Mindszenty, il cardinale torturato dai comunisti e silurato da Paolo VI

Il cardinale ungherese Jozef Mindszenty, oggi venerabile, si oppose al regime nazista, perciò fu catturato, denudato, pestato. Venne poi liberato dai soldati insorti a Budapest ma dovette rifugiarsi nell’ambasciata americana perché ostile anche al comunismo. Quando il Vaticano cominciò a fare compromessi con il regime, come oggi in Cina, il primate si oppose.

Continua a leggere “Mindszenty, il cardinale torturato dai comunisti e silurato da Paolo VI”

Sicilia contro gli sbarchi, le invettive “cattoliche” sanno di menzogna

Pesanti critiche di parte del mondo cattolico per la decisione del governatore della Sicilia di chiudere i centri di accoglienza – diventati ormai ingestibili per il grosso afflusso di clandestini – e di impedire altri sbarchi. Dai Centri Astalli alla Caritas di Palermo, si invocano le porte aperte, ignorando la differenza tra immigrati illegali e profughi, e dimenticando che tale traffico è gestito da organizzazioni criminali internazionali, cui queste persone si affidano. Mentono inoltre affermando che l’Italia non ha investito “in protezione, accoglienza e integrazioni dei migranti”, quando la realtà dice esattamente il contrario.

Continua a leggere “Sicilia contro gli sbarchi, le invettive “cattoliche” sanno di menzogna”

I cattolici adulti (adulterati) e la 194

I “cattolici adulti” hanno adulterato le loro coscienze a tal punto da considerare la legge 194 tutto sommato ragionevole, irrinunciabile, addirittura utile perché eviterebbe un certo numero di aborti clandestini.

Continua a leggere “I cattolici adulti (adulterati) e la 194”

Rosa da Lima, la santa che si offrì vittima per la conversione del nuovo mondo

«Ascoltate, ascoltate tutti. Per ordine di Cristo, con le sue stesse parole io vi avverto: non possiamo ottenere alcuna grazia se non accettiamo le sofferenze». Così scriveva la prima degli americani a essere canonizzata, santa Rosa da Lima (1586-1617), una mistica che offrì tutta la sua vita per la conversione delle popolazioni del Nuovo Mondo.

Continua a leggere “Rosa da Lima, la santa che si offrì vittima per la conversione del nuovo mondo”

Maria SS., la Regina alla destra del Re

«Alla tua destra è assisa la Regina, splendente di oro e di gemme». La rievocazione liturgica del Salmo 44 ci ricorda che la Chiesa celebra oggi Maria Regina, la cui ricorrenza cade nell’ottava della sua Assunzione in anima e corpo, a sottolineare il legame strettissimo tra questi due misteri gloriosi meditati nel Santo Rosario.

Continua a leggere “Maria SS., la Regina alla destra del Re”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cristofobia, l’unico pregiudizio ammesso

Crocifissi e statue distrutte, chiese bruciate, persecuzioni ai battezzati, ecc… Nel mondo del politicamente corretto è rimasto ammesso solo un pregiudizio: la Cristofobia (o cristianofobia).

Branco di “bravi ragazzi” devasta un crocifisso sull’Appennino bolognese. Il Timone pubblica la lettera di scuse di uno di loro. Ma manca Qualcuno a cui chiedere perdono. Da lì passa la strada per vedere in faccia il male che si è compiuto (Andrea Zambrano, Il Timone, Crocifisso distrutto, la lettera di scuse e quel che manca per riconoscere il male, 20-08-2020).

Ad Albano hanno cosparso di benzina il portone del santuario di San Gaspare ad Albano e poi appiccato il fuoco. Il padre custode alla Bussola: «Satanisti? Chi lo ha fatto ha voluto attaccare la Chiesa perché questo è un santuario molto amato». Dalla cappella di porto San Paolo ai “bravi” di Lizzano, l’estate folle dei sacrilegi. Non si può più derubricare questi episodi a vandalismo: sono attentati e la Cristofobia è il motore scatenante. La persecuzione inizia lasciando impuniti questi casi. Ecco perché è urgente un Osservatorio sulla libertà religiosa (Andrea Zambrano e Nico Spuntoni, La Nuova BQ, Rogo in chiesa: “Volevano distruggere, non sono vandali”, 22-08-2020).

È una pia illusione pensare di cancellare l’odio per legge. Occorrono altri strumenti sul piano culturale e sociale per affrontare la questione. Perché l’odio cristianofobico non si può cancellare per legge mentre quello omotransfobico sì? Semplice, perché siamo ancora una volta di fronte all’eterna, insostenibile contraddizione del politicamente corretto. Sono duemila anni che i seguaci del Nazareno soffrono sulla propria pelle questa discriminazione. Basta vedere cosa accade ancora oggi a livello mondiale (Gianfranco Amato, La Nuova BQ, Cristianofobia, contraddizioni del politicamente corretto, 14-08-2020).

Il nuovo governo rumeno, non liberal, ha istituito e celebrato la prima giornata della memoria nazionale per i cristiani perseguitati nel mondo. L’Ungheria dell'”orco” Orban e l'”odiata” Polonia firmano un memorandum per i cristiani perseguitati, dal Medio Oriente all’Africa, ma anche in Europa. Nel governo UE intanto non si è ancora trovato il tempo per nominare l’Incaricato Speciale Europeo per la Libertà religiosa nel mondo (Luca Volontè, La Nuova BQ, Difesa dei cristiani: Europa prendi nota dai paesi “cattivi”, 22-08-2020).

San Pio X, il papa profeta

«Restaurare tutto in Cristo» fu il principio ispiratore degli 11 anni di pontificato di san Pio X (1835-1914), il Papa di umili origini che seppe analizzare lucidamente e condannare gli errori del modernismo, riconoscendone la radice malvagia e profetizzando che esso avrebbe condotto a una società atea.

Continua a leggere “San Pio X, il papa profeta”

San Bernardo di Chiaravalle, il Doctor Mellifluus

A colui che diede nuova linfa all’Ordine cistercense erano riconosciuti fin dalla giovinezza un grande carisma e autorità morale, che seppe sempre coniugare con l’umiltà. Venerato con il titolo di Doctor Mellifluus, dai suoi scritti emerge la centralità di Cristo e l’immensa fiducia nella protezione materna di Maria.

Continua a leggere “San Bernardo di Chiaravalle, il Doctor Mellifluus”

Teresa Musco: i flagelli sono pronti, perché pochi obbediscono a Dio

I messaggi e le profezie dimenticati di Teresa Musco, figlia spirituale di Padre Pio.

Oracolo di Cooperatores Veritatis

”Beati noi se sappiamo soffrire e offrire tutto al Signore. Niente va perduto.
Il Signore non si tiene niente, e saprà ben ricompensarci delle nostre sofferenze” (Teresa Musco)

Esempi come quelli di Teresa, ripropongono con forza il mistero e il ruolo del dolore nel progetto di Dio, il grande discorso dell’alleanza di Dio con l’uomo per la salvezza dell’umanità attraverso l’attualizzazione e la testimonianza viva della Passione di Cristo. Osiamo ricordare la MISTICA DELLA RIPARAZIONE del grande Don Divo Barsotti, vedi qui, per comprendere la dinamica di certa “mistica” straordinaria, sì, ma che è implicita anche nell’ordinario di ognuno di noi che veramente voglia dirsi “Discepolo” del Cristo e Apostolo di Maria….

Ci occupiamo di “profezie” è vero, ma mai fine a se stesse o come oggetto di curiosità… se le profezie autentiche non ci conducono ad una vera conversione principalmente personale, ma nel senso di Mistica della riparazione…

View original post 4.695 altre parole