Pochi giorni ed è cambiato tutto… per la serie: l’uomo propone e Dio dispone

Non si può non riflettere sul fatto che nel giro di pochissimo tempo sia cambiato tutto. Si staglia l’enorme fragilità della nostra condizione: ci vuole pochissimo perché cambino le nostre vite, i nostri progetti, le nostre attese. Ma si staglia anche l’enorme fragilità di certi “miti”. In che modo? Ve lo diciamo subito.

Sabato 7 marzo 2020 — Ribadiamo ciò che abbiamo detto più volte, ovvero una massima fondamentale della teologia spirituale cattolica: se tutto ciò che avviene non necessariamente è voluto da Dio, certamente ciò che avviene è sempre permesso da Dio.

Detto ciò, è ovvio che ci auguriamo che questa emergenza da Covid-19 possa finire quanto prima. Se non altro perché in questa emergenza ci siamo tutti, nessuno escluso. E non è certo un bel sentire.

Non si può però non riflettere sul fatto che nel giro di pochissimo tempo sia cambiato tutto. Si staglia l’enorme fragilità della nostra condizione: ci vuole pochissimo perché cambino le nostre vite, i nostri progetti, le nostre attese. Ma si staglia anche l’enorme fragilità di certi “miti”. In che modo? Ve lo diciamo subito.

  1. Dalle piazze in cui l’emblema era quello di sentirsi stretti-stretti (il movimento delle Sardine) …si è passati all’auspicio che si rispettino adeguatamente le distanze gli uni dagli altri.
  2. Dalla disinibizione di baciarsi dinanzi a tutti o con chiunque (i baci omosessuali del Festival di Sanremo) …si è passati all’auspicio di non incontrarsi fisicamente: bandite finanche le strette di mano!
  3. Dal che bello la globalizzazione e un mondo-nazione senza confini …si è passati all’auspicio che tutti rimangano nei propri Paesi e perfino nelle proprie case.
  4. Dal mantra ossessivo dei porti aperti …si è passati all’auspicio che i porti vengano chiusi per evitare l’arrivo di possibili contagiati.
  5. Dalla preoccupazione “gretina” di salvare la natura …si è passati all’auspicio di salvarsi dalla natura (il Covid-19 è natura!)
  6. Dall’ideologia di emancipare quanto più presto i bambini dalla famiglia (asili obbligatori) …si è passati all’auspicio di far restare i bambini quanto più tempo a casa.
  7. Dall’impegno di bandire quanto più possibile la plastica …si è passati all’auspicio che s’intensifichi quanto più la produzione di un materiale plastico qual è la mascherina sanitaria.
  8. Dalla paura dell’innalzamanto climatico come spauracchio dell’inquinamento climatico antropico …si è passati all’auspicio che il caldo arrivi quanto prima con la speranza che inibisca la forza del virus.
  9. Dal mito dei genitori entrambi in carriera …si è passati all’auspicio di ottenere dal governo sussidi economici perché almeno un genitore possa rimanere a casa per accudire i figli privati della scuola.

Insomma, pochi giorni e tutto si è ribaltato. Un tempo (quando si era più seri) si diceva: L’uomo propone e Dio dispone. Appunto!

(Fonte: IlCamminoDeiTreSentieri)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.