Dono della sapienza

Nel suo Teologia della perfezione cristiana (San Paolo, 2009), padre Antonio Royo Marin O.P. (1913-2005) tratta anche del dono della Sapienza. Ma c’è sapienza e Sapienza. Sapiente è colui che conosce le cose attraverso le loro ultime cause. Tuttavia, non ogni conoscenza è sapienza. Chi contempla una cosa senza conoscerne la causa ha di essa una conoscenza superficiale (per esempio, chi contempla una eclissi senza sapere a che cosa è dovuta). Chi conosce una cosa e ne sa indicare le cause prossime, ha di questa cosa una conoscenza scientifica (l’astronomo di fronte alla eclissi). Chi sa ricondurre le sue conoscenze agli ultimi principi dell’essere naturale, possiede la sapienza filosofica o naturale (metafisica). Chi, invece, guidato dalla luce della fede, scruta con la sua ragione naturale i dati rivelati, per far emergere che cosa contengono e così acquisendo nuove conclusioni, possiede la massima sapienza naturale che si possa raggiungere in questa vita (la teologia). Infine, chi, già in possesso della fede e della grazia, giudica per istinto divino le cose divine e umane attraverso le loro ultime e altissime cause – cioè le loro ragioni divine – questi possiede la sapienza soprannaturale. Questa è precisamente quella propria del dono della Sapienza.

FONTE: iltimone.org

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...