Stupri e violenze, Souad Sbai: “Gli immigrati vanno ri-educati”

«Nei centri di accoglienza questi uomini, giovani e soli, sono abbandonati a loro stessi: o si buttano nell’estremismo religioso o vivono la logica del branco. È criminale lasciarli in queste condizioni. Anche i minori non accompagnati si radicalizzano. E i cattolici devono smettere di parlare solo di diritti degli immigrati: alla ragazza stuprata a Rimini nessuno ridarà la felicità perduta. Quante altre vittime ancora dobbiamo aspettare?». Parla Souad Sbai, giornalista e politica di origine marocchina.

Continua a leggere “Stupri e violenze, Souad Sbai: “Gli immigrati vanno ri-educati””

“Via col vento” scandalizza solo chi ha la coda di paglia

La cronistoria del delirio statunitense registra ora una nuova vittima eccellente: nientemeno che una pietra miliare della storia del cinema: Via col vento. Un cinema lo ha eliminato dalla programmazione. Quello che è in gioco davvero è la riscrittura della storia secondo un piano preciso che parte addirittura da Cristoforo Colombo che aprì la strada all’evangelizzazione del Mondo Nuovo.

Continua a leggere ““Via col vento” scandalizza solo chi ha la coda di paglia”

Antonio Zichichi: “L’errore sta nel fare confusione tra inquinamento e clima”

Un conto è l’inquinamento, che significa immettere veleni nell’atmosfera, fenomeno di cui è responsabile l’uomo e che si può e si deve combattere. Altro è l’evoluzione del clima.

Continua a leggere “Antonio Zichichi: “L’errore sta nel fare confusione tra inquinamento e clima””