Novena a San Giuda Taddeo, parente del Signore

Qualunque sia la malattia, la povertà e la miseria, l’angustia del cuore e dell’anima, perfino la disperazione, si può ricorrere a questo grande Santo e chiedere la sua potente intercessione.

Continua a leggere “Novena a San Giuda Taddeo, parente del Signore”

Annunci

16 luglio, Nostra Signora del Monte Carmelo

Fiore del Carmelo, fiorente vite,
splendor del cielo, tu solamente
sei Vergine Madre, sei Vergine Madre,
sei Vergine Madre, prega con noi,
prega per noi.

Madre mite, pura nel cuore,
ai figli tuoi sii propizia:
stella del mare, stella del mare,
stella del mare, prega con noi,
prega per noi.

Ceppo di Jesse che il fior produce
a noi concedi di rimanere
sempre con te, sempre con te,
sempre con te, nostra sorella,
nostra sorella.

Giglio fiorito, divin profumo
la Sposa amata del suo Signore,
ama con noi, ama con noi,
ama con noi, Madre di tenerezza,
Madre di tenerezza.

Dono tuo, Maria, lo scapolare,
segno di vita in Cristo sui tuoi fratelli.
Credi con noi, credi con noi,
credi con noi, discepola del Signore,
discepola del Signore.

Nell’incertezza donaci consiglio,
nella sventura consolazione.
Spera con noi, spera con noi,
spera con noi, Vergin fedele,
Vergin fedele.

Madre e Signora, del Monte Carmelo,
specchio di Bellezza, dell’umil Figlio.
Splendi su noi, splendi su noi,
splendi su noi, “Decor Carmeli”,
“Decor Carmeli”.

Primizia della Pasqua, Nuova Creazione,
prendici per mano verso il Regno.
Cammina con noi, cammina con noi,
cammina con noi, Santa Maria,
Santa Maria.

È l’ora di san Giuseppe, patrono della Chiesa e della famiglia

Padre premuroso e sollecito, san Giuseppe, a differenza di una certa letteratura modernista che lo tratteggia soltanto come uomo di tenerezza, fu assai forte e coraggioso (si pensi all’aver preso in sposa, contro il suo pubblico onore, la Vergine Maria in attesa di Gesù, oppure alla fuga in Egitto) e fu uomo mistico, visto che in più occasioni gli fu dato il privilegio di conoscere la volontà di Dio attraverso gli angeli.

Continua a leggere “È l’ora di san Giuseppe, patrono della Chiesa e della famiglia”

Con fiducia di figli ci rivolgiamo a Voi, o Santi Sposi Maria e Giuseppe, in questo giorno in cui ricordiamo le purissime nozze che Vi unirono, secondo la volontà di Dio: guardate soccorrevoli a noi che, nelle tenebre di questo mondo, ancora crediamo e professiamo un unico e indissolubile matrimonio fra un uomo e una donna, Sacramento di salvezza per gli sposi, arca di fede per la famiglia, santa scaturigine dell’umana società, secondo i mandati del Divin Redentore e la dottrina della Chiesa, ed aiutateci ad essere testimoni intrepidi di questa verità, ognuno secondo i doveri del proprio stato, anche dinanzi alle difficoltà, alle tribolazioni, alla persecuzione. Amen.

(Eleuterio Favella, facebook)

Suor Lucia di Fatima verso gli altari

Il 13 febbraio la cerimonia solenne di chiusura del processo diocesano di beatificazione della terza veggente di Fatima. Raccolte 11mila lettere scritte o ricevute da Suor Lucia de Jesus ed esaminati diversi miracoli attribuiti alla sua intercessione su cui dovrà ora concentrarsi la seconda fase del processo.

Continua a leggere “Suor Lucia di Fatima verso gli altari”

Sant’Antonio da Padova, il “Martello degli Eretici”

Il “santo dei miracoli”, ovvero Antonio da Padova, al secolo Fernando de Bulhoes, fu il “Martello degli Eretici”, frate e teologo, ma anche uomo di carità, che diede se stesso all’annuncio apostolico, sfidando pubblicamente eresiarchi e chierici lestofanti.

Continua a leggere “Sant’Antonio da Padova, il “Martello degli Eretici””

Storia della Medaglia Miracolosa

Il 27 e 28 novembre la Chiesa ci offre di venerare e fare memoria della Medaglia miracolosa e di santa Caterina Labourè. Possiamo dire che è l’unica volta in cui la Chiesa offre quale memoria liturgica un oggetto, una Medaglia davvero speciale. In questo video, grazie ad un testo del professore Roberto de Mattei, ripercorriamo brevemente la storia di questa umile suora e della Medaglia che la Vergine Santa le consegnò come un vero salvagente per i nostri tempi disastrosi.

Continua a leggere “Storia della Medaglia Miracolosa”

Sant’Espedito di Melitene, Patrono delle cause urgenti e disperate

Saint’Espedito, Capo detta Legione Ro­mana fulminante, contemporaneo a Santa Filomena, fu martirizzato nel IV sec­olo sotto Diocleziano, se se celebra a Festa il 19 Aprile, è invocato nelle cause disperate, od urgenti, spirituali e temporali. Mostra la Croce sulla quale sta scritto: Hodie (oggi) e schiaccia la testa ad un corvo che col suo gracchiare dice: Cras (domani) per insegnarci che non dobbiamo mai dubitare della Onnipotenza di Dio, né aspettare il domani per pregare con fiducia e fervore. È il Santo dell’undicesima ora, che non è mai invocato troppo tardi, sempre però come intercessore presso la Santissima Vergine.

Continua a leggere “Sant’Espedito di Melitene, Patrono delle cause urgenti e disperate”