San Pio X, il papa cattolico che aveva capito tutto

Nel 1910 il grande pontefice San Pio X condannò, con la lettera apostolica Notre charge apostolique, il movimento francese Le Sillon, fondato da Marc Sangnier, poiché proponeva una nuova forma di cattolicesimo inficiato da teorie socialiste. I cosiddetti “cattolici democratici” del Sillon auspicavano appunto una concezione democratica del culto cattolico — teorizzata dalla corrente modernista (che fu condannata sempre da San Pio X con la Pascendi) — che portasse a fondare una nuova società democratica che fosse priva di principi cristiano-cattolici. In pratica si rinunciava all’edificazione della societas christiana per costruire una società una meramente umana che avesse valori universali uguali per tutti. Il cattolico dovrebbe cioè diventare aconfessionale, per essere un uomo fra altri uomini. La Notre charge apostolique è meno nota della Pascendi, ma altrettanto importante, perché il “cattolicesimo democratico” è quella forma di modernismo che ha conquistato il giovane don Giovanni Battista Montini, il futuro papa Paolo VI.

Continua a leggere “San Pio X, il papa cattolico che aveva capito tutto”

Annunci