Il cardinale Mindszenty, martire della fede e … della diplomazia?

Tutta la vita del grande cardinale Mindszenty fu un segno di contraddizione, come si addice ai veri confessori della Fede. Solo che, mentre nella prima e nella seconda fase della sua vita si oppose ai regimi totalitari che opprimevano la Chiesa e la patria, nella terza fase dovette destreggiarsi in una situazione interna della Chiesa che, a causa del dovuto rispetto dei protagonisti e per l’importanza dell’argomento, preferiamo descriverla con le stesse parole del porporato, così come egli ne parla nelle sue celebri “Memorie”.

Continua a leggere “Il cardinale Mindszenty, martire della fede e … della diplomazia?”

Annunci

Guadalupe: pietra angolare della cristianità americana

Il 31 luglio 2002, papa Giovanni Paolo II fu acclamato da una tra le folle più imponenti del suo pontificato: tre milioni confluirono sulle strade e piazze adiacenti al Santuario di Guadalupe, il giorno della canonizzazione dell’indio Juan Diego, dove era accaduto uno degli avvenimenti più importanti della storia della salvezza. Uno “scontro di civiltà” in atto fino al 9 dicembre 1531, si risolse prodigiosamente nella fioritura di un nuovo mondo cattolico.

Continua a leggere “Guadalupe: pietra angolare della cristianità americana”

La Croce di Cristo contro la croce uncinata

Nonostante la propaganda diffusa dalla storiografia ideologizzata di stampo massonico e marxista, la realtà storica è che la Chiesa cattolica fu l’unica vera nemica della Germania nazista e si oppose fortemente al genocidio del popolo ebraico, salvando moltissime vite. Furono invece le comunità protestanti ad appoggiare il neopaganesimo di Hitler e &Co.

Continua a leggere “La Croce di Cristo contro la croce uncinata”

Video-catechesi. Una dannata scrive una lettera dall’inferno…

Oggi si cerca di sfuggire dalla drammatica realtà dell’inferno, il luogo della dannazione eterna, sostenendone non la sua inesistenza, ma il suo essere vuoto, cioè privo della presenza di anime. È davvero così? Naturalmente no. Un’anima dannata, Annette, scrive addirittura una lettera dall’inferno per confermare dove si trovava e che vi sarebbe rimasta per sempre. Già in tempi non sospetti Santa Faustina Kowalska, la “segretaria della Divina Misericordia”, dopo la visione dell’inferno, scrisse nel suo famoso Diaro: «Una cosa ho notato e cioè che la maggior parte delle anime che ci sono, sono anime che non credevano che ci fosse l’inferno… O mio Gesù, preferisco agonizzare fino alla fine del mondo nelle più grandi torture, piuttosto che offenderTi col più piccolo peccato…».

 

Video. Perché non si può dare la Comunione agli adulteri e ai concubini

il giornalista Pierluigi Bianchi Cagliesi intervista don Alfredo Maria Morselli, parroco e teologo, sulle importanti parole che il compianto cardinal Carlo Caffarra consegnò ad una intervista in prossimità dei sinodi sulla famiglia (2014-2015) a proposito dell’impossibilità di dare la Santa Comunione ai cosiddetti divorziati risposati.

Clemens August von Galen, il “Leone di Münster”

Come è diventato ricorrente criticare la Chiesa e il Papa per il loro supposto comportamento “remissivo” nei confronti del nazismo! Ma perché non si parla quasi mai della figura indomita di Clemens August von Galen? Discendente di nobile stirpe, il cardinale von Galen non si lasciò piegare né dalle lodi né dal timore. Come ha dichiarato papa Benedetto XVI, il suo esempio è di enorme validità per ricordarci il dovere della verità in ogni circostanza storica.

Continua a leggere “Clemens August von Galen, il “Leone di Münster””

Mysterium iniquitatis: dal Nuovo ordine mondiale al caos globale

Pubblichiamo il testo della relazione svolta dal prof. Roberto de Mattei il 16 maggio 2019 al Rome Life Forum, che si è tenuto presso la pontificia Università San Tommaso d’Aquino (Angelicum), sul tema “City of man vs City of God – Global One World Order vs Christendom”. Il convegno è stato organizzato dalla coalizione internazionale Voice of the Family.

Continua a leggere “Mysterium iniquitatis: dal Nuovo ordine mondiale al caos globale”