Il tradizionalismo e il pericolo del complottismo

Il problema attuale del mondo tradizionale è che una quota sempre maggiore di fedeli è sensibile al complottismo come metodo, e finisce per affidarsi fideisticamente al leader che, in un certo momento, lo interpreta nei termini più suggestivi o autorevoli.

Continua a leggere “Il tradizionalismo e il pericolo del complottismo”

“Adorazione”. Intervista a Padre Serafino Tognetti

È appena uscito un libro di P. Serafino Tognetti, figlio spirituale di don Divo Barsotti, dal titolo Adorazione. Un testo, come si può facilmente intuire, che tratta dell’adorazione eucaristica.

Continua a leggere ““Adorazione”. Intervista a Padre Serafino Tognetti”

“Non abbiamo bisogno”, quando Pio XI intervenne per la libertà dell’Uomo

Originally posted on cooperatores veritatis:
L’Enciclica venne data alla Chiesa il 29 giugno 1931 da Pio XI dopo che, gli attacchi ai gruppi cattolici, specialmente dell’Azione Cattolica, degli oratori e persino sacerdoti, Vescovi senza risparmiare…

Cooperatores Veritatis

L’Enciclica venne data alla Chiesa il 29 giugno 1931 da Pio XI dopo che, gli attacchi ai gruppi cattolici, specialmente dell’Azione Cattolica, degli oratori e persino sacerdoti, Vescovi senza risparmiare il Papa, da parte delle “squadre fasciste”, troppo zelanti nel perseguitare la Chiesa a causa della sua azione educatrice, si fecero pressanti a tal punto da pretendere di diventare legge.
Pio XI allora condannava, senza se e senza ma, il “culto pagano dello Stato” (statolatria) da parte di coloro che, dietro l’apparato fascista, volevano imporre una “rivoluzione che strappa i giovani alla Chiesa e a Gesù Cristo, e che inculca nei propri giovani odio, violenza e irriverenza“.
L’Enciclica è stata scritta in difesa dell’Azione Cattolica che all’epoca subì un vero attacco dall’ideologia fascista, atta a rubarle la gioventù e ad avere il monopolio dell’educazione della società ma, il suo contenuto sembra richiamare, in molti passaggi, la…

View original post 9.770 altre parole

Video. San Josemaría Escrivà de Balaguer e la chiamata universale alla santità

Aggiornamento come fedeltà, lavoro come santificazione personale, vita matrimoniale come cura degli altri e di sé, santità come cammino possibile per tutti. Questo è san Josemaría Escrivà de Balaguer, fondatore dell’Opus Dei. Un santo dei nostri tempi, amatissimo e conosciuto in tutto il mondo. Lo presentiamo perché nessuno dica che l’eroismo non è per il cristiano medio. Tutti, infatti, siamo chiamati ognuno nel lavoro che svolge a metterci alla presenza di Dio e vivere la santità nel quotidiano. Parola di un Santo che un giorno, sotto ispirazione divina, incendiò tutti i cammini della terra con il fuoco di Cristo che portava nel cuore.

Per approfondire la vita e il pensiero di san Josemaría suggeriamo la lettura di un articolo oppure l’acquisto di un ebook di 0,99€.

Mons. Bux: «Messa in latino, contributo all’unità dei cristiani»

«La diffusione della Messa in forma straordinaria non può fermarsi: è il segno della rinascita del sacro nei cuori. Ed è un contributo all’unità dei cristiani, soprattutto gli Ortodossi». La Bussola intervista don Nicola Bux, mentre proseguono i rumors su una cancellazione del motu proprio Summorum pontificum: «Visto il target di chi frequenta la cosiddetta Messa in latino, giovani e convertiti, le parole del Papa sulla rigidità di chi è attaccato alle forme del passato sono una contraddizione».

Continua a leggere “Mons. Bux: «Messa in latino, contributo all’unità dei cristiani»”

San Giovanni Battista, poverino, ancora non conosceva l’Amoris Laetitia

La morte del Battista fu causata dal voler dire le cose come stavano, cioè denunciare pubblicamente il Re Erode per un peccato pubblico: la convivenza con la legittima moglie del fratello. Se avesse applicato il capitolo 8 dell’Amoris Laetitia, sarebbe morto di vecchiaia!

Continua a leggere “San Giovanni Battista, poverino, ancora non conosceva l’Amoris Laetitia”

Vaticano contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato»

La richiesta formale al governo italiano attraverso il Segretario per i rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher. L’atto consegnato il 17 giugno. Non era mai successo.

Continua a leggere “Vaticano contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato»”