Il boia di Stato si ferma per Vincent, ma ringhia per Alfie

Sentenze opposte quelle di ieri sul fronte della vita dei più deboli: la Francia riconosce il diritto a vivere di Vincent Lambert. Merito di una pressione di molti medici a difesa del 40enne tetraplegico. Non così per Alfie. La decisione della Corte Suprema di respingere il ricorso dei genitori viola la convenzione dei diritti umani. E la sfida lanciata dalle toghe inglesi alla CEDU, che deciderà lunedì, è solo l’ultima tappa di un potere totalitario che vuole fare presto a uccidere i suoi figli.

Annunci