiega, attraverso minuziose ricerche documentali, come questa pratica sia stata semplicemente tollerata e affronta la moderna prassi della Comunione nella mano dal punto di vista storico, liturgico e pastorale.

Continua a leggere “Comunione sulla mano. Documenti e storia”

Annunci

Qual è il giusto modo di distribuire (e ricevere) la Santa Comunione?

Vi proponiamo la conferenza che Don Federico Bortoli, presbitero della diocesi di San Marino e Montefeltro e dottore in Diritto canonico, ha tenuto il 5 dicembre del 2018 nella parrocchia di Santa Maria Assunta di Sesto Imolese, nella diocesi di Imola, in occasione della presentazione del suo libro La distribuzione della comunione sulla mano. Profili storici, giuridici e pastorali (Cantagalli, 26-02-2018; prefazione del card. Robert Sarah), in cui viene spiegato che il giusto modo di distribuire e ricevere — secondo il Diritto divino ed ecclesiastico — è sulla bocca e in ginocchio. La distribuzione sulla mano è un abuso a cui purtroppo fu dato un indulto per evitare “danni peggiori”, ma alla fine è diventata (per prassi e/o per imposizione) la “regola”.

Per approfondire l’argomento, vi segnaliamo la sessione dedicata alla Crisi liturgica e la playlist del sito Cooperatores-Veritatis.org.

Caro Paolo VI: la messa nuova fu davvero scelta infausta… tradimento.

Cooperatores Veritatis

Ringraziamo il sito – Tradidi quod et accepivedi qui, per aver pubblicato una Lettera che è di fondamentale importanza per noi, molto famosa per la verità, e che dovremo riscoprire in questo infausto centenario, quando nel 1969 veniva imposta alla Chiesa intera una Messa di stampo protestante… E ringraziamo per il commento che ne segue e che facciamo completamente nostro….  Per una buona Catechesi del tema affrontato con una attenta lettura sulla situazione attuale, consigliamo di ascoltare questo video.

Buona meditazione.

View original post 8.619 altre parole

Video. La questione Liturgica: cerchiamo di capire i fatti

Che cosa significa “ANIMAZIONE” liturgica?
Siamo forse NOI ad “animare” nostro Signore??
Così esordisce in un passaggio fantastico Aldo Maria Valli, attraverso le cui parole di riflessione apriamo il video per un breve excursus storico del Movimento Liturgico e perché ci ritroviamo, oggi, in questa grave situazione di apostasia o.. peggio ancora, con le messe teatrali… o dove si sta togliendo la messa per farla diventare un INCONTRO DELLA PAROLA (vedi qui):
Chi e che cosa sta alla base, all’origine di tutto ciò?
Se l’argomento vi sta davvero a cuore, ascoltate il video. Grazie

Liturgia gioiosa? Prima di tutto deve essere santa

Il Sinodo dice che i giovani chiedono una liturgia fresca, autentica e gioiosa. Ma la liturgia è il Sacrificio di Cristo che precede la Risurrezione. Questa idea che si debba essere sempre allegri e giulivi nella liturgia non è solo fuorviante, ma anche teologicamente falsa. Piuttosto dovrebbe essere una liturgia santa, fervente, di adorazione.

Continua a leggere “Liturgia gioiosa? Prima di tutto deve essere santa”

Ecco come è stata “imposta” la comunione in mano

Un sacerdote compie lo studio più approfondito su come si è arrivati a concedere la distribuzione della comunione in mano che Paolo VI e la maggioranza dei vescovi bocciò. Anzitutto con un indulto che doveva essere rivolto solo a quelle diocesi dove si commettevano abusi. Ma poi la “moda” è dilagata. Resta il fatto che la ricezione della comunione in ginocchio e in bocca sia legge universale della Chiesa, la forma consuetudinaria attuale sia solo frutto di una concessione.

Continua a leggere “Ecco come è stata “imposta” la comunione in mano”

Traduzioni liturgiche, Muller in campo con Sarah

Il cardinale Mūller ha preso posizione in appoggio al cardinale Robert Sarah nella questione della traduzione dei testi liturgici, e del motu proprio Magnum Principium. “La liturgia unisce, non deve dividere e far scaturire contraddizioni”.

Continua a leggere “Traduzioni liturgiche, Muller in campo con Sarah”

Il card. Muller: «Il futuro della Chiesa si decide nella liturgia»

Nel decennale del Motu proprio Summorum Pontificum che liberalizzava la messa in forma straordinaria l’ex prefetto della Congregazione ribadisce un concetto già espresso da Bendetto XVI.

Continua a leggere “Il card. Muller: «Il futuro della Chiesa si decide nella liturgia»”

Papa Francesco e la liturgia: timori infondati e silenzi pesanti sulla riforma di Benedetto XVI

In un importante discorso ai partecipanti alla Settimana liturgica nazionale, il Papa ha affermato che “la riforma liturgica è irreversibile”. C’è chi si è spaventato vedendovi una legittimazione degli abusi. Timori senza fondamento ma nel cammino della riforma c’è anche il motu proprio Summorum Pontificum: anch’esso partecipa della “irreversibilità” dato che ha creato una nuova situazione liturgica attualmente operante che non può essere taciuta. Perché il Papa non ne ha accennato nel suo discorso?

Continua a leggere “Papa Francesco e la liturgia: timori infondati e silenzi pesanti sulla riforma di Benedetto XVI”

Comunione, in ginocchio o in piedi? Cosa dice la Chiesa

Il significato della comunione in ginocchio e di quella in piedi sono chiari: ognuno esprime una sensibilità. Ma la confusione fatta dopo il Concilio Vaticano II ha portato ad una mancanza di consapevolezza in chi la riceve in mano. Bisogna ricordare che i gesti educano la coscienza, per questo i testi spiegano come comunicarsi in entrambi i casi.

Continua a leggere “Comunione, in ginocchio o in piedi? Cosa dice la Chiesa”