Cristo viene. Cristo vince. Cristo regna.

In occasione della conclusione dell’anno liturgico, riportiamo un estratto dell’omelia della Solennità di N. S. Gesù Cristo Re dell’universo, che San Josemaría Escrivà de Balaguer, fondatore dell’Opus Dei, pronunciò il 22 novembre 1970, raccolta nel libro È Gesù che passa.

Il Re dei re

Si conclude l’anno liturgico e nel Santo Sacrificio dell’altare rinnoviamo l’offerta, al Padre, della Vittima, Cristo, Re di santità e di grazia, Re di giustizia, d’amore e di pace, come leggeremo fra poco nel prefazio (Regnum sanctitatis et gratiae, regnum iustitae, amoris et pacis [prefazio della solennità di Cristo Re).

san-josemaria-670407-10Voi tutti, nel considerare la santa Umanità di Nostro Signore, sentite nelle vostre anime una gioia immensa: un Re dal cuore di carne, come il nostro, che pur essendo l’autore dell’universo e di ogni singola creatura, non impone il suo dominio con prepotenza, ma viene come un poverello a chiedere un po’ d’amore, mostrandoci, in silenzio, le sue mani piagate.

L’opposizione a Cristo

Molti non tollerano che Cristo regni e gli resistono in mille maniere: negli orientamenti di fondo della vita e della convivenza umana, nei costumi, nella scienza, nell’arte. Persino nella vita stessa della Chiesa!

vienna-christ-king-statue-architect-richard-jordan-artist-ludwig-schadler-year-1933-carmelites-church-38073126«Non mi riferisco — scrive sant’Agostino — ai malvagi che bestemmiano Cristo. Sono rari, infatti, quelli che lo bestemmiano con la lingua, ma sono molti quelli che lo bestemmiamo con la propria condotta» (SANT’AGOSTINO, In Ioannis Evangelium tractatus, 27, 11 [PL 35, 1621]).

Taluni, per una superficiale questione di parole, si sentono infastiditi anche solo dall’espressione Cristo Re, come se il regno di Cristo potesse essere preso per una formula politica, o piuttosto perché la confessione della regalità di Cristo li condurrebbe anche ad ammettere una legge. E infatti non tollerano la legge, nemmeno quella del precetto amabilissimo della carità, perché non vogliono avvicinarsi all’amore di Dio e preferiscono servire soltanto il proprio egoismo.

FONTE: josemariaescriva.info

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...